Cultura

De Leonardis: “Per il Mezzogiorno deve passare la nottata”

Di:

Giannicola De Leonardis (St)

Bari – “RIEMPE d’orgoglio sapere che Foggia è stata scelta dal Cnr e dall’Associazione Festival della Scienza come una delle tappe rientranti nel progetto ‘150 anni di scienza’ promosso in occasione delle celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia. E che tanti ragazzi e studenti potranno seguire, fino al prossimo 25 settembre, l’articolato programma delle attività di ‘Made in Italy-Agroalimentare’ , le mostre, i laboratori, le conferenze, gli eventi speciali e gli spettacoli organizzati con la collaborazione della Regione Puglia”.

Per Giannicola De Leonardis, presidente della settima Commissione Affari Istituzionali della Regione Puglia, “la scelta di Bari e della città dauna in particolare come riferimento a livello nazionale per un comparto così significativo per storia, tradizione e capacità di innovazione è l’ennesimo riconoscimento agli sforzi e agli investimenti in formazione, tecnologie e risorse umane compiuti da un intero territorio, cui è stato inopinatamente scippata l’Authority nazionale per la sicurezza alimentare da un Governo nazionale paralizzato dall’ostracismo della Lega nord”.
“Nonostante le proteste, la mobilitazione trasversale, le timide aperture, le interrogazioni, la lotta legittima per dotare il nostro Paese di una struttura necessaria e indispensabile per garantire ai cittadini sicurezza e informazione, la situazione è ancora e sempre in stand – by” continua “e l’avvicendarsi dei ministri al Ministero dell’Agricoltura in questa travagliata legislatura è un’ulteriore dimostrazione della considerazione che il comparto (non) riscuote, e della marginalità del Mezzogiorno e della Puglia nelle politiche di crescita, sostegno e sviluppo; con gravi ripercussioni per la nostra economia, per la nostra credibilità e per la stessa immagine all’estero del nostro Paese. Consoliamoci allora con manifestazioni di alto livello e prestigio, nella speranza che ‘passi la nottata’ e ci si possa risvegliare presto in una realtà finalmente e completamente diversa” l’amara conclusione.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi