AgenziaStato prima
Indagine della Procura di Caltagirone

Mafia Capitale, gonfiati i numeri dei migranti: 6 indagati

Per far lievitare i compensi alle ditte che svolgono i servizi all'interno del centro

Di:

(AGI) Sei persone sono indagate dalla procura di Caltagirone per i reati di falsita’ ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici e per truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche ai danni dello Stato e dell’Unione Europea. Sono accusate di avere gonfiato la presenza di migranti al Cara di Mineo, per far lievitare i compensi alle ditte che svolgono i servizi all’interno del centro. Tutto questo e’ avvenuto, secondo la Procura di Caltagirone, per quattro anni, dal 2012 al 2016, per l’ammontare di un milione di euro. L’inchiesta e’ una costola di “Mafia Capitale”. (AGI)



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • Il partito dei delinquenti

    Esilio e sequestro per i beni sino a settima generazione è inibizioni in tutti i concorsi pubblici per i politici e funzionari che commettono questo tipo di reati e in caso di acclarata recidività previo accordo con Turchia dopo la condanna carcere in Turchia.


  • Jenny

    e invece i lavoratori ricevono fango mentre i vertici truffano, si sistemano per tutta la vita, patteggiano e vanno al mare!!! che bella giustizia!!!!! mette proprio paura!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati