Eventi

Trani, presentazione Lech Lechà, settimana ebraica

Di:

Foggia-Manfredonia, “Lech Lechà – Và verso te stesso” (st)

Trani – IL 23 agosto a Trani conferenza stampa di presentazione della 2a edizione di Lech Lechà (Settimana di arte, cultura e letteratura ebraica). Si inaugura il 25 con due incontri su ebraismo e Mezzogiorno d’Italia, l’avvio del corso Yeshivà e il cabaret ebraico ‘Karussell’

Dalla filosofia alla musica, dal teatro al cinema, dall’attualità al dialogo Ebraismo-Islam sino alla cucina kasher, dallo studio della lingua ebraica alla Cabalà, allo studio della Torà tutto il giorno sino a notte fonda e alle visite guidate per scoprire i tesori di Puglia, per un totale di 111 eventi in cartellone. Tutto questo è Lech Lechà 2013 (25 agosto – 2 settembre) che sarà presentato in conferenza stampa venerdì 23 agosto alle ore 10,30 presso la Sala ‘Maffuccini’ della Biblioteca ‘Giovanni Bovio’ di Trani (Piazzetta S. Francesco, 1). Interverranno l’Assessore al Mediterraneo della Regione Puglia Silvia Godelli, il sindaco di Trani Luigi Riserbato, l’Assessore alla Cultura del Comune di Trani Salvatore Nardò, il presidente della Comunità ebraica di Napoli Pier Luigi Campagnano, il Rabbino capo di Napoli Scialom Bahbout, l’assessore alla Cultura del Comune di Barletta Giusy Caroppo, il direttore artistico Francesco Lotoro e i sindaci delle città partecipanti.

Anticipazioni sull’inaugurazione della manifestazione (25 agosto): Lech Lechà 2013 verrà inaugurato a Trani domenica mattina 25 agosto alle 10,30 presso la Sinagoga Scolanova con un convegno sul Mezzogiorno nel nuovo panorama dell’ebraismo italiano, convegno al quale interverranno autorità ed esponenti dell’istituzione ebraica e della rabbanut italiana; nel pomeriggio alle 17,00 presso la Sinagoga Scolanova partirà il corso Yeshivà mentre alle 18,00 si terrà una conferenza di Mariapia Scaltrito (moderatore Fabrizio Lelli) sulla storia della Puglia ebraica. La sera di domenica alle 21,30 presso il Cineteatro Impero di Trani si terrà un concerto dell’Orchestra Musica Concentrationaria diretta da Paolo Candido con cantanti e orchestra che eseguono le più belle musiche del varietà prodotto nei Lager di Westerbork, Riga e Terezìn con i cantanti Libera Granatiero, Lucia Diaferio, Nico Sette e Angelo De Leonardis che eseguiranno le più belle canzoni scritte dai compositori ebrei Willy Rosen, Adolf Strauss, Otto Skutecky, Ljowa Berniker, Walter Lindenbaum e Karel Svenk [v. nell’allegato 2 le note descrittive sui citati appuntamenti inaugurali; nell’allegato 3 il Programma generale e nell’allegato 4 la tavola cronologica della rassegna]

Il ritorno e la diffusione dell’ebraismo e dei suoi valori nel Sud grazie alla rinascita della storica comunità ebraica di Trani è uno degli obiettivi principali della Settimana di arte, cultura e letteratura ebraica Lech Lechà 2013 che quest’anno giunge alla seconda edizione e si svolgerà a partire da domenica 25 agosto per l’intera settimana a Trani (capoluogo dell’ebraismo meridionale), con convegni ed eventi musicali e teatrali e con appuntamenti anche a Barletta, Brindisi, Manfredonia, San Nicandro Garganico e Sogliano Cavour per poi concludersi lunedì 2 settembre presso la Protomoteca del Campidoglio di Roma con un concerto sinfonico di musica da cabaret scritta nei Lager durante la Seconda Guerra Mondiale. Promosso e sostenuto dall’Assessorato al Mediterraneo della Regione Puglia, dalla Comunità ebraica di Napoli e dal Comune di Trani (che ha inserito Lech Lechà nelle iniziative del 950mo anniversario della promulgazione degli Statuti Marittimi), patrocinato dall’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, Lech Lechà 2013, dai Comuni di Barletta, Brindisi, Manfredonia, San Nicandro Garganico, Sogliano Cavour, è uno dei più importanti eventi dell’ebraismo italiano e momento ideale per la promozione dei valori dell’interculturalità.

Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi