Lavoro

Ocse, Confagricoltura: la Cina aumenta di sei volte le sovvenzioni agricole, crollo in Europa

Di:

Forum agricoltura a Foggia (madeinkitchen.tv)

Sovvenzioni agricole, aumentano 6 volte in Cina, crollo in Europa (madeinkitchen.tv)

Bari – MENTRE le sovvenzioni agli agricoltori in Cina aumentano di sei volte negli ultimi tre anni, quelle dell’Unione Europea sono in diminuzione (nel 2009 rappresentavano il 22% del reddito degli agricoltori, mentre nel 2010 il 18%, con una netta tendenza al ribasso). Lo sottolinea Confagricoltura commentando i dati Ocse sui sostegni all’agricoltura che per l’Europa nell’ultimo decennio si sono ridotti dal 33,6 al 21,8 per cento.

In Cina, nello stesso periodo, il livello di trasferimenti agli agricoltori è passato dal 3 per cento a oltre l’11 per cento rispetto al loro reddito; aumentando l’incidenza di oltre tre volte. In Russia dal 17,6% al 21,8%. In controtendenza con l’UE “In Europa – ricorda Confagricoltura – ci sono Paesi che puntano ancora molto sul settore agricolo concedendo sostegni al reddito elevatissimi: è il caso dell’Islanda (48%), della Svizzera (56%) e della Norvegia (60%). Anche la Turchia ha aumentato negli ultimi anni i trasferimenti agli agricoltori passando dal 24,7% al 27,1% di incidenza sul reddito; una percentuale quindi oggi superiore alla media comunitaria”. “Accompagnare e sostenere lo sviluppo dell’agricoltura – commenta ancora Confagricoltura – permette di preservare nell’Unione europea un settore di cui non si può fare a meno. Il livello di auto approvvigionamento, il contributo alla crescita economica ed all’occupazione, la qualità, la salubrità, la sicurezza alimentare sono tutti argomenti importanti per la collettività. Proprio per questo, nella riforma della Pac post 2013, vanno assolutamente almeno confermate le attuali risorse che sono peraltro diminuite negli ultimi anni, come dimostra il rapporto Ocse, e che da molti anni si sono, non va mai dimenticato, modificate in maniera da perdere ogni carattere distorsivo sui mercati e sugli scambi.”


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi