Politica

Fitto: Vendola pensi alla gente, meno alla vita privata

Di:

Apricena, discorso Fitto (St)

Apricena – E’ iniziata con interventi di nomi illustri della politica regionale e nazionale la prima Festa della Lista Civica Uniti per Cambiare, in programma fino a domenica. Sul palco allestito in Piazzale Andrea Costa, ad Apricena, si sono alternati gli onorevoli Raffaele Fitto, ex Ministro del Governo Berlusconi e Governatore della Regione Puglia, l’onorevole Franco Di Giuseppe e il segretario provinciale del Pdl Franco Landella. In mezzo ai tanti cittadini in platea, presenti anche i Consiglieri Regionali Cecchino Damone e Leo Di Gioia e l’Assessore Provinciale Nino Santarella. A fari gli onori di casa il Sindaco di Apricena Antonio Potenza, che ha tenuto a battesimo la prima Festa di “Uniti per cambiare”, organizzata dalla coalizione dopo lo storico trionfo alle elezioni amministrative il 6 e 7 maggio scorsi.

Ad aprire il dibattito politico è stato proprio il Sindaco che ha ricordato il tanto lavoro fatto in soli quattro mesi di amministrazione. “Da quando siamo arrivati a Palazzo Lombardi abbiamo viaggiato al ritmo di due giunte alla settimana. In 120 giorni abbiamo pubblicato 102 delibere di Giunta; vuol dire che, se escludiamo i fine settimana, abbiamo viaggiato con una media di una delibera al giorno. Un ritmo di lavoro serrato, che nessuno prima di noi ha mai tenuto”, ha ricordato Potenza. È stato messo l’accento sul problema del lavoro e sulla ferma volontà da parte dell’Amministrazione di ridurre al massimo il numero dei disoccupati ad Apricena. Un primo passo, in tal senso, è la pubblicazione del bando per le borse lavoro che impiegherà Concittadini nelle attività sociali che a breve saranno organizzate dal Comune.

“Sapevamo della difficoltà e dell’impegno che stavamo prendendo come coalizione quando ci siamo candidati – ha ricordato Potenza – abbiamo presentato un programma di pochi punti, ma concreti. In questi primi mesi di governo abbiamo mantenuto già tanti impegni: abbiamo agito nella trasparenza, portando il Consiglio Comunale a Casa Matteo Salvatore con la possibilità, per i Concittadini, di poterlo seguire anche su internet. Abbiamo messo fine alla questione cementificio, stiamo procedendo con la riorganizzazione in maniera efficiente degli uffici comunali. Abbiamo tamponato l’emergenza Cimitero, che ci era stato lasciato con zero loculi. Abbiamo risolto la questione delle cooperative a proprietà indivisa, riorganizzato la gestione delle palestre comunali, riqualificato alcune di esse. Abbiamo organizzato un cartellone di eventi estivi che, a costi ridotti, ha riempito tutta l’estate Apricenese. E adesso ci siamo attivati perché a breve partano una serie di opere che, con il supporto delle aziende private, consentiranno di creare nuove occasioni di impiego”. “Stiamo lavorando nel segno della trasparenza, della legalità e della concretezza, perché Apricena ha capito che non si può credere alle facili promesse di qualcuno. E per questo ci ha scelti per amministrare”.

Sul palco anche l’Onorevole Di Giuseppe, che ha salutato i tanti Apricenesi con i quali ha condotto numerose battaglie politiche in un periodo in cui, come ha ricordato, ad Apricena era impossibile fare opposizione. Di Giuseppe ha salutato con gioia la vittoria della Lista Civica Uniti per Cambiare. Un’affermazione che, ha spiegato, è suonata come vera e propria liberazione per la Città dopo 64 anni di amministrazioni di centrosinistra. È intervenuto anche il coordinatore del Pdl provinciale Franco Landella, che ha subito rimarcato l’importanza di una conquista come quella di Apricena che ha avuto risonanza a livello nazionale. Landella ha poi aperto la strada all’intervento di Raffaele Fitto, il quale si è ricordato della promessa fatta ad Antonio Potenza in campagna elettorale. “Avevo detto che sarei tornato, dopo l’incontro avvenuto in primavera, per salutare Potenza come nuovo Sindaco di Apricena. Ecco, questa sera sono qui ad onorare la mia promessa e constatare che anche Antonio ha mantenuto la sua”.

Fitto nel suo intervento ha augurato al Sindaco di governare bene con tutta l’Amministrazione e di continuare ad operare nel segno della concretezza e della trasparenza. “La gente – ha spiegato al numeroso pubblico – non ha bisogno di promesse facili, né di discorsi che esulano da quelle che sono le problematiche di tutti i giorni. Ecco perché ad alcuni amministratori, come il Presidente della Regione Vendola – ha concluso – chiedo di pensare alle questioni importanti per tutti, piuttosto che esprimere desideri e volontà sulle proprie scelte e la propria vita privata”.

Al termine degli interventi si sono tenute due performance artistiche di talenti del nostro territorio. Dapprima di è esibito il ballerino Antonio Papa insieme a un corpo di ballo di sue allieve di Manfredonia. Subito dopo è toccato ai “Kafèdumar”, gruppo che schiera alla batteria l’Apricense Elio Spagnoli. La serata è stata caratterizzata dalla presenza di stand gastronomici con prodotti tipici della tradizione locale, serviti a prezzi popolari. Questa sera la Lista Civica renderà parte, insieme all’Amministrazione, all’intitolazione di Piazza San Pio. Domenica, per la serata conlusiva, nuovi dibattiti politici e il concerto di Tony Santagata in zona Sacra Famiglia.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi