Manfredonia

Sindacati San Camillo: “stato di agitazione del personale”. Assemblea il 23, domenica sit-in


Di:

Medici (St)

San Camillo Manfredonia, assemblea e sit-in dei sindacati (ST)

Manfredonia – ASSEMBLEA straordinaria organizzata dalle sigle sindacali CGIL- CISL- UIL- FIALS- FSI – ADASS – USPPI di Manfredonia “per discutere della grave situazione che si è venuta a determinare nel Presidio Ospedaliero di Manfredonia, e nella sanità del territorio, nonché delle iniziative da intraprendere”. All’assemblea del 23 novembre ore 17, presso il II° piano della Palazzina del Distretto ubicata in Via Barletta sono stati invitati i dipendenti ASL, in servizio presso le strutture sanitarie di Manfredonia (Ospedale, Distretto, Sovradistrettuale, Dipartimenti) e “data la gravità del momento anche i dipendenti del presidio ospedaliero di Manfredonia”.

“Le OO.SS. del Presidio Ospedaliero di Manfredonia esprimono la forte preoccupazione di tutti i dipendenti per la grave situazione in cui si trovano i servizi erogati ai cittadini dal San Camillo De Lellis. La sospensione delle attività ospedaliere della Ostetricia e Ginecologia e dell’ Ortopedia, il ridimensionamento di altre attività di ricovero, diagnosi e cura, dovute alla mancanza di Dirigenti Medici, seguita dal fallimento di idonee e attente soluzioni, che dovevano portare alla riapertura immediata dei suddetti Reparti, rappresentano una ragione di pregiudizio per la ripresa e per il futuro dell’ospedale e del diritto alla salute dei cittadini”.

Ingresso ospedale di Manfredonia San Camillo De Lellis (ST)

“Inoltre, le decisioni assunte dal Governo Regionale, da quello Nazionale e dall’ASL FG, con la adozione del Piano di Rientro vedono il nostro Ospedale declassato ed aggravato da ulteriori difficoltà, quali riduzioni di posti letto, servizi assistenziali, tecnici e amministrativi, con conseguenti disagi e rischi per la comunità di Manfredonia, Mattinata, Monte Sant’Angelo, Vieste e Zapponeta nonché di riduzioni di Dotazione Organica del personale dipendente. Le OO.SS. e i dipendenti non ci stanno e si oppongono a tutto questo, chiedendo alle istituzioni locali e regionali che venga riconosciuto il diritto alla salute di tutti i cittadini del nostro territorio che hanno titolo a curarsi ed avere un Ospedale di riferimento com’è il San Camillo; alla città, a tutti i rappresentanti politici nelle sedi istituzionali, locali, provinciali, regionali e parlamentari, a tutti i partiti politici e alle organizzazioni sindacali e sociali di mettere in atto tutte le iniziative per la realizzazione della funzionalità dell’Ospedale di Manfredonia. Inoltre, come già deciso, ribadiscono lo stato di agitazione di tutto il personale, e la messa in atto di iniziative e manifestazioni pubbliche tese a tutelare il diritto alla salute dei cittadini e il diritto al lavoro dei dipendenti di tutto il Presidio Ospedaliero”.

Fissato per domenica 27 novembre dalle 9 alle ore 13 un SIT-IN in Piazza del Popolo.

Redazione Stato@riproduzione riservata

Sindacati San Camillo: “stato di agitazione del personale”. Assemblea il 23, domenica sit-in ultima modifica: 2011-11-22T23:07:41+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
4

Commenti


  • Redazione

    Conferenza su San Camillo de Lellis

    Si svolgerà Domenica 27 novembre alle ore 17 presso il chiostro comunale “F.P. Fiorentino” di Palazzo di Città il convegno San Camillo de Lellis: l’attualità di un grande riformatore
    Sono previsti gli interventi di:
    Luigi Pompilio, Sindaco di San Giovanni Rotondo
    Padre Rosario Messina, Superiore Camilliano Provincia siculo napoletana
    Mario Spinelli, scrittore
    Giuseppe Nania, scultore realizzatore del plastico del bassorilievo
    Francesco Marini, architetto e realizzatore progetto del Cenobio

    Al temine apertura di un cantiere di idee per organizzare i festeggiamenti per il quattrocentenario della morte di San Camillo. La cittadinanza è invitata a partecipare.


  • francesco

    ora basta!!!
    siate onesti: Le OO.SS. del Presidio Ospedaliero di Manfredonia esprimono la forte preoccupazione di tutti i dipendenti CHE PER RAGGIUNGERE IL PROPRIO POSTO DI LAVORO FORSE DOVRANNO SPOSTARSI DI QUALCHE CHILOMETRO o, per chi già lo fa, DI FARNE QUALCUNO DI PIù.
    non veniteci a raccontare che la preoccupazione dei dipendenti è che venga a mancare l’assistenza sul territorio: non vi credo!!


  • Amico

    Caro francesco
    la tua sensibilità è parogonabile a quella di un asino. Solo nel momento del bisogno ti renderai conto dell’importanza di avere un ospedale funzionale nella tua città.
    Io come Manfredoniano spero di non dipendere da SGR o FG ; lo sai bene che per trovare un posto in queste strutture devi pagare qualche primario per riconoscere un tuo diritto alla salute!?


  • AMICO DEL AMICO

    CARO FRANCESCO SI CAPITO CHE LAVORI PRESSO UNA STRUTTURA DISTANTE DA MANFREDONIA CAPISCO IL TUO DISAGIO SIA FISICO E PROPABILMENTE ANCHE MENTALE VORREI VEDERE SE QUALCHE TUO FAMIGLIARE STETTO A BISOGNO DI QUALCHE RICOVERO IN ORTOPEDIA O GINECOLOGIA E VIENE TRASPORTATA A QUALCHE CHILOMETRO IN PIU FORSE A TE RODE IL FATTO CHE LAVORI FUORI O FORSE NON SEI UN MANFREDONIANO COMUNQUE QUESTO MESSAGIO TE LO MANDA UN MANFREDONIANO VERACE DI BOCCOLICCHIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi