ManfredoniaMonte S. Angelo
Nota stampa

Gli eremi di Pulsano tra “I Luoghi del Cuore” del FAI

Di:

Ognuno di noi è emotivamente legato ad un luogo che spesso rappresenta una parte importante della nostra vita e vorrebbe che fosse protetto per sempre. Questo è il presupposto che ha dato il via all’ottavo censimento nazionale “I Luoghi del Cuore”, promosso dal FAI (Fondo Ambiente Italiano), che chiede a tutti i cittadini di segnalare i piccoli e grandi tesori che amano e che vorrebbero salvare. Tra i luoghi segnalati ci sono anche gli eremi dell’abbazia Santa Maria di Pulsano (FG). Costruita nel VI secolo sul colle di Pulsano per volere del papa-monaco San Gregorio Magno in uno scenario di rocce grigie su strapiombi di oltre 200 metri, l’Abbazia è stata nei secoli, con alterne vicende storiche, luogo di monaci, anacoreti e cenobiti che si sono dedicati alla contemplazione e all’ascesi. Intorno all’edificio si trovano numerosi eremi (per ora ne sono stati censiti 24), alcuni dei quali ubicati in luoghi davvero inaccessibili. Nel 1997, la chiesa abbaziale è stata riaperta al culto pubblico e vi è stata fondata la comunità monastica di Pulsano. Oggi i monaci con costanza e passione si prendono cura degli eremi e ne garantiscono, laddove possibile data l’ubicazione non sempre di facile accesso, la fruizione; gli eremi sono però numerosi ed alcuni necessitano di interventi mirati di recupero e manutenzione.

Quest’anno la votazione scade il 30 novembre 2016. Ogni voto fa la differenza. Per questo entra nel sito web http://www.chiesadipulsano.altervista.org/ e basta un click per proteggere gli ‪‎eremi di Pulsano‬ per sempre e per tutti. All’interno del sito troverete imperdibili foto, le modalità di voto online ed i moduli di raccolta firma per coloro che volessero raccogliere voti presso associazioni, scuole, parrocchie, … All’interno del sito potete condividere la notizia sui vostri social e WhatsApp.

Grazie a tutti.

(nota stampa)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati