FoggiaManfredonia
Atto in allegato

Nuove assunzioni. Risparmi spesa personale “17.5 mln per l’Asl Foggia”

E' stato stabilito che ASL possono "avviare, nelle more dell’ approvazione da parte della Giunta Regionale del piano assunzionale, le procedure per il reclutamento del personale"

Di:

Fabbisogno ASL

Fabbisogno ASL

Bari/Foggia. COME anticipato, con recente delibera la Giunta regionale pugliese ha quantificato i risparmi sulla spesa del personale anno 2013, come certificati dal Tavolo di verifica degli adempimenti del Programma operativo, indicati nella tabella seguente:

Azienda DGR 581/2013 e smi DGR 183/2014 e smi – Importo già autorizzato con DGR 1824/2014 e smi – Ulteriore tranche 2016 – Disponibilità Totale (rispetto al costo del personale 2013)
ASL BA € 4.968.000 € 25.952.000 € 15.625.116 € 7.695.060 € 54.240.176
ASL BR € 1.154.000 € 5.768.000 € 9.205.661 € 4.542.339 € 20.670.000
ASL BT € 1.468.000 € 0 € 8.276.256 € 4.083.744 € 13.828.000
ASL FG € 1.008.000 € 1.874.000 € 7.857.756 € 6.800.244 € 17.540.000
ASL LE € 560.000 € 1.810.000 € 7.125.883 € 6.165.117 € 15.661.000
ASL TA € 1.544.000 € 11.236.000 € 10.909.793 € 10.823.777 € 34.513.570
A.O.U. Policlinico € 11.146.000 € 876.000 € 11.085.228 € 5.510.772 € 28.618.000
A.O.U. O.O.R.R. Foggia € 2.776.000 € 0 € 7.404.437 € 3.653.563 € 13.834.000
IRCCS de Bellis € 0 € 224.000 € 2.257.891 € 1.114.109 € 3.596.000
IRCCS G.Paolo II € 1.811.000 € 328.000 € 2.057.011 € 1.014.989 € 5.211.000
Totale 26.435.000 € 48.068.000 € 81.805.032 € 51.403.714 EURO 207.711.746

E’ stato inoltre disposto che “le Aziende/Enti del SSR, sulla base delle suddette somme, devono adottare apposito piano assunzionale al fine di fronteggiare le criticità verificatesi con l’entrata in vigore del nuovo orario di lavoro di cui all’art.14 della L. 161/2014 e tenendo conto delle nuove esigenze assistenziali derivanti dall’applicazione del riordino della rete ospedaliera da cui si evinca:

1. I profili professionali e relativa spesa sostenuta per le assunzioni di personale già autorizzate con le deliberazioni di G.R. n. 581/13, n.183/14 e n.1824/14 smi;
2. I risparmi, calcolati in ragione d’anno, derivanti dalle cessazioni del personale a tempo indeterminato, con esclusione del personale delle categorie protette, intervenute negli
anni 2014-2015;
3. I profili professionali e relativa spesa per le assunzioni di personale a tempo indeterminato da effettuare, ritenute necessarie a garantire i livelli essenziali di assistenza e a dare attuazione alle disposizioni sul nuovo orario di lavoro di cui all’art.14 della L. 161/2014;
4. I profili professionali per le assunzioni da effettuare per sostituire l’eventuale personale in mobilità in uscita ed il personale a tempo determinato assunto su posti vacanti;
5. L’evidenza della quota riservata al personale di cui al DPCM 6.3.2015.
6. La spesa complessiva annua preventivata, specificando i profili professionali e relativi costi di tutto il personale a tempo determinato e indeterminato, comprendendo anche il costo delle nuove assunzioni programmate in ragione d’anno, di cui al punto 3 e 4;
– i piani assunzionali devono essere trasmessi, tassativamente entro 30 giorni dalla notifica del presente provvedimento, al competente Dipartimento Promozione della Salute, del benessere sociale e dello sport per tutti, per la successiva approvazione da parte della Giunta Regionale, al fine del monitoraggio della spesa per la verifica del limite di cui all’art.2, comma 71 della L.191/2009 s.m.i.

E’ stato inoltre stabilito che nella predisposizione del piano assunzionale le Aziende possono:
– modificare e/o riconvertire i profili professionali del personale, già autorizzati con le deliberazioni su menzionate, in altri ritenuti più necessari.
– procedere alla modifica quali-quantitativa della dotazione organica con le procedure previste dalla deliberazione di G.R n. 3286/1998, da sottoporre all’approvazione della Giunta Regionale ai sensi dell’art.6, comma 4 del D.lgs 165/2001s.m.i. e in applicazione dell’art. 12 della l.r. 20/2002.

Inoltre è stato stabilito che ASL possono “avviare, nelle more dell’ approvazione da parte della Giunta Regionale del piano assunzionale, le procedure per il reclutamento del personale, con esclusione dei Direttori di struttura complessa che restano soggetti ad approvazione, nei limiti economici previsti nella colonna “Ulteriore tranche 2016” e dei risparmi derivanti dalle
cessazioni intervenute negli anni 2014 e 2015”.

“Il piano assunzionale deve essere predisposto nell’ambito dell’equilibrio economico-finanziario, prevedendo che l’eventuale incremento della spesa del personale deve trovare copertura nel proprio bilancio aziendale, anche mediante l’utilizzo dei risparmi programmati su altre voci di spesa”.

allegato
Delibera – 1072 2016 – documento 1

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT – RIPRODUZIONE RISERVATA



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati