Manfredonia

Beni culturali, 5 milioni per Monte Sant’Angelo

Di:

Castello Monte Sant'Angelo (st)

Monte Sant’Angelo – GRANDI notizie per Monte Sant’Angelo. Grazie ai fondi POin (Attrattori culturali, naturali e turismo) a Monte Sant’Angelo sono in arrivo ben 5 milioni di euro dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del Turismo. I progetti finanziati – relativi a opere di restauro, riqualificazione e valorizzazione di importanti siti archeologici e strutture architettoniche – sono: fossato del Castello, ex chiesa di Santo Stefano, Museo “G. Tancredi”, Abbazia di Pulsano e la “cittadella Micaelica”.

Ammontano a cinque milioni di euro i finanziamenti destinati a Monte Sant’Angelo e relativi ad “interventi per il miglioramento delle condizioni di offerta e di fruizione del patrimonio delle Aree e dei Poli di attrazione culturale e naturale”.

Nello specifico: 500mila euro per il fossato del Castello; 700mila per l’ex chiesa di Santo Stefano facente parte del complesso conventuale di San Francesco; 400mila per il museo delle arti e tradizioni popolari del Gargano “Giovanni Tancredi”; 700mila per l’Abbazia di Santa Maria di Pulsano; 2 milioni 500mila per la cittadella Micaelica, progetto della Soprintendenza che comprende il Santuario (Patrimonio Unesco) e il complesso monumentale di San Pietro (con il Battistero di San Giovanni in Tumba, detto “Tomba di Rotari”; la chiesa di Santa Maria Maggiore e la chiesa della Madonna della Libera).

“Un risultato che ci inorgoglisce particolarmente poiché premia un attento lavoro di progettazione e di programmazione messo in atto dall’amministrazione comunale che punta alla tutela, riqualificazione e valorizzazione del nostro patrimonio culturale – dichiara Antonio di Iasio, Sindaco di Monte Sant’Angelo, che aggiunge – I progetti approvati sono immediatamente cantierabili ed entro settembre saranno pubblicati tutti i bandi. Un riconoscimento che arriva in un momento di positiva congiuntura tra la progettazione turistica e quella culturale della nostra Città che vede già concretizzati alcuni progetti fondamentali per lo sviluppo del territorio. La strada da percorrere è quella giusta. Il nostro impegno sarà sempre maggiore affinchè questi riconoscimenti diventino motivo di sprone per fare sempre più e meglio”.

Giovanni Granatiero, assessore ai beni e alle attività culturali della Città di Monte Sant’Angelo: “Questi finanziamenti rappresentano un premio al nostro lavoro e ci dicono che le politiche e le strategie messe in campo stanno andando nella giusta direzione. Un lavoro che mira a tutelare e a valorizzare il nostro immenso patrimonio artistico e architettonico, fatto di storia secolare, arte e tradizioni. Inoltre, credo che questo sia un riconoscimento alla capacità progettuale e programmatica dell’Amministrazione in materia di beni culturali e rappresenta sicuramente un proseguo dei progetti strategici fin qui messi in campo, quali la rete dei siti Longobardi, l’asse forte con gli altri due siti Unesco della regione Puglia e la ‘cardMSA’, il biglietto unico per l’ingresso ai musei/monumenti”.

I fondi del Ministero dei beni e delle attività culturali e del Turismo relativi al Programma Operativo Interregionale (POIn) erano fermi dal 2012. Dei 113 milioni 556.512,69 euro destinati ai progetti pugliesi, 33 milioni 724.682,94 sono destinati a progetti di Comuni aderenti al Piano strategico di Area Vasta “Capitanata 2020 – Innovare e Connettere” e, in modo particolare, dell’area del Gargano.

Redazione Stato@riproduzioneriservata

Beni culturali, 5 milioni per Monte Sant’Angelo ultima modifica: 2013-08-22T17:24:02+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi