Regione-Territorio

Lanzillotta: “Nicastro fa lo struzzo sull’emergenza rifiuti”

Di:

L'assessore Lorenzo Nicastro (immagine d'archivio)

Lanzillotta attacca l'assessore Nicastro (nella foto, archivio)

Bari – “OCCORRE una straordinaria dotazione di faccia tosta per rispondere, da parte dell’Assessore Nicastro e dell’Assessore Losappio, così come hanno fatto sulla situazione-rifiuti in Provincia di Bari”, ha detto in una nota il Consigliere regionale PDL, Domi Lanzilotta, componente la Commissione Ambiente.

“L’Assessore Nicastro, pseudo-ambientalista che ha ispirato la rinuncia di Vendola agli impianti di termovalorizzazione, si rifugia nelle prassi dello struzzo, nascondendo la testa rispetto alla situazione di assoluta emergenza quale è stata obiettivamente illustrata da due Presidenti della Provincia e dai Sindaci interessati – dice Lanzillotta – Gli piaccia o meno è purtroppo vero che le quattro ATO dell’area barese sono tutte in estrema difficoltà, con una sola discarica regolarmente funzionante a Giovinazzo e quella di Conversano rialzata nonostante i solenni impegni presi, entrambe comunque con un’autonomia di pochissime settimane. E’ assolutamente vero che in tutta la Provincia di Bari sono operanti soltanto due impianti di bio-stabilizzazione con l’unico di produzione del CDR bloccato anche per insipienza dell’attuale governo regionale, e comunque sbloccabile con una nuova, doverosa, declaratoria di emergenza”.

“Manca invece totalmente la possibilità di completare il ciclo di smaltimento per la suddetta, irresponsabile rinuncia agli impianti di termovalorizzazione. Su questa situazione l’Assessore che ha governato per cinque anni inutilmente le politiche ambientali, e che è stato sostituito in extremis nella passata legislatura evidentemente per gravi inadempienze, dovrebbe avere il buon gusto di tacere. Ricordiamo che, con riferimento alla discarica di Conversano, egli soltanto tre anni fa dichiarava trionfalisticamente che avrebbe avuto ben dieci anni di autonomia, salvo poi scaricarle addosso i rifiuti del Salento”.

“Quel che è certo è che Vendola ha mentito ai Pugliesi quando ha proclamato la fine dell’emergenza-rifiuti, rispetto alla quale in realtà altro non stava facendo, dopo averla aggravata, che liberarsene trasferendo una situazione fallimentare alle povere ed innocenti Provincie. Ed è tornato a mentire quando ha ingannato anche una Commissione parlamentare proclamando con straordinaria fantasia l’arrivo di ben cinque nuovi termovalorizzatori, che in realtà aveva fino ad allora scientificamente boicottato”.

“La Puglia ha perso cinque anni nelle politiche dei rifiuti – dice Lanzillotta – raggiungendo e superando nella graduatoria dell’imprevidenza e dell’insipienza perfino l’irraggiungibile Campania del fu-Bassolino, con pesantissimi costi ed ancor più pesanti prospettive per le sue comunità. Adesso l’unica soluzione seria, è un’immediata, nuova declaratoria di emergenza. E se Vendola e Losappio perdono la faccia, sarà la volta che la smetteranno di guardarsi continuamente allo specchio, scambiandovi il rospo per principe”.


Redazione Stato

Lanzillotta: “Nicastro fa lo struzzo sull’emergenza rifiuti” ultima modifica: 2010-09-22T22:12:30+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi