Cronaca
“Occasione per valorizzare la Capitanata nel sistema ferroviario regionale e nazionale”

Collegamento veloce Bari-Roma, nota CISL e Adiconsum

Di:

Foggia. “Bene la posizione del presidente nazionale dell’ANCI, nonché sindaco di Bari, *Antonio De Caro*, in merito al nuovo collegamento veloce Bari – Roma. Si tratta di una valida opportunità di crescita per il capoluogo regionale e per la Puglia che deve però essere anche occasione per valorizzare il territorio di Foggia nel sistema ferroviario pugliese”. E’ quanto affermano le segreterie territoriali di Cisl e Adiconsum di Foggia che intervengono, ancora una volta, sull’importante questione dei trasporti che rappresenta per la Capitanata una leva strategica per rilanciare sviluppo, occupazione e qualità della vita.

“L’inadeguatezza della disponibilità dei collegamenti veloci dalla Puglia verso la capitale rispetto ad altre aree del Paese rappresenta un gap da colmare al più presto, a tal proposito riteniamo necessario definire con chiarezza – affermano il segretario generale della CISL di Foggia, *Emilio Di Conza e Giovanni d’Elia*, presidente provinciale di Adiconsum – le modalità operative affinché il treno ‘Frecciargento’ di prossima istituzione, che partirà da Bari il prossimo 28 giugno per Roma Termini, con i tempi di percorrenza ridotti a molto meno di quattro ore, possa rappresentare la svolta tanto auspicata”.

A parere di CISL e Adiconsum, “l’entrata in esercizio entro quella data del primo tratto delle infrastruttura ‘alta Capacità’ Foggia-Bovino favorirà tale percorso. Il collegamento deve vedere necessariamente coinvolta anche la Capitanata”, sottolineano Di Conza e d’Elia, in questa direzione, “la possibilità di avere un treno veloce per la Capitale, in una fascia oraria ad alta frequentazione, è una risposta opportuna e necessaria, atteso l’enorme bacino di utenza (Molise, Basilicata e Nord Barese) che fa riferimento alla Stazione FS di Foggia. I tempi leggermente superiori di pochi minuti (due) di una normale sosta, considerato le caratteristiche dello scalo Foggiano, non possono e non devono – concludono Cisl e Adiconsum – rappresentare un ostacolo”.



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Redazione

    De Leonardis: “Il treno diretto Bari-Roma una vittoria? No, una sconfitta per la Puglia”
    Nota del presidente del gruppo regionale di Alternativa Popolare, Giannicola De Leonardis.
    “Quando il sindaco di Bari – e presidente nazionale dell’Anci – Antonio Decaro ha sollecitato mesi fa i vertici di Trenitalia per l’implementazione di un collegamento diretto tra il capoluogo di regione e Roma, al mattino presto, sono stato il primo a permettermi di ricordargli che l’esigenza di raggiungere la Capitale in orari comodi – per impegni di varia natura – era sentita anche da Foggia e dal considerevole bacino d’utenza della provincia; e che Foggia era – e dovrebbe essere – ancora da considerarsi una città della Puglia, peraltro non con un aeroporto operativo e con voli diretti quotidiani da e per Roma. Considerazioni elementari ma che non hanno prodotto alcun risultato, né indotto nessuna delle parti interessate e direttamente protagoniste di questa vicenda a un ripensamento.
    Il ruolo di semplice consigliere regionale, purtroppo, non mi permette ulteriori iniziative: ma credo ugualmente di esprimere e rappresentare lo stato d’animo di una intera collettività, meritevole di una considerazione che non riesce a ottenere dalle istituzioni, nel considerare questo nuovo collegamento non una vittoria ma una sconfitta. Una sconfitta della politica, dell’imprenditoria e di una classe dirigente che hanno mostrato ancora una volta una colpevole miopia nel bypassare un territorio considerato un peso e non una risorsa e ancora una volta ignorato, salvo poi ovviamente attirare riflettori e passerelle in base a convenienze ed interessi estemporanei. Una sconfitta che suscita e lascia una profonda amarezza, e allarga quel solco di diffidenza e distacco che sarebbe stato invece opportuno e doveroso ricucire e chiudere, nell’interesse dei cittadini, quelli relegati a un eterno limbo e costretti a subire sulla propria pelle decisioni dalle quali vengono sistematicamente scavalcati e traditi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi