Manfredonia

A Manfredonia il Censimento generale dell’Agricoltura

Di:

Rilevamento Istat per gli agricoltori di Manfredonia (immagine d'archivio)

Manfredonia – PER il mondo agricolo sipontino è in arrivo ill 6° Censimento Generale dell’Agricoltura indetto dall’Istat, l’Istituto nazionale di statistica. Dal 25 ottobre 2010 tecnici del territorio avranno infatti il compito di ispezionare il territorio locale, sottoponendo un questionario di sedici pagine alle aziende agricole che vi operano.

Sarà possibile effettuare le interviste sul campo fino al 31 gennaio 2011, ma i dati del censimento saranno comunque quelli ‘fotografati’ entro il 24 ottobre, il giorno scelto dall’Istat a cui i titolari delle aziende dovranno far riferimento per rispondere alle domande. Il censimento, che si svolge ogni dieci anni, interesserà aziende agricole e zootecniche, florovivaistiche e ortofrutticole, aziende di allevamenti di animali, cantine, frantoi e aziende di coltivazione con almeno un ettaro di superficie.

L’INGEGNERE CURCI RESPONSABILE DELL’UFFICIO DI CENSIMENTO – In vista della complessa operazione censuaria il Comune di Manfredonia, con delibera di Giunta Comunale n.186 del 26 maggio 2010, ha provveduto a costituire l’Ufficio Comunale di Censimento, individuato nell’Ufficio Agricoltura, e a nominarne responsabile il dirigente dell’8° Settore, Domenico Curci.

Successivamente, con deliberazione n.357, la Giunta Riccardi ha individuato i seguenti otto rilevatori, che avranno il compito di aiutare i titolari delle aziende a compilare il questionario per il censimento, e il coordinatore delle operazioni, che dovrà supervisionare le attività di rilevazione e fornire l’aiuto necessario: Matteo Totaro, responsabile dell’Ufficio Agricoltura, coordinatore; Nicola Ciociola, ufficiale amministrativo dell’Ufficio Agricoltura, rilevatore; Giuseppina Sacco, operatrice amministrativa dell’Ufficio Agricoltura, rilevatore; Michelina Stipulante, addetta al Registro Dati dell’Ufficio Annona, rilevatore; Giuseppe Spano, addetto al Registro Dati dell’Ufficio Annona, rilevatore; Matteo Guerra, ufficiale amministrativo dell’Ufficio Annona, rilevatore; Lucia Pasqua, L.S.U. dell’Ufficio Attività produttive, rilevatore; Rosanna Di Giorgio, L.S.U. dell’Ufficio Annona, rilevatore; Antonio Telera, L.S.U. dell’Ufficio Attività produttive, messo.

“L’Istat coprirà interamente il compenso di rilevatori e coordinatori -afferma l’assessore alle Attività Produttive Antonio Angelillis-. Sarà un’indagine molto utile per avere il quadro completo dell’attuale situazione agricola, una situazione particolarmente delicata per la crisi economica che sta attraversando l’intero comparto. L’afflusso di dati sarà di aiuto agli esperti, che così potranno trovare le soluzioni migliori al preoccupante calo di redditività delle aziende”.



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • stop76

    Mi chiedevo come mai altri comuni limitrofi(vedi monte sant’angelo, trinitapoli, cerignola, margherita di savoia ecc.), ma anche nel resto d’Italia, per individuare questi rilevatori hanno indetto una selezione pubblica per titoli, addirittura in certi casi privilegiando i disoccupati.
    Qui da noi, premesso che il problema disoccupazione “non esiste”, hanno voluto fare una cosa inter nos al Comune affidando l’incarico a personale interno (per arrotondare lo stipendio) adducendo come pretesto testualmente:”Considerato che è necessario provvedere alla selezione tra i dipendenti dell’Amministrazione che ha costituito l’Ufficio di Censimento…”, ma chi l’ha detto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi