ManfredoniaStato news
Una foggiana avanza, l’altra viene eliminata

Coppa Italia, ko il San Severo. Domenica 28 c’è il Manfredonia

Dal prossimo turno, inoltre, sarà in gioco anche il Manfredonia

Di:

San Severo. Una foggiana avanza, l’altra viene eliminata. Nel rovente pomeriggio domenicale, il San Severo e la MadrePietra Daunia debuttano ufficialmente in Coppa Italia Serie D, disputando il turno preliminare della competizione: passano gli apricenesi, subito fuori i giallogranata. Bel colpo quello della MadrePietra, che sbanca per 1-2 il “Civitelle” di Agnone, battendo i padroni di casa dell’Olympia in rimonta. Vanno sotto nel primo tempo, infatti, gli uomini di mister De Felice, subendo la rete (viziata da una presunta posizione di offside) di Pejic; nella ripresa i dauni sono molto più determinati e prima pareggiano con Patacchiola su assist dell’ottimo Pontillo, poi, a 6’ dal termine, raddoppiano con la marcatura dell’ex-San Severo De Luca, che dunque regala vittoria e passaggio del turno ai suoi. Per il secondo turno, la MadrePietra ospiterà domenica prossima 28 agosto il Gladiator di Santa Maria Capua Vetere.

Eliminato, seppure con qualche rimpianto, il San Severo, che esce sconfitto dal catino del “Vicino” di Gravina (quasi 2000 spettatori nonostante il caldo) per 1-0. A decidere la gara il gol su penalty di Palumbo al 30’ del primo tempo; il fallo era stato commesso in precedenza ai danni di Presicce. Nella ripresa, il Gravina va più volte vicino al raddoppio, sfiorandolo al 65’, con Patierno che coglie una clamorosa traversa; nel finale non succede nulla che faccia cambiare il risultato, i giallogranata perdono la sfida fratricida con i gialloblu e sono già esclusi dalla Coppa di categoria.

Dal prossimo turno, inoltre, sarà in gioco anche il Manfredonia, che ospiterà al “Miramare”, sempre domenica 28, il temibile Nardò di mister Maragliulo.

(A cura di Salvatore Fratello, 22.08.2016)



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Doniagas 2016

    Forse se disporranno l’ingresso gratuito andrà qualcuno..ormai è rimasto solo il gruppetto dei minorenni senza accompagnatore a interessarsi del Doniagas.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati