Cronaca
Servizio straordinario di controllo del territorio

Bari, contrasto CC contro ladri e sorvegliati speciali: 8 arresti

L’attività è finalizzata a contrastare la piaga dei reati predatori nonché garantire il rispetto delle prescrizioni imposte a soggetti gravati da misure alternative alla detenzione in carcere o di prevenzione

Di:

Bari – Si è concluso con 8 arresti e un centinaio di cartucce sequestrate un servizio straordinario di controllo del territorio disposto dal Comando Provinciale Carabinieri di Bari nel capoluogo pugliese e nell’hinterland effettuato dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile e della Compagnia di Modugno. L’attività è finalizzata a contrastare la piaga dei reati predatori nonché garantire il rispetto delle prescrizioni imposte a soggetti gravati da misure alternative alla detenzione in carcere o di prevenzione.

In particolare in via Paisiello due 20enni baresi sono finiti in manette con l’accusa di tentato furto aggravato in concorso. I militari intervenuti su segnalazione al “112” effettuata da alcuni testimoni hanno sorpreso i due mentre tentavano di asportare un Piaggio Liberty. Alla vista dei militari si sono dati alla fuga a bordo di un motociclo T-max venendo definitivamente bloccati e tratti in arresto. A Modugno stessa sorte è toccata ad un 19enne, un 20enne e un 21enne, baresi già noti alle Forze dell’Ordine, ritenuti responsabili di tentato furto di moto. In piena notte i militari, in Piazza Falcone e Borsellino, hanno sorpreso i tre mentre tentavano di rubare una moto “Piaggio Beverly” parcheggiata in strada. Tratti in arresto i tre, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, sono stati collocati ai domiciliari. La refurtiva è stata restituita all’avente diritto. I cinque, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, sono stati collocati ai domiciliari. Tre sorvegliati speciali, un 26enne, un 37enne e un 40enne, sono finiti in manette con l’accusa di violazione degli obblighi. Il primo è stato sorpreso nel quartiere Libertà in compagnia di persone gravate da pregiudizi penali e sprovvisto della carta precettiva, l’altro sorpreso in via Principe Amedeo in orario a lui non consentito, mentre il 40enne controllato nel quartiere Japigia anche lui in orario a lui non consentito. Nell’ambito del servizio infine, al termine di una perquisizione eseguita in un seminterrato del quartiere San Girolamo, i carabinieri hanno rinvenuto 129 cartucce di vario calibro e un caricatore per pistola il tutto sottoposto a sequestro.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi