Economia

Crisi pomodoro, Confagricoltura al Senato: “avviare su nuovi basi i rapporti di filiera”

Di:

selezione_e_lavorazione_del_pomodoro_biologico

Selezione e lavorazione del pomodoro biologico (freshplaza.it)

Foggia – “LE relazioni difficili nella filiera del pomodoro sono una costante da tantissimi anni e vanno affrontati con interventi e comportamenti incisivi e coerenti. Soprattutto alla luce del nuovo quadro normativo che prevede il disaccoppiamento totale, la programmazione delle superfici a pomodoro e una contrattualizzazione diffusa e certa rappresentano le precondizioni ineludibili se si vuole mantenere la filiera viva ed economicamente conveniente”. E’ questo che Confagricoltura ha ribadito oggi nella audizione alla Camera sulla crisi del pomodoro.

“Quanto è avvenuto negli anni è frutto di una programmazione carente, che ha alimentato comportamenti non corretti all’interno della filiera, frequentemente denunciati da Confagricoltura. L’emergenza di quest’anno è stata provocata, principalmente, dal mancato rispetto delle previsioni contrattuali; pur in presenza di produzioni qualitativamente buone le condizioni di pagamento sono state al di sotto del contrattato”.

“Nel solo 2009 il fatturato dell’esportazione del trasformato ha superato 1.3 miliardi di euro, dimostrando che il settore è tutt’altro che in crisi e che è possibile valorizzare le produzioni di pomodoro italiano“.

Per Confagricoltura, “se si vuole mantenere una filiera efficiente, occorre mettere in atto una seria programmazione della produzione di pomodoro da industria, una contrattazione sul prezzo partendo dai costi di produzione, decisa entro l’anno e non a campagna iniziata e, infine, definire regole di etichettatura che forniscano al consumatore le informazioni necessarie per poter scegliere consapevolmente cosa acquistare”.

Situazione in Capitanata: “C’era una volta l’Oro rosso, inseguendo l’Emilia

Crisi pomodoro, Confagricoltura al Senato: “avviare su nuovi basi i rapporti di filiera” ultima modifica: 2010-09-22T01:13:13+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi