Economia

Mongiello: “Authority alimentare addio. Smascherato il bluff del Governo”

Di:

La senatrice Pd Colomba Mongiello (St)

La senatrice Pd Colomba Mongiello (St)

Roma – “IL governo degli inganni è stato smascherato nel suo ennesimo bluff. L’insediamento presso il Ministero della Salute del Comitato per la valutazione del rischio nella catena alimentare è una pietra tombale sulla scelta del Governo Prodi di istituire a Foggia l’Agenzia Nazionale per la Sicurezza Alimentare.” Lo dice Colomba Mongiello, senatrice foggiana del Partito Democratico e componente della Commissione Agricoltura di Palazzo Madama.

“Sul sito del Ministero è scritto a chiare lettere che l’organismo è interfaccia nazionale dell’Efsa, cioè dell’Agenzia Europea che ha sede a Parma; ha cioè le stesse competenze e funzioni che avrebbero dovuto essere svolte dall’organismo foggiano.” “Si tratta di una scelta che contraddice il principio di legalità” prosegue l’esponente del Pd “in quanto per via regolamentare si è disattesa una legge dello Stato; ma tutto è possibile in un Paese nel quale gli interessi della collettività sono permanentemente asserviti alle lobby, in questo caso ministeriali, e ai diktat di una Lega che considera parassitario ed inutile tutto quanto debba essere realizzato nel Mezzogiorno.”

“Sorgono forti perplessità sull’idoneità di questo strumento governativo” conclude Colomba Mongiello “a dare quelle garanzie di terzietà e indipendenza richieste dall’Europa. Per il momento questa decisione ha il sapore di un ceffone assestato al nostro territorio; un ceffone che dovrebbe bruciare particolarmente a quei parlamentari e amministratori locali del centrodestra che si sono fidati delle assicurazioni del loro Governo.”

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi