Cronaca

Potenza: Cgil, senza fondi regionali la città è al collasso

Di:

Flai Cgil (st)

“La città di Potenza rischia il collasso a causa della decisione della regione Basilicata di negare i 6 milioni di euro già previsti e programmati quale fondo aggiuntivo per la città capoluogo”. la denuncia arriva dal segretario generale della Cgil di Potenza, Angelo Summa, che in una nota parla di “comportamento incomprensibile” da parte della Regione, in considerazione della “critica situazione debitoria in cui versa il Comune di Potenza, situazione che, com’è noto, non è riconducibile all’ attuale gestione, ma ad eredità che vengono da lontano”.

“A parte le valutazioni in merito alla natura ed alla genesi dell’attuale situazione debitoria – scrive Summa – occorre, in questa fase, far prevalere il senso di responsabilità e gli interessi generali dei lucani. Probabilmente – aggiunge – sfuggono i riflessi e le reali conseguenze che deriverebbero da tale mancato trasferimento del fondo aggiuntivo”.

Il segretario Cgil sottolinea come la città di Potenza rivesta una “funzione centrale per quanto attiene in particolare la mobilità e trasporti”. Per questo il rischio – afferma – è che “se non si dovesse risolvere rapidamente tale questione, non solo si metterebbe in ginocchio l’intera città, ma si pregiudicherebbe e comprometterebbe in modo irreversibile l’annosa vertenza legata alla situazione dei precari di Cotrab, nonché la drammatica situazione dei lavoratori impegnati nella gestione dei parcheggi. Senza tralasciare le problematiche connesse ai rifiuti, acta, raccolta differenziata, stazione di trasferenza, da cui dipende il destino di altri 12 lavoratori dell’ex inceneritore. Tutte questioni legate indissolubilmente a tale finanziamento”, osserva Summa.

“Credo che in questo particolare momento di crisi che attraversa il nostro paese e con esso tutto il sistema produttivo italiano ed in particolare quello lucano – conclude il segretario Cgil nella nota – occorra far prevalere il senso di responsabilità istituzionale ricercando soluzioni che consentano di mettere in sicurezza importanti e strategici servizi per l’intero territorio, servizi che costituiscono, peraltro, occasione importante di creazione di posti di lavoro. La Basilicata ha bisogno di un profilo alto nella gestione della cosa pubblica: si discuta di merito, di cosa fare della nostra regione, di come utilizzare le risorse nell’interesse dell’intera collettività”.

Fonte Rassegna.it



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi