Stato prima
Le deflagrazioni hanno colpito lo scalo internazionale Zaventem nella hall delle partenze

Il terrore su Bruxelles, bombe in aeroporto e metro: 23 morti e 35 feriti

"Un'altra esplosione, stavolta nlla stazione metro di Maalbeek, a due passi dalla Commissione Ue"

Di:

Roma. E’ di almeno 13 morti e 35 feriti il primo bilancio delle esplosioni all’aeroporto di Bruxelles, che hanno colpito l’area dei check in delle partenze verso gli Stati Uniti. Le esplosioni sono avvenute alle 8 del mattino nella hall delle partenze, al banco dell’American Airlines. Altre due esplosioni in due stazioni diverse della metropolitana di Bruxelles. Ipotizzato un bilancio di 10 vittime.

Belgio. Bordo (Pd): Prigionieri terrore senza cooperazione internazionale. “#Bruxelles #brusselslockdown #Ueunderattack pensiero alle vittime di questo orrore. Cooperazione internazionale o rimarremo prigionieri terrore”. Lo scrive su Twitter il presidente della Commissione per le Politiche Ue della Camera Michele Bordo del Pd.

Bruxelles: italiano, qui il delirio. (ANSA) – BARI, 22 MAR – “Qui c’è davvero il delirio, non immaginavamo potesse succedere davvero, nè che si arrivasse a questo punto”. Così Francesco Cisternino, pugliese, che lavora a Bruxelles come ‘policy advisor’ per Confcommercio, commenta la situazione nella capitale belga dopo gli attentati di questa mattina. “Venendo al lavoro – dice – ho visto persone in lacrime per strada: dai taxi stanno facendo scendere tutti per i ‘security ceck’, stanno controllando chiunque”. Francesco riferisce che una sua collega “che si trovava a bordo del treno in metropolitana è stata fatta scendere, insieme agli altri passeggeri che hanno dovuto camminare sui binari per uscire dalla Metro”. Per ora, aggiunge, “le linee dei telefoni cellulari sono tutte in tilt mentre i social funzionano”.

Bruxelles: Emiliano, rimuoviamo paura. (ANSA) – BARI, 22 MAR – “Oggi dobbiamo dedicare questa giornata alla nostra voglia militante di fare resistenza nei confronti di chi non accetta il nostro modo di vivere, che è plurale e accetta tutti gli altri modi di vivere escluso quelli che negano la libertà a ciascuno di noi”. Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, intervenendo al primo degli appuntamenti con cui la Regione costruirà il Piano strategico del turismo. L’evento si è aperto con un minuto di raccoglimento per le vittime degli attentati a Bruxelles. “Vi chiedo di non avere paura – ha detto Emiliano – di rimuovere la paura dalle vostre teste e di pensare che oggi siamo qui a organizzare una idea di futuro proprio per combattere chi tenta di azzerare il futuro e tenta di influenzarlo”. Per Emiliano non dobbiamo “farci dettare il futuro dagli altri, addirittura da chi pensa di poterci negare conquiste straordinarie come la democrazia, la libertà di movimento, la libertà di religione”



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • Zuzzurellone Sipontino

    La mamma degli idioti è sempre incinta , e non abortisce. E’ dal 1915 che la fisica e la matematica hanno dimostrato la non esistenza di nessuna divinità. Fortunatamente quando questi utili idioti di terroristi, integralisti religiosi non serviranno più verranno fatti sparire. Leggi più severe: aggravante per ogni reato, con motivazone religiosa di minimo 10 anni e per chi becca l’ergastolo o muore non solo in attentato, fare come gli americani per Osama bill Laden, SEPOLTURA IN MARE. Fino ad allora , resistere.


  • svolta

    Questi bas….. vogliono sovvertire l’ordine mondiale con la scusa/pretesto della religione.
    Gli è stato permesso di alzare troppo la cresta… si doveva intervenire, massicciamente, da subito, non appena preso atto delle atrocità eseguite.
    Era quasi scontato che lasciargli libera la strada costoro avrebbero fatto proseliti in un modo o nell’altro.


  • Marco

    Non posso condividere la posizione sull’inesistenza della religione. La fisica e la matematica non possono dimostrare proprio un bel niente. Detto questo, possiamo dire che questi non sono religiosi ma solo fanatici. Se tutto il mondo vivesse abbracciando un po’ di più la vera religione (qualsiasi religione) non avremmo più attentati, sfruttamento della povera gente come i paesi capitalisti e pseudo comunisti fanno (Usa e Russia), e tante altre brutte cose in nome dell’unico dio: Il Denaro. Adesso non ci resta che una sola cosa: pregare per le povere vittime. Che il Signore le accolga

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi questo articolo!