Manfredonia

Manfredonia, vota l’opera più brutta, da riqualificare (17 tracks)

Di:

Entrata Palasport Scaloria (statoquotidiano@)

Manfredonia – QUALE l’opera più brutta di Manfredonia? Quali – fra quelle elencate – le opere che suscitano ipotetico risentimento in considerazione del rapporto spesa-utilità-realizzazione? Come linkato nel testo, per alcuni casi sono in corso progetti di completamento o ristrutturazione. Quale dunque l’opera da riqualificare? Tutte, in considerazione dei fondi spesi, o parte delle stesse? Esprimi liberamente la tua opinione su Stato (REGOLAMENTO IN BASSO).

ELENCO (CLICCANDO LINK DI APPROFONDIMENTO)

1) Pista ciclabile di Siponto (VIDEO)

2) Piscina comunale zona vecchio programma di fabbricazione (dal primo bando al progetto dell’Icos)

3) Impianto Scaloria – campo da calcio/atletica (dai fondi di Italia ’90 al progetto di ristrutturazione, da 99mila euro)

4) Palasport Scaloria

5) Nuovo Mercato Ittico (motivazione: fallimento Cogeim)

6) Ponte incompiuto viale Giuseppe di Vittorio – Ponte Lungo

7) Pannelli zona Eurospin

8 – Impianti di raccolta acque nere e di sentina

9) Frangiflutti – Siponto

10) Valorizzazione Cymodocea Nodosa Lungomare di Siponto (progetto in corso)

11) Nuovi comparti edificatori – Opere incompiute

12) Capannoni Contratto d’Area di Manfredonia-Monte Sant’Angelo-Mattinata (fra non realizzati, realizzati ma abbandonati)

13) Infrastrutture Contratto d’Area territoriale

14) Bonifica ex Enichem

15) Bacino Alti Fondali (comprensivo della bonifica dell’amianto dalle palificate)

16) Nastri Trasportatori

17) Urbanizzazioni villaggi Riviera Sud

POTETE ESPRIMERE LE VOSTRE PREFERENZE DALLE ORE 15 E 15 DI GIOVEDI’ 22 AGOSTO ALLE 15 E 14 DI GIOVEDI’ 29 AGOSTO 2013.

Possibile segnalare anche nuove entrate.

Redazione Stato – ha collaborato Giuseppe de Filippo @riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
45

Commenti


  • Peppe

    Sono tutte cosa da fare assolutamente, ma i capannoni del contratto d’area se si possono utilizzare o affittare (sempre che che non appartengano a privati)in questo momento di crisi occupazionale potrebbero essere una boccata d’ossigeno… prima il lavoro poi il resto.


  • Redazione

    Ok Peppe, grazie per l’intervento, spunto che raccogliamo; ciao, a presto, a disposizione; Red.Stato


  • Manfredonia

    Bravissimo peppe quei capannoni se le aziende sono sparite saranno pure di qualcuno? Perché non darle in uso gratuito a chi a voglia di investire? Per favore redazione rivolgete questa domanda al sindaco.


  • io

    bella lotta. per me il ponte di vittorio però resta l’opera da premio nobel all’incapacità di certi “professionisti”.


  • frengo

    Non è un opera pubblica ma sono dell’idea che la cosa più brutta di Manfredonia sia l’hotel ristorante — allo Scalo dei Saraceni. È uno skifo! Basterebbe poco per riqualificarlo.


  • Redazione

    Ok eliminato il nome per evitare strumentalizzazioni; la ringraziamo per il suo intervento; invitiamo tutti i lettori ad intervenire; grazie, Red.Stato


  • Mik

    Secondo me sono da riqualificare tutte in ordine di importanza e utilità per il cittadino. Il problema è che alcune hanno passato il limite di convenienza del RECUPERABILE, in quanto la spesa di recupero è troppo alta.. quindi converrebbe abbattere.. E’ sempre un’ opinione personale, chi è in grado di stabilire la convenienza di un recupero delle opere c’è sicuramente e andrebbe rispettato quello che dice.. Cosa ne pensa?? Quali sono i progetti di recupero realmente sostenibili??


  • Redazione

    Grazie Mik per la risposta; non abbiamo parlato di obblighi o condanne ma pubblicato un auspicio per il recupero (e/o l’abbattimento) delle opere elencate; sono state spesi (inutilmente) dei fondi, è un dato oggettivo; grazie; a presto; Red.Stato

  • Purtroppo mi è difficile dire l opera più brutta tra queste 17,visto che sono tutte opere importanti che si trovano nella mia città e che le vorrei rivedere tutte al completo o migliorate.Posso solamente dire che tutte queste opere incomplete e abbandonate che quindi si sono rilevati soldi sprecati vengano al più presto riviste migliorate e magari completate,anche se ce ne vuole di tempo perchè ne sono tante ma si incominciasse da una delle tante.


  • Redazione

    Grazie per l’intervento Carmine, ciao, Red.Stato


  • vincenzo

    Direi che sono da rifare:pista ciclabile,barriere a mare,valorizzazione cymodocea nodosa,bonifica porto alti fondali,impianti di sentina e raccolta acque sul molo.sapete cosa hanno in comune tutte queste pseudo opere pubbliche?hanno tutte lo stesso progettìsta.capisco che si possa sbagliare ma nn azzeccarne una fa capire che bisognerebbe cambiare mestiere


  • anonimomanf

    L’opera più brutta e che il comune di Manfredonia ha prodotto una classe dirigente, sia politica che burocratica, non all’altezza della gestione del proprio territorio (creando dei veri scempi)di un paese divenuto oltretutto, nel frattempo, anche città….
    Bartali diceva: “l’e tutto brutto, l’è tutto da rifare….”


  • Domenico

    Lo scandalo dello scandalo di Manfredonia sono i nuovi comparti edificatori perche’ a differenza delle altre opere incompiute grava direttamente ed in prima persona sulla pelle della povera gente che ha investito tutti i suoi risparmi da oltre 10 anni nell’utopico sogno di una casa ad un prezzo meno folle dell’oramai inspiegabile mercato edilizio sipontino unico nel suo genere in tutta Italia ed ora si ritrova come me condannato a pagare anche un affitto che paghera’ non si sa per quanti anni ancora e la cosa piu’ orrenda e’ che adesso anche volendo non se ne puo’ uscire piu’ perche’ troppo sono le defezioni dei cooperanti che scoraggiati ed avviliti hanno ritirato la loro quota investendola in maniera differente!
    Ma e’ possibile che ancora nessuno che conti veramente non si sia reso conto chi c’e’ dietro a questi apocalittici ritardi ed in che maniera li causa?
    Qual’e’ il profitto che ne trae?
    Oramai ci sono tutti i presupposti perche’ gli organi di controllo facciano tutte le ferifiche del caso e facciano emergere le gravissime anomalie uniche nel suo genere e che non ho riscontrato in nessuna altra parte d’Italia che ho ampiamente vissuto in oltre 10 anni per motivi lavorativi, sono oramai maturi i tempi per fare quello che si deve fare per far uscire questa povera citta’ da questa empasse e stallo economico!
    La gente e’ oramai DISPERATA e’ ne ha le scatole piene ed e’ arrivata oramai al pericoloso punto di non aver piu’ nulla da perdere!


  • Redazione

    Rettificato, grazie, Red.Stato


  • Cocco bello della mamma

    Per nessuna di queste opere ha mai risposto un amministratore locale? È Mau stato fatto un controllo dalle autorità amministrative, di polizia, giudiziarie?
    Nulla di niente?
    Tanto a Manfredonia “sm tut —“


  • maria

    Impianto scaloria


  • Blu

    Bellissimo questo elenco che ricorda a tutti i milioni di euro inutilmente buttati per opere poi mai terminate.
    Anche se a mio avviso non è lo spreco peggiore, però l’opera incompiuta per antonomasia è il Ponte Lungo sulla ferrovia. Me lo ricordo da bambino quando avevano appena iniziato a costruirlo negli anni 80 dal lato di Siponto. A distanza di 30 anni è ancora li, incompiuto. Hanno fatto un piccolo tentativo di ultimazione sulla fine degli anni 90, ma andato fallito. Ormai potrebbero utilizzarlo come monumento allo spreco di denaro pubblico.


  • Uno di Voi

    Tra le opere esistenti, oltre a quelle giustamente elencate, ci aggiungerei tra le opere più brutte in assoluto per me: i palazzoni a 6 piani in cemento armato nel centro storico.

    Un vero obbrobrio degli occhi e dell’anima!

    Tra le cose brutte ci metterei anche: la mancanza del verde alberato e di parcheggi nel centro urbano.

    Tra quelle elencate: la piscina, il palasport ed il recupero dei capannoni.


  • Redazione

    Ore 18.07,
    2 voti Ponte Lungo, Piscina comunale, Capannoni Contratto d’Area,
    poi comparti edificatori, Palasport Scaloria,
    pista ciclabile, Cymodocea, impianto Scaloria,

    New Entry: palazzoni a 6 piani in cemento armato nel centro storico,
    la mancanza del verde alberato e di parcheggi nel centro urbano.

    Red.Stato
    http://www.statoquotidiano.it


  • anonimomanf

    Fra le poche opere compiute, mi viene in mente, l’ex edificio dell’Istituto Nautico.. quello in Via Dante… dove guarda caso, ora, se ricordo bene si devono spendere oltre 2.000.000,00 di € di soldi nostri per ristrutturarlo…. paradossalmente.
    Voglio dire la mia circa i capannoni realizzati ed abbandonati… anch’essi realizzati con buona parte di soldi pubblici… nostri, per cui confiscarli sarebbe la cosa più ovvia appena qualcuno ha interesse per realizzare attività commerciali, e quindi lavoro.
    Quando c’è un interesse generale da tutelare e si evincono queste macroscopiche oscenità… lo Stato deve dare un segnale forte… altrimenti che stato è.


  • Raffaele

    Al primo posto metterei le Barriere di protezione: i frangiflutti.
    Un’opera costata quasi 2 milioni di euro e hanno prodotto e stanno producendo solo un enorme danno alla costa.
    Un paesaggio rovinato, un panorama rovinato.
    A questo è collegato strettamente il progetto di valorizzazione di Cymodocea nodosa: un altro spreco di soldi quando invece basterebbe rimuovere la causa principale.
    Quindi:
    Spesa = 1.800.000 euro
    Utilità e realizzazione = Sono i primi frangiflutti quasi sommersi. L’erosione c’è ugualmente (forse in maniera leggermente ridotta, ma c’è), fungono da cestino in cui si accumula e marcisce la Cymodocea. In più il danno va continuamente estendendosi.
    A mio parere quindi decisamente quest’opera va collocata tra i primi posti!


  • Redazione

    La ringraziamo per l’intervento; Red.Stato


  • Matteo D'Apolito

    Scusa Redazione

    Ma la domanda sui Capannoni del Contratto D’Area dov’è?

    Se non sbaglio
    Quelli non realizzati non sono stati finanziati (motivo per cui vi fu il terzo protocollo, finanziato appunto con i soldi avanzanti)
    e
    Quelli abbandonati credo che siano comunque di proprietà dei titolari delle aziende e possono venderli o lasciarli a marcire, mentre solo quelli che hanno chiuso per fallimento passano al giudizio del curatore fallimentare!

    Mi sbaglio?


  • Matteo D'Apolito

    Per il resto bisogna ristrutturare con urgenza tutto ciò che conviene ancora ristrutturare e magari in alcuni casi cambiare anche la destinazione d’uso pur di renderli utili alla realtà attuale (vedi porto industriale e nastri trasportatori)
    Abbattere tutto ciò che ormai è dannoso o sconveniente!
    E soprattutto eliminare quella falsa pista ciclabile realizzata in strade strette e non idonee e per le quali tutti i cittadini hanno stramaledetto i nostri amministratori ad ogni dosso preso con la propria auto!


  • Redazione

    Parliamo di opere insistenti nel territorio di Manfredonia con relativo spreco di fondi, non comprendiamo il dubbio; se le sta bene è un altro discorso, ciao, grazie per l’intervento; Red.Stato


  • Riformatore

    Gent. Redazione

    Non era una polemica!
    Il fatto e’ che i proprietari delle aziende che hanno chiuso ed hanno pagato i loro eventuali debiti con fornitori e con le banche sono liberi anche di lasciare i capannoni in stato di abbandono e degrado e non c’e’ alcuna legge che possa confiscare un diritto di proprieta’!
    Neanche a me sta bene!
    Anche perche’ anch’io sono vittima del Contratto d’Area e pertanto spero non si voglia ancora avvantaggiare sti parassiti acquistando da loro i capannoni!
    Lasciate che se li tengano sul groppone!
    Prima o poi li dovranno svendere o regalarle alle intemperie!

    Poi se vi riferite a qualcosa di diverso allora non so!


  • Matteo D'Apolito

    Scusate ho scritto dal tablet e mi rimasto il vecchio nik potete sostituirlo con nome !


  • matteo

    Ottima questa graduatoria, ma mi chiedo e chiedo, se essa possa essere ampliata. Che dire ad esempio delle migliaia di metri cubi di cemento riversati in mare dall’ecoportoturistico per “. Riqualificar” la costa? Si potrebbe inserire nella graduatoria, ad esempio, anche l’asse ferroviario che per servire un bacino di utenza pari a n.4 pendolari, separa metà dico, metà Manfredonia dal mare? RED, possiamo inserire anche lo Stadio Miramare, fortemente voluto dalle alte sfere, la cui tipologia non si inserisce affatto nel contesto storico caratterizzato dalla presenza del Castello Svevo Angioino? Uno stadio che ha di fatto precluso la vista a mare da via S.Giovanni Bosco e che nel periodo estivo emana un pessimo odore di gomma riciclata che si espande in tutto il centro. Uno stadio la cui migliore ubicazione sarebbe stata invece l’area del palazzetto dello sport in zona Scaloria. Difatti durante le partite i tifosi della squadra ospite avrebbero avuto accesso allo stadio direttamente dalla circonvallazione. Inoltre durante le partite non si avrebbe avuto la necessità di di bloccare il viale. Che dire dei colori di arlecchino (stile pseudo Barcellonense) presenti a viale Miramare che incorniciano a pochi metri il suddetto castello? Non vi sembrano questi due contesti completamente diversi? La storia di Manfredonia a confronto con la tradizione di Barcellona: mahhh!!! RED, nella medesima graduatoria si potrebbero inserire anche tutti i monumenti o i beni storici architettonici lasciati volutamente abbandonati (nonostante tutti i finanziamenti attualmente disponibili)? La prima che mi viene in mente è Villa Rosa, il cui progetto è pronto, ma rimane lì, chiuso nel cassetto. E’ un miracolo che hanno almeno sbloccato i fondi europei per il restauro del Castello degli ipogei e della chiesa di Sipnto; incredibile ma vero!


  • amavomanfredonia

    1° campo/palasport SCALORIA
    2° ponte collegamento siponto-via di vitt.
    3° flangiflutti
    4° pista ciclabile
    …. a seguire le altre non dimenticando pero’ IL MITICO CAMPO ” UNGARETTI ” …. oramai il totale stato di abbandono ( ah quanti ricordi)


  • Matteo D'Apolito

    Ehi erroneamente avevo inviato un msg con un altro nik ma non c’e’ piu’!
    In ogni caso volevo dirvi che non volevo polemizzare volevo solo far notare che i titolari delle aziende che hanno chiuso estinguendo i debiti con fornitori e banche sono a tutti gli effetti propretari delle strutture e che pertanto non vi e’ alcuna legge che possa espropriare li stessi del diritto di proprieta’!
    Anche a me non sta bene, tanto piu’ che anch’io sono vittima dei Contratti D’Area e pertanto non vorrei ulteriormente favorire sti parassiti acquistando le strutture vacanti!
    Lasciate che se le tengano sul groppone!
    Magari un giorno saranno costretti a svendere o a regalarle alle intemperie!

    Se poi vi riferite ad altro o vi e’ una via a me ignota indicatela!

  • grazie a voi per il lavoro che fate,ciao giuseppe e redazione tutta


  • Redazione

    No Matteo, tutto chiarissimo; grazie, buona giornata; Red.Stato


  • Redazione

    Grazie per l’intervento, entro 7 giorni forniremo la classifica ufficiale; invitiamo tutti i lettori ad intervenire; per il Campo Ungaretti c’è stata una richiesta di fondi – progetto ex ministro Idem – per la riqualificazione; speriamo bene; a presto; Red.Stato


  • Redazione

    Ciao Matteo, allora aggiungiamo:
    – Cemento per costruzione porto turistico
    – asse ferroviario
    – Stadio Miramare, in considerazione della posizione
    – Villa Rosa
    – Lungomare viale Miramare
    – Monumenti e beni storici architettonici (ma deve indicare quali)

    grazie, a presto

    CHIEDIAMO A TUTTI DI INTERVENIRE PER ESPRIMERE LA PROPRIA PREFERENZA OD OPINIONE
    GRAZIE, utilizzando il forum o segreteria@statoquotidiano.it


  • Symon

    Ma se il comune ha un debito di svariati milioni, secondo voi dove andrebbe a prendere i soldi per poter finire tali opere incomplete??????


  • matteo

    OK red: Masseria settecentesca fortificata S.Spirito (o Frattarolo); unico gioiello nel suo genere in forte stato di degrado. (Si trova nei pressi della stazione Frattaroro alle spalle della ex Ajnomoto). Recuperiamo le masserie storiche prima che vengano abbattute come quella che stava da secoli in loc. Sciale delle Rondinelle. Quest’ultima è stata abbattuta per dar posto a dei mini appartamenti!! Nel Salento le recuperano per trasformarle in agriturismo!!Sono diventate, queste, il loro fiore all’occhiello! Recuperare ciò che è rimasto dei torrioni e delle mura cittadine di Manfredonia al fine di riqualificare il centro storico. Riqualificare la piazza storica di P.zza del Popolo: con il nuovo intervento ha perso tutta la sua valenza storica. Bisogna avviare il progetto del parco urbano (già finanziato) di Lama Scaloria riqualificando interi quartieri centrali che vi si affaciano!! Collegare questo parco urbano con il parco extraurbano di Villa Rosa al fine di proteggere e riqualificare il versante della montagna e finalmente collegare il Promontorio al Golfo. In tal modo si collega il turismo costiero a quello spirituale rappresentato dai pellegrini che visitano Monte S.Angelo e S.Giovanni Rotondo. Recupero quindi delle vie storiche percorse sin dal medioevo, dai pellegrini o dai pastori durante la transumanza. Percorsi che nascono da nazioni estere e che portano alla Basilica di S. Michele attraversando tutto il nostro versante della montagna; cito le vie michealiche (quali la strada Langobardorum) e la via di S. Restituta. Recupero della stessa chiesa di S. Restituta e del suo borgo storico; c’erano dei finanziamenti per il recupero dei borghi storici fino a qualche tempo fa ma non sono stati attivati. Anch’essa si trova sul versante della montagna uscendo da Manfredonia per andare a S. Giovanni. Posso andare oltre RED, ma già questi interventi di recupero sembrano un Utopia x Manfredonia. Incrociamo le dita e speriamo. Grazie red per la cortese attenzione.


  • Redazione

    – Masseria settecentesca fortificata S.Spirito (o Frattarolo); ( nei pressi della stazione Frattaroro alle spalle della ex Ajnomoto)
    – Recuperiamo le masserie storiche prima che vengano abbattute come quella che stava da secoli in loc. Sciale delle Rondinelle
    – Riqualificare la piazza storica di P.zza del Popolo: con il nuovo intervento ha perso tutta la sua valenza storica
    – Bisogna avviare il progetto del parco urbano (già finanziato) di Lama Scaloria riqualificando interi quartieri centrali che vi si affaciano!!
    – Collegare questo parco urbano con il parco extraurbano di Villa Rosa al fine di proteggere e riqualificare il versante della montagna e finalmente collegare il Promontorio al Golfo
    – Recupero quindi delle vie storiche percorse sin dal medioevo, dai pellegrini o dai pastori durante la transumanza.
    – Recupero della stessa chiesa di S. Restituta e del suo borgo storico

    GRAZIE MATTEO, a disposizione; abbiamo pubblicato parte delle sue richieste, grazie, ciao, Red.Stato


  • matteo

    In primis…..levare immediatamente i nastri trasportatori dal porto industriale in modo da restituire gran parte dell’orizzonte sottratto maldestramente alla città di Manfredonia. Bisogna restituire il Golfo alla città di cui prende il nome anche se quest’ultima non è mai stata rispettosa nei suoi confronti. Bonifica della costa di tutti quei mostri megalitici costruiti in questi ultimi 15 anni!! Porto dell’Inside, porto di Cala delle Sirene, ristorante Guarda che Luna, Istituto ex Nautico (attuale liceo Classico), filiale della lega Navale, Mercato Ittico, Porto Turistico e Pseudo Barriere Frangiflutto. Ristoranti e circoli nautici da trasferire tutti nel vecchio porto opportunamente ristrutturato e riqualificato. (vedi il porto di Trani!!)


  • anonimomanf

    Per Matteo, condivido le tue proposte occorre ridare il mare alla città, lo diceva l’arch. RICCHETTI nella stesura del Piano Regolare della città di Manfredonia….; evidentemente non aveva fatto i conti coi lupi che circolano nella città…. sicchè unitamente a tante altre deroghe al PRG l’arch. RICCHETTI è stato pagato per fare un PRG che non serve alla città, ma solo ad alcuni lupi.


  • matteo

    Condivido anonimomanf! Sono contento che qualcuno ancora oggi conosca gli obbiettivi che si era posto l’architetto del nostro Piano Regolatore Generale! Obbiettivi ben fondati! L’architetto aveva insistito affinchè non si costruisse un nuovo porto ma si riqualificasse il vecchio al fine di individuare al suo interno anche le aree necessarie per la nautica da diporto. Un porto che con la riqualificazione, si sarebbe aperto al centro storico diventando un tutt’uno. Restando in tema di PRG, prendo la palla al balzo per porre la seguente domanda: a che punto stà il P.U.G. Sì, certo, il Piano Urbanistico Generale da cui dipende il futuro della Città di Manfredonia. Qualcuno sà che fin ha fatto il P.U.G.? Si stà sviluppando? Spero e mi auguro che anche questa non sia una delle tante opere incompiute di Manfredonia.


  • ceunsolocapitano

    UNO DI VOI mi leggi nel pensiero? d’accordo con te ma il ponte siponto-di vittorio credo che sia imbattibile e da premio nobel


  • comparti

    Le opere di urbanizzazione dei comparti una vergogna direi a livello nazionale,per incapacita’ imprenditoriale locale e con essa quella dei nostri amministratori locali che dovevano controllare.


  • anonimomanf

    Manfredonia è tutto un “NOBEL” sia di opere che di personaggi… in particolare quelli pubblici che ci governano in modo strambalato da tanto tempo.


  • francesco

    Frangiflutti, cymodocea nodosa via dal Lungomare del Sole (tolgono bellezza,luce e mare al paesaggio) se non si provvede presto sara’ uno dei più grandi disastri per la nostra citta’.Immaginate un giorno se quella vasca si riempie non sara’ bello vedere il lungomare e il porto turistico senza il mare accanto e se non stiamo attenti dopo ci costruiranno sopra qualche palazzone.


  • giusy

    i flangiflutti sono assolutamente lo schifo più totale di Manfredonia.

    Hanno rovinato il nostro golfo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi