Cronaca

Cgil Cisl Uil su protocollo tra Comune San Severo e Ugl: copia integrale ns accordo 2005

Di:

il sindaco di San Severo Savino (St)

San Severo – “NON può che far piacere che l’ente comunale e l’Ugl si siano impegnate nella firma di un protocollo sullo sviluppo economico e sociale del territorio. Soprattutto perché l’accordo riprende quasi integralmente quello sottoscritto nel 2005 con l’allora amministrazione dalle nostre organizzazioni sindacali. Va da sé l’esigenza tutta politica da parte della giunta di centrodestra di coinvolgere una sigla vicina. Ma adesso, anche a seguito dell’intesa ‘per il sostegno al reddito e alla qualità della vita, per un welfare locale solidaristico, inclusivo e democratico’ che il sindaco Savino ha sottoscritto con noi non più tardi di sei mesi fa, è arrivato il momento di passare dalle parole ai fatti”.

E’ questo il commento delle segreterie comunali di Cgil Cisl Uil di San Severo alla notizia dell’intesa firmata da Ugl e amministrazione comunale, una copia quasi integrale del protocollo “per favorire l’occupazione, la sostenibilità sociale, lo sviluppo e la competitività di San Severo e del sistema produttivo dell’Alto Tavoliere” del 2005. (Per un confronto è possibile consultare il testo dell’accordo del 2005 al link http://www.cgilfoggia.it/guidaallavoro/dettaglio.asp?id=646).

“Tralasciamo il giudizio sulla serietà di un’operazione del genere, pur convenendo che l’unità di intenti su temi importanti quali agroindustria, infrastrutture, politiche sociali, mobilità, legalità non può che far bene alla città. Ma è pericoloso e sbagliato ridurre con tanta leggerezza a rito stantio e “pro -forma” la stipula di tali accordi. Il ruolo propositivo e progettuale che le nostre sigle sindacali hanno svolto in questo territorio richiede atteggiamenti più seri, coerenti e conseguenti da parte dell’amministrazione comunale. Non è così che si fa concertazione. Non è questa la concertazione che serve al territorio”.

“Ci aspettiamo quanto prima che quanto riportato nell’accordo firmato con Cgil Cisl Uil e i sindacati dei pensionati ad aprile scorso – un confronto continuo, l’attivazione di una cabina di regia sul piano sociale di zona, la consulta per gli anziani, il contrasto al mercato nero dei fitti, fondi per l’acquisto della prima casa per le giovani coppie – e tutti gli altri impegni che in quel protocollo sono riportati, abbiano nelle azioni dell’amministrazione comunale un seguito fattivo. La crisi che colpisce ancor più drammaticamente il Mezzogiorno e i nostri territori, la perdita di posti di lavoro e la mancanza di occupazione per i giovani, la continua erosione dei redditi da lavoro e pensioni, richiedono atteggiamenti seri e responsabili. Quelli che fino ad oggi non abbiamo potuto riscontrare”.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi