Manfredonia
"In occasione dei festeggiamenti del loro Protettore Sant'Andrea"

Manfredonia. “Festa del Mare”: “75 pescatori a sostegno dell’organizzazione”

"Un vero e proprio esempio di partecipazione e mutualità che rende onore ad una categoria che da sempre rappresenta la tradizione e la spina dorsale dell'economia di Manfredonia"


Di:

Manfredonia. Tra i momenti più significativi della 181^ Festa Patronale vi è sicuramente il fattivo ritorno da protagonisti dei pescatori in occasione dei festeggiamenti del loro Protettore Sant’Andrea, riportando in auge l’ultimo giorno di festeggiamenti con la processione dei pescherecci, un nuovo format della “Festa del Mare” ed i fuochi su piattaforma a mare. L’unione fa davvero la forza.

Come sottolinea Raffaele Salvemini (rappresentante della categoria all’interno del “Comitato Festa Patronale”), ben 75 soggetti di tutta la marineria sipontina, ciascuno per le proprie possibilità, hanno contribuito economicamente e collaborato all’ottima organizzazione della “Festa del mare”.

Un vero e proprio esempio di partecipazione e mutualità che rende onore ad una categoria che da sempre rappresenta la tradizione e la spina dorsale dell’economia di Manfredonia. Un impegno determinato e determinante, quello dei pescatori, la cui caparbietà ha rappresentato un valore aggiunto della 181^ Festa Patronale. E’ proprio il caso di dire che “la vastità del mare è fatto da tante piccole gocce”.

Un sentito grazie a tutti!

(Nota stampa a cura dell’Agenzia del turismo di Manfredonia, 22.09.2017)

ALLEGATI

Manfredonia. “Festa del Mare”: “75 pescatori a sostegno dell’organizzazione” ultima modifica: 2017-09-22T12:41:11+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
6

Commenti


  • Offro a qualsiasi partito pacchetto voti quasi cento in cambio di lavoro in anticipo.

    Si mangia qualcosa durante la festa? C’è la frittura di triglie e seppie???


  • Il venditore abusivo di pesce

    E chi se ne frega!! I miei protettori sono quelli che mi permettono di fare bene il mio lavoro e senza che pago una lira di tasse e non mi rompono le scatole!


  • XXL Pescatore

    L’offerta è partita solo da 75 pescherecci, mancano all’appello X l’offerta altri 175 pescherecci X una somma di 50 €uro a imbarcazione. Ci vuole più partecipazione X la categoria.


  • Anonimo

    Queste sono bazzecole,se ci era unione neanche per sogno avrebbero permesso la semi chiusura del mercato. Ci sono grandi spaccature.


  • Poseidone

    L’unica cosa che tiene ancora “uniti” i pescatori é la festa di Sant’Andrea.
    Un legame tramandato dai loro avi che riesce nonostante le loro problematiche a resistere, é un legame con il mare che non li ha mai traditi.
    Sottolineare coloro che hanno contribuito ai festeggiamenti sminuisce e affossa ancora di piu la categoria , non è di questo che hanno bisogno ora i pescatori.
    É un comportamento infantile che non li aiuta a crescere e affrontare insieme i problemi, avete dimenticato di fare i nomi di questi “benefattori”(smutandati).


  • Pescatore

    I pescatori non esistono più adesso si chiamano strumentisti, usano strumenti tecnologici per pescare,prima o conoscevo il mare o facevi un altro mestiere i dritt pi segn da nterr DAU mont a vedere le condizioni meteo alzando la testa e non guardando il cellulare, mo pot fe stu mistir chiunque tutto ciò ha portato il pescatore ad essere superficiale in tutto e per tutto e vedete dove siamo ridotti,così conciati non si arriva mai da nessuna parte,per ultimo ci hanno tolto pure il mercato, se stavano i pescatori di una volta nessuno avrebbe avuto questo coraggio,i vari Marcello Malatesta iVtulen palatell Ualid, sciuppet, masanill raggiet brgdicchi ,cianell truppett u lup quidd ievn pscatur.Mo so fumir.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This