Cronaca
Per una giornata di lavoro. 'Marito vuole la verità'

Braccianti:avvocato,Paola pagata 27 euro

"Non so - ha aggiunto- se questo è caporalato, la procura sta indagando. Il marito vuole la verità"

Di:

(ANSA)-BARI, 22 AGO- “Noi abbiamo visto la documentazione: aveva un regolare contratto di lavoro, era prevista una paga oraria di 7,50 euro. In realtà la signora, dice il marito, riceveva un bonifico di 27euro al giorno”. Così Vito Miccolis, uno dei legali della famiglia di Paola Clemente, la bracciante di San Giorgio Jonico morta nelle campagne di Andria il 13/7 mentre lavorava sotto un tendone all’acinellatura dell’uva.”Non so – ha aggiunto- se questo è caporalato, la procura sta indagando. Il marito vuole la verità”.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi