Manfredonia
Sul posto gli ispettori ambientali territoriali della Civilis

Manfredonia, vasto incendio nella Riserva “Palude di Frattarolo”

La "Riserva naturale Palude di Frattarolo" occupa complessivamente una superficie di 257 ettari. Sono presenti tra l'altro tamerici e salici tra le piante ad alto fusto

Di:

Manfredonia. VASTO incendio stamani nell’area “Riserva naturale Palude di Frattarolo”, area naturale protetta della regione Puglia, in agro del Comune di Manfredonia. Sul posto gli ispettori ambientali territoriali della Civilis, con la pattuglia di servizio, gli operatori dell’ Arif Puglia e dei Carabinieri forestali -tutela ambientale e forestale, e i Vigili del fuoco territoriali.

La “Riserva naturale Palude di Frattarolo” occupa complessivamente una superficie di 257 ettari. Sono presenti tra l’altro tamerici e salici tra le piante ad alto fusto.

VIDEO

L’incendio poteva avere conseguenze ben peggiori, vista la temperatura calda di questi giorni e la siccità. L’area colpita è di pochi ettari di steppa e canneti. “Si è rilevata vincente, per adesso, la scelta di insediare un presidio ARIF nell’oasi. Infatti l’intervento è stato immediato ed i mezzi erano già pronti sul posto”.

Redazione Stato Quotidiano.it – Riproduzione riservata



Vota questo articolo:
13

Commenti


  • svolta

    Bravi, sempre i più solerrti ad arrivare…. Una medaglia al valore civile.
    Generale, ispettori, oltre a quanto è al molo di ponente, andate a documentare il degrado del molo di levante (vedere quanta plastica e polistirolo sta tra gli scogli sino alla fine del molo) ed anche al “mulucill”. Fai unnesposto all’attuale Autorità Portuale, non vorrei che dica di non sapere nulla. Grazie
    Legambiente che dite facciamo anche al molo di levante una bella raccolta di plastica e polistirolo che viene e va dal/nel mare.


  • cucuzzill

    Non c’è nessuno ancora che punta il dito verso i cacciatori?? Cosa state aspettando questa è un area protetta,è nel parco nazionale del Gargano……………..


  • Sorridi sei a Manfredonia: la città dei balocchi

    Mi sa tanto che rappresentano l’unica entità istituzionale “viva” a Manfredonia.


  • svolta

    X quanto ne sappia non è una istituzione ed è forse questo il motivo per cui funziona è vigile ed opera per il benessere della collettività. È grazie all’azione meritoria e volontaria dei propri adepti che questa associazione da il proprio contributo. Bravi ragazzi siete uno dei pochi esempi d’orgoglio di Manfredonia.


  • The King

    Stranissimo che un valente Generale Comandante come Marasco non ricopra la carica delll’Assessorato all’ambiente del Comune di Manfredonia, la nostra terra e cinta d’assedio dai rifiuti urbani e .., da gravi fenomeni di inciviltà e tutto il resto. Ci vuole gente esperta e operativa!

  • Ma vai a farti un bagno al mare Giuseppe marasco —


  • Michelantonio

    Ma com’è possibile che una riserva di tale importanza non abbia un addetto alla sorveglianza, è se c’è come possono le fiamme a distruggere tanti ettari??
    Non si poteva intervenire al primo segnale di fumo????


  • Mi vergogno di essere sipontino

    Un meraviglioso territorio, devastato, degradato e privo di controlli.


  • Sante

    L’operato del Gen. Marasco mi sembra che stia enormemente pubblicizzato a discapito delle forze dell’ordine che lui stesso chiama “forze stipendiate”.
    Per chi guarda e legge é abbastanza facile credere a tutto ciò che si scrive.
    Le forze dell’ordine (tutte) fanno il loro lavoro duramente ogni giorno e non si limitano a mettere i video e a dire “a voi i commenti” ma vanno fino in fondo (indagini, arresti, processi) senza che NESSUNA pubblicità sui giornali.
    Complimenti al Generale Marasco ma non esageriamo, non facciamo diventare le cose più grandi di quelle che sono eh!


  • IL GIULLARE SIPONTINO!!!!!!!!!

    MARASCO FAI IL COLPO DI STATO!!!!!! IL POPOLO È CON TE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!


  • pentastellato

    Tutti gli anni, da decenni, puntualmente ogni estate, prevedibile, lo stesso scempio di centinaia di animali bruciati vivi, con una stazione di carabinieri forestali dislocati nell’oasi lago salso. Basta scorrere i giornali degli anni precedenti, per rendersi conto di quanto siamo di memoria corta, tanto da stupirci ogni volta. Vogliamo scommettere che anche l’anno prossimo, ed ancora il 2019-20-21-22-23-24-25…….. ci sarà sempre l’incendio? Bisogna buttare fuori tutti (si rivolga alle autorità competenti,ndr) che hanno interesse a mettere fuoco, per liberare il territorio dagli sterpi,- INCAPACI AD IMPEDIRE UN EVENTO RIPETITIVO ANNUALE.


  • Il bagnante dell'Isola che c'era

    L’incendio a volte serve a giustificare la presenza di certe figure sul territorio come chi vigila…se non ci fossero incendi il lavoro verrebbe a mancare…
    Comunque rivogliamo il parcheggio all’acqua di cristo..lì chi vigila?


  • matteo rinaldi

    E a mennèzze chi la guarda?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi