ManfredoniaZapponeta
''L’integrazione si attua e si contribuisce a costruirla in una comunità"

Zapponeta, Rizzi vs D’Aloisio “Migranti, provvedimento dal sapore discriminatorio”

Il 19 giugno l’amministrazione comunale di Zapponeta, guidata dal sindaco Vincenzo D’Aloisio, ha disposto che le pratiche “dei nuclei familiari extracomunitari che presentano una certa complessità, vengano trattate nei giorni di apertura pomeridiana il Lunedì e il Mercoledi”


Di:

Foggia. ”L’integrazione si attua e si contribuisce a costruirla in una comunità, soprattutto quando è una piccola comunità, anche nelle azioni della burocrazia comunale.

Il 19 giugno l’amministrazione comunale di Zapponeta, guidata dal sindaco Vincenzo D’Aloisio, ha disposto che le pratiche “dei nuclei familiari extracomunitari che presentano una certa complessità, vengano trattate nei giorni di apertura pomeridiana il Lunedì e il Mercoledi”.

Ovvero il sindaco, che ha firmato insieme al segretario generale questa disposizione, ha stabilito che le famiglie di immigrati devono recarsi negli uffici comunali dei Servizi Demografici solo due volte alla settimana di pomeriggio. Motivo: quell’ufficio ha una sola unità presente. E gli altri giorni? E durante l’apertura mattutina degli uffici cosa accadrà? L’impiegato, a seguito di questa disposizione, si rifiuterà di valutare la pratica che viene presentata dall’immigrato?

Negli uffici pubblici si regola sicuramente l’accesso disponendo orari e giorni, ma per tutti. Non si può stabilire che un immigrato abbia accesso ad un ufficio comunale solo di pomeriggio e solo due volte alla settimana. Il provvedimento ha un sapore discriminatorio.

(Foggia, 22 Giugno 2017
Il Presidente regionale di Arci Puglia Davide Giove
Il Presidente provinciale dell’Arci di Foggia Domenico Rizzi)

Zapponeta, Rizzi vs D’Aloisio “Migranti, provvedimento dal sapore discriminatorio” ultima modifica: 2017-06-22T17:29:22+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Pasquino

    No! E’ soltanto carenza di personale. Ci sono comuni che le pratiche per gli immigrati le fanno solamente su appuntamento. Il problema è da quale pulpito viene la predica?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi