Manfredonia

Riordino rete ospedaliera, audizioni sindaci in III commissione

Presenti anche i sindaci di Manfredonia, Lucera e Canosa, il sindaco di Triggiano, mentre i sindaci di Putignano e Sammichele hanno depositato le firme raccolte per salvaguardare il presidio ospedaliero del sud est barese

Di:

Bari. Con le audizioni dei sindaci dei Comuni su cui insistono le strutture oggetto del riordino della rete ospedaliera regionale e di alcune associazioni, si è conclusa la sessione pomeridiana della III commissione consiliare presieduta da Pino Romano. La fase di ascolto si concluderà mercoledì 30 marzo, mentre il termine per la presentazione delle osservazioni è stato fissato a martedì 29. La seduta è stata l’occasione per ascoltare le ragioni degli amministratori locali, concordi nel sottolineare che le posizioni di dissenso al piano di riordino presentato dalla Giunta regionale non rappresentano la difesa di interessi di campanile, ma sono volte alla tutela del diritto alla salute, che deve essere garantito in uguale maniera, a tutti i cittadini pugliesi. I sindaci di Corato, Giovinazzo, Molfetta, Ruvo di Puglia e Terlizzi hanno depositato un documento con il quale chiedono di rivisitare la distribuzione dei posti letto nel Nord barese, e in attesa della costruzione del nuovo ospedale, il comitato permanete ha ribadito la necessità di continuare a garantire gli attuali livelli di assistenza al territorio. Per l’area salentina, sono intervenuti i sindaci di Galatina, Copertino e Casarano; per il brindisino i sindaci di Mesagne e San Pietro Vernotico; per la provincia di Taranto i sindaci di Martina Franca e Grottaglie.

Presenti anche i sindaci di Manfredonia, Lucera e Canosa, il sindaco di Triggiano, mentre i sindaci di Putignano e Sammichele hanno depositato le firme raccolte per salvaguardare il presidio ospedaliero del sud est barese. Ascoltata anche la referente della Lega italiana Sclerosi sistemica, che ha chiesto l’inserimento della patologia nel registro delle malattie rare.

Redazione Stato Quotidiano.it

Riordino rete ospedaliera, audizioni sindaci in III commissione ultima modifica: 2016-03-22T18:02:00+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Redazione

    Riordino ospedaliero: Emiliano incontra delegazione Anci Puglia

    Una delegazione dell’Anci Puglia, composta dal presidente sen. Luigi Perrone, dal vicepresidente vicario Gianvito Matarrese, dal segretario Domenico Sgobba, dal sindaco di Triggiano, Vincenzo De Nicolò e dal consulente tecnico Nicola Rosato, ha incontrato oggi a Bari il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, accompagnato dal vicepresidente Antonio Nunziante e dal Direttore Area salute, Giovanni Gorgoni per discutere sul Piano di riordino ospedaliero. Anci Puglia ha consegnato al presidente Emiliano un documento in cui vengono evidenziate le criticità del Piano e le richieste dell’Associazione rivenienti anche dall’assemblea dei Comuni svoltasi lo scorso 14 marzo a Bari.

    L’Anci ha sottolineato la mancanza di un coinvolgimento serrato, nel merito del Piano ed ha ribadito la necessità di concordare in questa fase, un percorso condiviso che tenga conto dei seguenti punti fondamentali: organizzazione rete dell’emergenza/urgenza; programmazione e pianificazione dei servizi territoriali; rete ospedaliera; indirizzo degli investimenti per ammodernamento delle strutture e organizzazione Medici famiglia rispetto al territorio.

    Il presidente Emiliano, dopo aver ascoltato le richieste dei Comuni, ha sottolineato le difficoltà della Regione, dovute soprattutto alla rigidità delle posizioni del Governo, contenute nel DM 70/2015, per ristrettezza di tempi, vincoli e risorse. Il presidente Emiliano si è reso disponibile a riconoscere l’Anci quale unico interlocutore della Regione, di concerto nelle assemblee dei sindaci delle Asl, in rappresentanza degli enti locali, avviando da subito un confronto e un dialogo permanente con l’Associazione, teso a monitorare e risolvere le criticità emerse per migliorare la programmazione sanitaria a livello territoriale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi