Manfredonia
"La modifica è stata approvata a prescindere dal deposito gpl"

Referendum su gpl, A.Prencipe “Ci aspettiamo il coraggio dell’intera città”

"Credo che la città abbia ben chiara la differenza tra un territorio che guarda al futuro e un altro fermo al passato"

Di:

Manfredonia. “QUANTA gente ci aspettiamo? Tutti. La città deve comprendere l’importanza di questo strumento di partecipazione democratica. Certo, non escludiamo opere di persuasione da quanti propongono l’installazione del progetto. E’ normale. Ma a questo punto, i manfredoniani devono dimostrare coraggio. Personalmente credo che la città abbia ben chiara la differenza tra un territorio che guarda al futuro e un altro fermo al passato. Credo che in tanti abbiano fatto esperienza di quanto successo anni fa. La politica deve guardare al futuro insieme alla città. Capaci e coraggiosi.” Così a Stato Quotidiano il Presidente del Consiglio comunale di Manfredonia, Prof. Antonio Prencipe, in seguito al deposito – ieri, martedì 21 giugno 2016, presso la segreteria generale – della proposta di variazione parziale dello Statuto comunale al fine di “rendere maggiormente fruibile l’utilizzo del referendum“.

Come da una nota stampa del Comune ”è stato proposta la modifica dell’articolo 37, comma 1, dello Statuto comunale, che diverrebbe: “Il referendum mira a verificare la volontà generale sui problemi riguardanti interessi fondamentali della comunità. Il referendum ha carattere consultivo o abrogativo”. Antonio Prencipe ha, inoltre, chiesto l’abrogazione dell’articolo 38, comma 5, che tratta le modalità di svolgimento del referendum. E’ scritto che “I referendum non possono aver luogo in coincidenza con altre operazioni di voto”, mentre il proponente entra più nello specifico, indicandone la sostituzione con il seguente: “I referendum non possono aver luogo in coincidenza con altre operazioni elettorali comunali ed eventuali, qualora ammissibili, elezioni provinciali e circoscrizionali”. Da ultimo, anche il comma 7 dell’articolo 38 dello Statuto comunale verrebbe abrogato e sostituito. Quello attuale dice che “Il referendum abrogativo è valido se vi partecipa almeno la maggioranza dei cittadini aventi diritto al voto. E’ approvata la proposta che ottiene la maggioranza dei consensi validamente espressi”. A ciò andrebbe aggiunto che “Nessun quorum di partecipazione è previsto per la validità del referendum consultivo””.

Le proposte. “Sono state due le proposte presentate per la modifica dello statuto”, precisa il prof. Prencipe a Stato Quotidiano. “Una del M5S, l’altra dalla II Commissione consiliare. In conclusione è stato redatto un unico regolamento, approvato all’unanimità. Dunque la consegna al Segretario generale, che lo ha validato con gli opportuni adeguamenti di legge. Il regolamento è pronto. Adesso – mediante notifica – lo porremo all’attenzione di tutti i consiglieri comunali. Per l’approvazione bisognerà attendere una prossima seduta di Consiglio comunale ”

“Il referendum sul gpl non ha valenza relativamente all’autorizzazione ma rappresenta una possibilità”. “Chiariamo un aspetto. La variazione parziale allo statuto comunale, e la possibilità di indizione del referendum, è stata stabilita all’unanimità in Conferenza dei Capigruppo, rappresenta da tutti – ripeto tutti – i Capigruppo consiliari e i consiglieri comunali. Il presidente del Consiglio comunale è stato promotore su iniziativa della conferenza dei capigruppo. Ora: la modifica è stata approvata a prescindere dal deposito gpl. Abbiamo redatto un regolamento in modo tale che, quando sarà approvato in Consiglio, il Comune potrà dotarsi finalmente di uno strumento importante di partecipazione come il referendum, consultivo o abrogativo. La modifica dello statuto sarà presente sull’albo pretorio per 30 giorni. Immediatamente dopo, sarà convocata una seduta di Consiglio comunale per l’approvazione delle modifiche. Il referendum potrebbe svolgersi nel prossimo ottobre 2016″.

“Manifestazioni popolari, convegni? Potranno sempre svolgersi”. “Il dibattito sul referendum è stato molto ampio, tutti i rappresentanti della conferenza dei capigruppo sono intervenuti. Alla fine seppur ognuno ha portato il suo contributo alla discussione. L’unica posizione diversa è stata quella del Consigliere Italo Magno, di Manfredonia Nuova, comunque utile alla causa che tutti noi. Ribadisco: siamo tutti contrari, e il Consiglio comunale lo ha ribadito attraverso degli atti. Ora bisogna proseguire con l’indizione del referendum perchè il popolo è sovrano, lo dice anche la Costituzione. E’ una opportunità e non un modo per ‘lavarsi le mani’. Al contrario. Noi tutti, con il sindaco in testa, abbiamo il dovere morale di lavorare affinchè la città si possa esprima nettamente contro l’installazione del deposito. Davanti ad una fortissima manifestazione di contrarietà, seppur attraverso un referendum consultivo, tutti gli altri (dal Mise all’Enerras) dovranno prenderne atto. Nessuno dice che non dobbiamo fare manifestazioni, o convegni, comitati, sarò il primo a parteciparvi se sarò invitato. Dico soltanto che tutti i protagonisti della politica, i cittadini, i consiglieri comunali, i partiti, i movimenti, gli imprenditori, i giornalisti, hanno la responsabilità sociale di rappresentsre la città. Abbiamo il dovere morale di ascoltare la cittadinanza”.

“Nessuna statistica sull’affluenza. Non accettiamo nessuna ‘compensazione’ dall’Energas: non lo vogliamo”. “Niente statistiche sull’affluenza. Penso soltanto che, per l’esperienza che abbiamo avuto come città, non ci possiamo permettere di non guardare al futuro. Eventuali compensazioni dall’Energas? Non le accettiamo. E’ un’ingiustizia e continueremo a batterci”, conclude Prencipe.

allegato
Modifica art Statuto

g.defilippo@statoquotidiano.it



Vota questo articolo:
39

Commenti


  • Le cene più belle sono il giovedi perchè finiscono con il botto!

    Atto III scabrosa commedia. Perchè non muovete i vostri chiapponi e andate con una folta rappresenta a Roma? perchè non organizzane un mobilitazione generale! Davvero ci credete tutti scemi!


  • Filomena

    Per l’ idiota che si nikka le cene….sei solo una merdina . L’invidia brutta malattia.


  • antonella

    Anche le parole nascondono un doppio senso, i coraggiosi che vogliono guardare al fututo, il futuro per certa gente sarebbe energas? Commedia da due soldi.


  • Bruno Quadrato

    Presidente, abbiamo messo nelle vostre mani la città e avete il dovere di custodirla, preservarla e migliorarla riconsegnandola alla popolazione alla fine del quinquennio. Praticamente come hanno fatto le precedenti amministrazioni (più o meno). Quindi metteteci la faccia e con il buon senso del padre di famiglia fate quello che la gente si apetta per il bene futuro dei figli.
    Se cade una stella nel golfo può esserci un maremoto per destino avverso, ma se dovesse scoppiare un’altra colonna dell’arsenico chi potrà mai perdonarvi?


  • Un cittadino si chiede...?

    Parlatene con tutti, parlatane seminate informazione in questa città omertosa e sottomessa. Raccontante del miracolo di uno spettacolare insediamento in un territorio a rischio sismico. Come lessi da qualche parte,necessita una inchiesta pubblica atta a rendere nota tutta la vicenda passo dopo passo dal 2000 ad oggi. Tutti i documenti firmati a Manfredonia e a Bari utili ad agevolare il percorso del più grande deposito di Gpl in territorio a rischio sismico, un pezzo di terra maledetto, prima facente parte del Parco nazionale del gargano, in seguito escluso da esso.
    Un pezzo di terra maledetto posto tra l’Oasi Naturale di Lago Salso e il Parco Nazionale del gargano, un pezzo di terra maledetto davvero. Ma chi sono i personaggi che vogliono questo insediamento? Chi sono? Come mai la cittadinanza sino ad un certo periodo temporale è stata di fatto tenuta all’oscuro?

  • Presidente è oramai ridicola questa situazione. Il referendum avrebbe avuto la sua utilità se si fosse celebrato mesi fa ora che senso ha?
    Che senso ha spendere 300 mila euro circa per chiedere ai cittadini il parere se poi lo stesso non sarà vincolante ne per una ne per l’altra parte?
    Il refeerendum andava celebrato quando l’ho ha proposto Bordo ad agosto 2015 oggi non serve a nulla.
    Vi ricordo che per la vostra bella gestione, Lei contribuisce ad amministrare questa città da 20 anni e oggi abbiamo UN BILANCIO CHE FA ACQUA DA TUTTE LE PARTI, tanto che per far quadrare i conti avete previsto 1,5 mln di euro in più di multe vale a dire un aumento del 200 %, IL BILANCIO CHE FA ACQUA DA TUTTE LE PARTI , e viene detto anche dal nuovo collegio dei revisore dei conti, e VOI VI PREOCCUPATE DI METTERE IN ATTO UN REFERENDUM INUTILE?
    Quei soldi li potreste spendere per palestre e scuole che fanno ACQUA DA TUTTE LE PARTI COME IL BILANCIO DEL COMUNE


  • il giovedi sera a cena con energas,

    Manfredonia in saldo estivo dal 16 giugno e per tutta l’estate, vendesi.


  • Mata Hari

    A letto con il nemico..che schifo..


  • Michele

    Cari amici, Leggete e leggete, trovata su Internet la procedura della regione Piemonte, dove viene spiegato il ruolo del CTR.
    Ora vogliamo capire quale è lo scopo o l’obiettivo aggiungerei personale delle varie associazioni contro energas (almeno sulla carta) e dei politici di Manfredonia?
    “La procedura di verifica della fattibilità sotto il profilo dei pericoli di incidenti rilevanti è condotta
    dal Comitato Tecnico Regionale (CTR) operante presso la Direzione Regionale dei Vigili del
    Fuoco. Tale organo, integrato con rappresentanti della Regione, della Provincia, del Comune e
    dell’ARPA, rappresenta difatti l’autorità competente ai sensi del D.Lgs. 334/1999. Il Presidente del
    CTR ha pertanto comunicato alla Conferenza dei Servizi, con nota n. 802 del 5 febbraio 2012,
    l’avvenuto avvio dell’istruttoria finalizzata al rilascio del NOF.
    La Regione Piemonte partecipa al CTR attraverso un proprio componente nominato tra il personale del Settore Risanamento acustico, elettromagnetico ed atmosferico e grandi rischi ambientali al quale, conseguentemente, il Ministero procedente ha ritenuto di doversi riferire ai fini della
    Conferenza.”


  • doppio gioco

    Tutti i leccasfintere a leccar con dedizione.


  • le cene piu' belle sono il giovedi

    Ho fatto una cena stupenda poi ho goduto come un pazzo che cena e’ senza il botto finale? invidiosa sarai tu frustrata.


  • le cene sipontine

    Alla faccia dei balocchi ahahahah


  • il giovedi sera a cena con energas

    Bhe è vero i masochisti -godono anche quando le botte le prendono da dietro.


  • l'odissea di San Spiriticcho

    scandalosa la loro falsita’.


  • Mah

    Mi dite a cosa serve un referendum consuntivo che non ha nessuna valenza? Si ad Energas


  • ex Enichem

    Povera Manfredonia,ci hanno fatto chiudere a noi e mò,e dopo ce gente che sta già andando a Napoli a fare i corsi,ed e gente mandati dalla politica.


  • seguite le pietre..

    Siamo stufe di gente cresciuta a latte e miele e con la pancia piena ci vuole sviluppo e crescita e lavoro


  • n gil a ngil

    I pescatori hanno gia’ firmato e attendono disposizione per la protesta!!!


  • simp.pd deluso

    Ho letto il manifesto di Manfredonia Nuova e mi sa tanto che hanno ragione su tutto!!!


  • letto a 10 piazze

    Non intasate l’alcova del sultano, uno alla volta e rispettate la fila.


  • nicos

    BALLE intanto continuate a dare i soldi ai giudoni del campo sportivo.Paisa’ acca’ nisciune e fess!!


  • dino giordano

    A me non interessa se “il popolo sovrano” si esprima o no tramite un referendum. A me interessa che questo impianto del k…. non si faccia per una marea di ragioni che non sto qui ad elencare,ne dico solo una.
    Creazione di posti di lavoro a regime non più di 100 persone,impatto ambientale devastante(a parte il rischio incidenti).
    Siamo tutti contrari? Vedremo quando arriveremo al dunque.
    Saluti


  • Pio

    Tanti cittadini e tanti vostri elettori si aspettano da Lei e i suoi colleghi politici

    fattivo interessamentoe e risoluzione totale del problema, ossia questo

    deposito non si deve fare a Manfredonia. Manfredonia è stata già munta.
    Con ossequio


  • Oscena messa in scena

    Tra poco inizierà il gioco dello scaricabarile.


  • Uno di Voi

    Si gioca con l’ignoranza.

    Si gioca con i personaggi.

    Si gioca con le parole.

    Dopo studio matto e disperatissimo, da dicembre 2015 a giugno 2016, la montagna a partorito un topolino, addirittura con una ridicola unanimità, tra pd, m5s e destra!

    Tutto questo sgorzo di meningi per cosa?

    Per rendere fattibile, attuabile, il referendum, cioè dare il potere di decidere alla.sovranità popolare.

    Così possono pensare i benpensanti.

    Ma è davvero così?

    Manco per niente!

    Il referendum consultivo è qualcosa di positivo, perché potrebbe far crescere il senso civico di collettività degli individui, ma il suo valore fattivo è né più né meno di un inutile sondagggio, per valutate e controllare l’opinione pubblica.

    Se poi tale referendum viene svolto a babbo morto, quando non serve, quando si hanno tutte le autorizzazioni ministeriali, in cui non compare espressamente,, nelle premesse degli atti, la volontà generale della cittadinanza, anche un asino capirebbe la sua inutilità per la popolazione, ma la necessaria utilità per i responsabili politici delle nefandezze di cui sono i soli responsabili protagonisti ipocriti senza se e senza ma!

    Il petsonaggio che hs protocollato coraggiosamente un fogliettino, poteva essere un qualsiasi consigliere.

    Dal 1999, data in cui energas ha presentato il suo progetto, ce ne abbiamo avuti minimo 50.

    Tra questi, lo presenta un anziano di oltre 60 anni che dal 1999 è in consiglio comunale e solo oggi si sveglia. È lui, non un ventenne, un trentenne o quarantenne parla di futuro!

    E gli altri, che fanno?

    A cosa hanno pensato fino ad ora?

    Nei paradossi che vive politicamente abbiamo un anziano conservatore che parla di coraggio e di futuro, come se fosse un paladino progressista!

    Ricordo al paladino progressusta che è, insieme al suo partito, un vecchio conservatore di uno status quo fallimentare!

    Se credete nel referendum, dovete credere nel modello di democrazia diretta, cioè nel limitare il vostro potere rappresentativo per concederlo fattivamente alla sovranità popolare.

    In questa iniziativa, invece, non c’è traccia di proiettare manfredonia verso il futuro, altrimenti avreste aggiunto anche il referendum confermativo e tutti e tre senza quorum e VINCOLANTE.

    Inoltre avreste pensato, ora, a far svolgere on line o con posta le votazioni, coprendo
    tutta l’area urbana con rete wifi gratuita, fornendo pin e password, attivando corsi di educazione civica al Luc.

    Infine, sempre nell’ottica del gioco, il referendum lo potevate indire l’anno scorso quando i 2/3 dei consiglieri l’avessero proposto, senza far spendere soldi.

    L’IMPORTANTE, ORA, E’ FAR RIDERE…E VE LA STATE CAVANDO ALLA GRANDE!


  • il partigiano


  • cane sciolto

    Uno di voi ha sempre ragione, purtroppo.


  • Zuzzurellone Sipontino

    Domanda: ma in passato vi à stata qualche cena/ pranzo napolitana?


  • pescatore xxl

    Il coraggio dei manfredoniani dobbiamo dimostrarlo venendo a palazzo san Domenico ….fatjie.Vergognatevi state svendendo Manfredonia.


  • Donato

    Ma se tutti sono d’accordo (cittadini e governo comunale) contro l’energas, a cosa serve un referendum consultivo???

    A spendere 300.000 euro?

    Mah….


  • Manfredolandia

    Tra poco i fantomatici personaggi porteranno anche le mogli a corte da sua Maestà con la speranza di ottenere qualche questua?


  • Ulrich

    Questa farsa deve finire se avete a cuore le sorti della città dovete scendere in piazza e mobilitare la cittadinanza. In testa il Sindaco con tutta la giunta e i consiglieri. Altrimenti non vi crederà nessuno.


  • IL GIULLLARE SIPONTINO!!!

    PER RISPETTO DI CHI CI OFFRE QUESTO SPAZIO EVITO DI SCRIVERE PAROLACCE. OHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH MA VERAMEND CIA VUT PIET P STUDC???????????
    E MO AVAST!!!!!!
    FINITELA CON QUESTA PAGLIACCIATA!!


  • 100 posti

    Ho letto che siamo a 100 posti…cavolo sono tanti….mica pochi
    Comunque quando avrete decisi…fate un elenco di cosa volete a manfredonia…perche nin é ancora chiaro…anche perché leggo che non vi va bene nulla…
    Solo cassa interazioione o posti statati….


  • Il porto turistico senza barche e il mercato ittico senza pesci

    State rovinando tutte prospettive economiche e turistico ambientali ma a revla vostr se era cosa buona e giusta Energas si insediata a Manfredonia?No si insediata sul territorio campano.Da mass d studc.


  • sportivo disgustato

    chissà magari anche abbonamenti gratis per i pezzenti lacchè senza dignità


  • Francesco

    Il noto presidente per regalare il territorio agli speculatori aveva previsto una popolazione a Manfredonia di 80.000 abitanti. Poi ha ammesso di aver sbagliato ma i danni non li ha pagati nessuno. Ora i danni all’Energas chi li pagherà? Altro mutuo per i contribuenti di manfredonia. Gli amministratori comunali (sindaci, assessori etc) non hanno mai pagato per tutti i danni fatti a Manfredonia.


  • Miki

    Presidente del consiglio comunale ,prof. A. Prencipe, lei ad un certo dell’articolo dice:se ci saranno le manifestazioni ,sarò il primo a parteciparvi se sarò invitato. Noi prima di tutto vogliamo anche il Primo cittadino a capo della manifestazione. Poi le pare giusto chiedere l’invito ? è di una freddezza glaciale! E’ come trovarsi a una festa familiare ,in cui uno di loro,parente stretto, chiede il permesso di partecipare essendo già sul posto e al banchetto.


  • Francesco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati