Stato prima
"Non sappiamo chi li ha rapiti", ha detto Alaa Al Queck, "ma sappiamo che gli italiani si trovano nel sud-ovest e che entro 10 giorni saranno liberi"

Fajr Libya, non abbiamo rapito italiani

Il portavoce di Fajr Libya - la milizia islamista che ha imposto un governo parallelo a Tripoli - ha affermato all'ANSA che il suo gruppo "non è dietro il rapimento degli italiani"


Di:

(ANSA) – IL CAIRO, 22 LUG – Il portavoce di Fajr Libya – la milizia islamista che ha imposto un governo parallelo a Tripoli – ha affermato all’ANSA che il suo gruppo “non è dietro il rapimento degli italiani”. “Non sappiamo chi li ha rapiti”, ha detto Alaa Al Queck, “ma sappiamo che gli italiani si trovano nel sud-ovest e che entro 10 giorni saranno liberi”.

(ANSA) Fonti ai media libici, ‘italiani portati nel deserto’ – Il quotidiano online libico ‘Akhbar Libia24’, citando fonti di Sabrata, città sulla costa nord-occidentale del Paese, ha scritto che “i 4 italiani rapiti sarebbero stati portati in una zona desertica dove è facile trovare nascondigli”. Secondo le fonti, “i rapitori “hanno fatto scendere gli italiani dalla loro macchina, e li hanno fatti salire in un’auto obbligandoli a lasciare i loro telefoni cellulari”. Il sito aggiunge che “l’autista dell’auto degli italiani è stato legato e abbandonato nel deserto”. (ANSA)

Fajr Libya, non abbiamo rapito italiani ultima modifica: 2015-07-22T19:49:16+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This