Manfredonia

Processo alla mafia garganica: omicidi Scanzano e Graziano, sentenza a dicembre


Di:

Tribunale di Foggia (fonte image: Tavoliereweb.it)

Foggia – MAFIA garganica: alle battute finali il processo che vede imputati Michele Ciavarrella e Gennaro Giovanditto, i due sannicandresi già condannati per mafia in via definitiva ( Focus) ed oggi, 22 novembre, giudicati per omicidio. Ciavarrella Michele è chiamato a rispondere degli omicidi di Scanzano Daniele e di Graziano Antonio, in concorso morale con il ben più noto nipote Matteo, già condannato all’ergastolo anche per i due delitti.

I due amici di Sannicandro Garganico furono assassinati nel 2003, a distanza di pochi mesi l’uno dall’altro, in risposta, questo il motivo indicato in sentenza, all’omicidio di Antonio Ciavarrella, padre di Matteo, avvenuto nel novembre 2002.

Stamane, 22 novembre, nell’aula della Corte d’Assise di Foggia, le discussioni degli avvocati Franco Metta e Gianfranco Di Sabato, difensori di Ciavarrella. A fondamento delle ragioni dell’accusa che ha chiesto l’ergastolo per entrambi gli imputati, la registrazione di un colloquio avvenuto tra i due Ciavarrella all’interno del carcere di San Severo. Il collegio difensivo, con quattro ore di discussione, ha demolito la ricostruzione della vicenda effettuata dalla pubblica accusa, rappresentata dal dott. Gatti, Procuratore della direzione distrettuale antimafia di Bari, ed ha chiesto l’assoluzione del proprio rappresentato. Il 29 novembre sarà la volta dell’avvocato Francesco Santangelo, difensore di Giovanditto Gennaro, che dovrà rispondere dell’omicidio di Graziano, ma nella diversa veste di esecutore materiale, oltre che dell’assassinio di Luigi Tarantino. A dicembre probabilmente la sentenza.

Redazione Stato@riproduzione riservata

Processo alla mafia garganica: omicidi Scanzano e Graziano, sentenza a dicembre ultima modifica: 2011-11-22T23:42:22+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This