Manfredonia
"Il Partito Comunista Italiano si rivolge agli elettori"

“Manfredonia ha detto NO. Ora tocca all’Italia dire NO”

"In poche parole in caso di vittoria del si il 04 Dicembre, Renzi potrà decidere, non tenendo presente del voto del 13 Novembre "

Di:

Manfredonia. ”Il Partito Comunista Italiano invita la cittadinanza a partecipare alla manifestazione organizzata dal comitato per il NO alla riforma costituzionale che si terrà sabato 26 Novembre alle ore 19,00 presso Palazzo dei celestini in cui interverrà il Prof. Massimo Villone costituzionalista. Il Partito Comunista Italiano si rivolge agli elettori ed in particolare ai 26.000 manfredoniani che il 13 Novembre scorso hanno votato compatti per il NO all’installazione del mega impianto di deposito GLP a pochi chilometri dal centro abitato.

Tutti sanno dei pericoli che Manfredonia e dintorni corrono. Manfredonia si oppone e sempre si opporrà a questo scempio ecologico. Il Partito Comunista Italiano ritiene di dover ricordare ai manfredoniani che il NO del 13 novembre potrà facilmente essere ignorato,

SAPETE PERCHE’ ?

Perchè la contro riforma costituzionale di Renzi ( non lo segue neanche tutto il suo partito per intero ) all’ art. 117 prevede che lo Governo centrale potrà decidere sulle politiche di sviluppo economico senza o CONTRO il parere dei territori rappresentati da Comuni e Regioni. In poche parole in caso di vittoria del si il 04 Dicembre, Renzi potrà decidere, non tenendo presente del voto del 13 Novembre ( anche se trattasi Referendum Consultivo lo sappiamo bene) e quindi procedere ad autorizzare l’installazione dell’impianto ENERGAS.

E’ QUESTO CHE VOLETE? CREDIAMO PROPRIO DI NO!!!! Pertanto il 04 Dicembre rafforzate il NO del 13 Novembre, votando ancora una volta NO!
Evitiamo che passi la riforma costituzionale voluta da RENZI-BOSCHI-VERDINI, i nuovi lanzichenecchi toscani che potrebbero trasformare la nostra Italia in un nuovo Granducato di Toscana e il Parlamento italiano in una specie di Leopolda romana fatta di amici e servi di Renzi pronti a sostenerlo sempre con il proprio voto in cambio della loro poltrona.

MANFREDONIANI ALZIAMO LA TESTA, DIFENDIAMO LA COSTITUZIONE NATA DALLA RESISTENZA

IL 4 DICEMBRE VOTIAMO NO
ANCHE PER RAFFORZARE IL VOTO DEL 13 NOVEMBRE.

MANFREDONIA, LI’ 22-11-2016 – IL SEGRETARIO DEL PCI DI MANFREDONIA, MATTEO MARZILIANO



Vota questo articolo:
30

Commenti


  • CHI RUBA E' UN LADRO E AI LADRI BISOGNA MOZZARE LE MANI.

    TOTALMENTE D’ACCORDO CON IL SIGN. MATTEO MARZIALIANO!


  • indignato pensionato

    Nel partito pd ci sono quelli che dicono no perche’sono dei traditori,eletti nel pd ,e non hanno nenche il coraggio di lasciare la poltrona,il peggiore nemico del partito pd sono i comunisti,che prima si fanno eleggere con aleanze e poi tradisco e’fanno cadere i governi vedi bertinotti con prodi poi dalema sempre con prodi.Io voto SI) sono un pensionato che raggiona con sua testa e non con la vostra(sono un ex pc e pd


  • NO

    I nostri politici locali sono x il No ma non possono sottrarsi dai poteri forti di Roma perché si decide anche il loro futuro; a casa tutti, trovatevi un lavoro basta vivere di politica e privilegi! Dovete toccare con mano anche voi la fame dei sacrifici, troppo bello autista, cene, vacanze ecccccc


  • Antonello Scarlatella

    Non sono mai stato di ispirazione comunista ma li ho sempre apprezzati (quelli veri) per la loro coerenza.
    Come sono lontani ormai i tempi di uomini come Berlinguer e Bertinotti.
    Ad oggi tra radicalschic e persone di scarsa cultura e di scarsissima onestà intellettuale che si nascondono dietro la sinistra semplicemente per fare i porci comodi e per servire un sistema economico costituito da faccendieri delinquenti che sta umiliando l’Italia e gli Italiani.
    Il peggio del peggio dei Comunisti mascherati della nostra epoca penso sia proprio quel Giorgio che dopo aver fatto il condottiero del bel paese per quasi due volte e continua a fare il puparo…. ha buttato nel cesso l immagine del comunismo.
    Ma al signor Giorgio sono sicuro che un certo Giuseppe di Vittorio ed il grande Berlinguer lo attendono per fargli una grande festa a suon di calci pesanti nel culo.
    Votare No principalmente perché in uno Stato democratico dove la sovranità appartiene al popolo, un Governo di nominati e non di eletti non può indire un referendum di tipo COSTITUZIONALE.
    È una pura forma di colpo di stato.

    E…Enrico se tu ci fossi ancora! Il mondo cambia ha scelto la bandiera, l unica cosa che resta è l ingiustizia più vera…


  • "2 NO -1"

    Sono d’accordo con Scarlatella,
    Di comunisti veri siete rimasti solo voi il PD è un partito abusivo.


  • verità vera

    NON E’ BELLO VEDERE I NOSTRI ELETTI REGIONALI SEDERE IN PARLAMENTO E PORTARE AVANTI LE PROBLEMATICHE DELLA PROPRIA REGIONE….CON IL SI SIAMO SEMPRE NOI AD ELEGGERE I SINDACI O I CONSIGLIERI REGIONALI E I SINDACI REGIONALI…SPARIRANNO TANTE FACCIE ORMAI INVECCHIATE O DICIAMO MEGLIO I POTENTI..E FAREBBE BENE ALLA NOSTRA ITALIA LA COSTITUZIONE DI BASE NON CAMBIA..MA CAMBIA E DIMINUISCONO LE POLTRONI E SI VELOCIZZANO LE LEGGI..MEDITATE…


  • La figlia del fotografo

    Io voto si#perdire

  • Non dovete strumentalizzare il referendum di Manfredonia su l’Energas con quello costituzionale del governo Renzi ci state solo confondendo le idee perché nessuno ha il coraggio di cambiare e di chiamare le cose con il loro vero nome .


  • Roberto

    Ma come si possono leggere frasi false create dai fautori dei no come quella di Scarlatella..Governo di nominati e non di eletti, ma di cosa parli?

    Quale sarebbe l’ultimo presidente del coniglio che hai votato? Topolino?
    I governi sono tutti nominati, lo sono stati quelli passati e lo saranno quelli futuri, vai a studiare.

    Il presidente della Repubblica N O M I N A il presidente del Consiglio dei ministri e, su consiglio di questo, N O M I N A i ministri (art. 92).

    E’ vero che adesso votiamo deputati e i senatori (non governo e premier), ma comunque questi sono inseriti in liste elaborate ad hoc dei partiti.
    Infatti, riusciamo a tirar fuori senatori dalla mente brillante che tutto il mondo ci invidia, come Antonio Razzi.

    Continuate a farvi infinocchiare da quelli del no che vogliono solo mantenere i
    loro privilegi.

    Le decisioni finali che riguarderanno i territori, anche adesso, vengono prese dal governo centrale, lo stabilisce il Decreto Sviluppo.

    Informatevi sulle cose.


  • Antonello Scarlatella

    Roberto, datti una calmata.
    Frase falsa?
    Quale?
    Io ho detto che un governo per giunta improduttivo come quello Renzi… Che non è stato eletto dagli Italiani non può indire un referendum costituzionale.
    È falso che è un Governo di nominati?
    È falso che il Governo ha prodotto solo chiacchiere?
    Renzi che da due anni ha prodotto solo slogan ora si rifugia nel referendum per cambiarla….
    Io di Renzi non mi fido più non gli affiderei neanche la responsabilità del mio condominio.
    Tu ti fidi? Vota si chi ti obbliga al contrario.
    Te ne dico una perché purtroppo noi dimentichiamo presto.
    Renzi ad inizio anno disse ai risparmiatori di comprare il titolo monte Paschi perche risanata. Ad oggi da inizio anno ha perso il titolo il 60%….dimmi tu se ci si può fidare di Renzi.

  • Ormai non sappiamo più di chi fidarci tanto sono tutti uguali assetati di soldi e di potere. Vergogna


  • Politica italiana ad alta incidenza delinquenziale.

    Perchè non ha ragione Scarlatella? Senatori da scegliere nel mazzo tra i delinquenti per assicuragli l’incolumità parlamentare mentre attualmente noi cerchiamo gli onesti poi magari diventano delinquenti mentre ora li vogliono scegliere direttamente con il patentino da “delinquente”.


  • Roberto

    Antonello Scarlatella,
    le spari talmente grosse che non può essere malafede, è totale disinformazione.

    Hai detto: “un Governo di nominati e non di eletti non può indire un referendum di tipo COSTITUZIONALE”.

    Innanzitutto, te lo ripeto, tutti i governi in Italia non sono eletti, ma sono nominati
    Lo riscrivo, Il presidente della Repubblica N O M I N A il presidente del Consiglio dei ministri e, su consiglio di questo, N O M I N A i ministri (art. 92).

    Hai detto che il governo ha indetto il referendum Costituzionale e che Renzi si rifugia nel referendum.

    Il referendum Costituzionale non è stato indetto ne dal Governo e neanche da Renzi.
    Renzi non ha bisogno di rifugiarsi il nulla, il suo mandato arriva al 2018 ed il suo partito è ancora (dati novembre) il primo in Italia.

    La riforma costituzionale fu chiesta da Napolitano la sera del 31 dicembre 2011, nel discorso di fine anno, Napolitano chiese che la legislatura successiva, quella in corso ancora oggi, iniziasse un nuovo percorso di riforma della Costituzione.

    Dopo l’approvazione delle camere, L’ARTICOLO 138 DELLA COSTITUZIONE PREVEDE obbligatoriamente il referendum popolare confermativo.

    Renzi ed il suo governo NON HANNO INDETTO NULLA, anzi, Renzi ha detto più volte che se fosse stato per lui, ne avrebbe fatto volentieri a meno.

    Il referendum Costituzionale non è su Renzi, ma (se hai letto il testo) su tre cose,
    – eliminazione del bicameralismo perfetto
    – eliminazione CNEL
    – modifiche al Titolo V

    Su questo andiamo a votare, non sulle capacità di Renzi di fare trading online su Mps.

    Dovesse vincere il No, piaccia o non piaccia, le prossime elezioni avverranno comunque nel 2018, vuoi scommettere?

    Buona serata


  • VOTO SI

    Se Renzi perde di molto lascia,
    governo tecnico che (oltre a bastonarci come MOnti) fa riforma elettorale, e alle politiche si ripresenta vergine dicendo che lui voleva fare le riforme, mentre i grilli e company glielo hanno impedito…….
    Gli avversari alle lezioni dovranno andati separati (non rivedremo l’attuale allegra combriccola del NO)
    Renzi vince le elezioni e torna in sella per 5 anni.

    La previsione è fatta, ai posteri l’ardua sentenza.


  • vittoria gentile

    D’altro canto è pur vero che, vincesse il sì, il super accentratore Renzi si farebbe ancora più forte di questa “vittoria” e, dopo aver fortemente polarizzato e seminato il vuoto intorno alla suddetta polarizzazione in seno al suo partito, continuerebbe con la stucchevolissima e anche pericolosa propaganda del “con me chi guarda avanti, contro di me quelli che non vogliono cambiare nulla” (ma per favore.. siamo seri, cambiare cosa e, soprattutto, “come e in quali termini”?).
    I No aiutano tanto a crescere!! Ma tutto questo il premier ancora non lo sa.


  • Giovanni D

    Vittoria Gentile, l’utente VOTO SI ha ragione.

    Votando NO, non solo non si andrà a elezioni anticipate, in quanto TUTTI i partiti tranne M5S hanno interesse affinché non vinca al ballottaggio quest’ultimo, stante l’attuale legge elettorale – quindi chi pensa a elezioni anticipate è, politicamente parlando, un dilettante.

    Ma tatticamente Renzi rimetterà il mandato e la transizione al febbraio 2018 la faranno altri.

    Così facendo potrà argomentare per oltre un anno (e sarà un anno duro per l’Italia post NO) parlando da quasi opposizione, e avrà gioco facile a mostrare l’inconsistenza degli altri e della compagine eterogenea che dal NO avrà fatto scattare le clausole di salvaguardia, depresso i mercati e quindi i risparmi, spread etc – tutti argomenti che Renzi potrà agilmente imputare ad altri, fossero pure il proprio partito.

    Invece votando Sì, Renzi arriverebbe alle elezioni dovendo impostare una retorica difensiva delparlare ex cathedra, dallo scranno di Governo.
    Meditate, o avversari del fiorentino, se questo è il fastidio che motiva il vostro No.

    Non vi interessa votare in merito alla riforma ma volete dare un voto politico? RICORDATE CHE LA POLITICA E’ STRATEGIA


  • Il NO e fortemente favorito sul SI

    http://www.superscommesse.it/notizie/referendum_costituzionale_4_dicembre__cosa_dicono_i_bookmaker_all_estero-10242.html

    Nel Regno Unito la patria delle scommese, la vittorio del NO la danno quasi per certo la vittoria del NO ad 1.30 quel del si a 3.,70 in pratica e come se il NO fosse Il Real Madrid in casa al Bernabeu vs una squadra di bassa classifica del Liga spagnola ad esempio il Deportivo La Coruna, lo spread ha già assorbito le voci dei sabotatori internazionali che strizzano l’occhio al loro robotino Renzie hanno tentato di attuare il medesimo tentativoto di colpo di stato (riuscito) a colpi di spread per far cadere un governo legittimo eletto dal popolo (ultimo quello del cavaliere di Arcore). I disperati tentativi di accapararsi il voto all’estero con contorni grotteschi dalle lettere inviate dal premier ai tentativi di screditare il movimento cinquestelle peraltro già annulla con la rischiesta della Bindi (antimafia) dei decumenti relativi a Crozza ( pardon De Luca.

    Renzi è disperato talmente disperato e contestato che si reca sono in teatri blindati, chi voterà si una parte del Pd…puntava sul recupero del voto del partito degli astensionisti? Fallira anche quello perchè chi era schifato e non si recava alle urne ha rafforzato la sua opinione. Il fronte del NO avrà (tranne la toscana) un gigantesco NO rivolto a Renzi per la situazione drammatica che i mass media cercano di “oscurare” malcontento dovuto soprattutto al dilagare della violenza e della insicurezza e dei sorprusi di Stato..
    al Sud i SI verranno dai seguaci di De Luca! Il movimento 5 stelle, Forza Italia e tutta la destra voterà no! Voteranno NO tutti i pugliesi del PD tranne quelli dei politici di Manfredonia! Infatti Emiliano, D’alema tra Bari e Legge faranno man bassa di N0! A Manfredonia chi voterà si? La stessa gente più o meno che hanno votato Il pd e il bello viene ora mentre il NO avrà dalla sua parte il Movimento 5 stelle e Manfredonia Nuova ) i simpatizzanti dalle elezioni del 2015 e dopo l’orrenda sorpresa del taciuto mega deposito..i simpatizzati reali sono aumentati credo al 300% poi Forza Italia, Movimentoi Est, comunisti –Io sto con Fitto lo zoccolo duro dei NO energas potrebbero superare il SI e anche di molto
    Non ci sarà l’affluenza delle comunali 2015 e quando andrà a scapito del SI PD in quanto quelli che andranno a votare andranno incazzati e tanta gente è incazzata sia ripeto per la drammatica querelle energas e sia per la preoccupazione che un manipolo di fantocci debba manomettere la Costituzione Italiana a suo piacimento e con finalità utili ai loro interessi di partito e lobbies e non quello del popolo Italiano.
    Poi nessuno ha la sfera magica e può succedere di tutto..sarebero capace di tutto da oggi sino al 4 pur di condizionale il popolo italiano.


  • Antonello Scarlatella

    Roberto non ti rifugiare nel gioco di parole.
    Hai capito benissimo quello che voglio dire.
    Allora facciamo cosi. Renzi si sta facendo promotore di un referendum quando lo non è stato eletto dal Popolo. Va bene cosi’.
    Questo per me è un abuso.
    Ed è per questo che io voto NO.
    Se poi dall’alto del tuo sapere mi spieghi se il problema dell Italia è il CNEL….
    Il Senato perché a questo punto non hanno proposto di abolirlo totalmente?
    Oppure facciamo come i consigli provinciali? Io li vedo sempre li, non più eletti ma sempre improduttivi.
    Io Roberto non sono per niente in malafede. La vedo solo in un modo diverso.
    Chi la vede in un modo diverso non è in malafede è solo di un altro parere.
    Ma tu pensi che non sappia il perché in molti si stanno muovendo a Manfredonia per il SI?
    Ed dai Roberto che ho capito chi sei…….non si può accettare tutto. Io poi non ho offeso nessuno, non ti ho detto…. “Vai a Studiare” nulla. Ho espresso il mio parere. Si può’ ancora?
    Anche perché caro amico Roberto la maggior parte dei costituzionalisti Italiani sono contro…quindi di chi fidarci, di Napolitano? Di Renzi, della bella fatina?
    Renzi resta fino al 2018? Va bene. L importante che alzi il culo perche non so se te ne sei accorto ma l Italia è sotto la merda.


  • Il NO e fortemente favorito sul SI

    http://www.betitaliaweb.it/pronostici/costume-e-societa/elezioni-politiche/14981-referendum-costituzionale-il-no-in-vantaggio-si-alzano-le-quote-per-la-vittoria-del-si.html
    Più o meno le stesse quote offerte da tutti i siti internazionali e nazionali di scommesse e mica sono scemi i cinesi e i coreani che investono miliardi in scommesse..hanno puntato tutti sul NO perchè hanno certezze della sconfitta del SI.


  • Il NO e fortemente favorito sul SI

    Non fateve influenzare da sondaggisti da strapazzo o pagati dal potere..il pooolo italiano è stremato e incazzato.


  • Roberto

    Antonello non c’è nulla da fare, non ci riesci proprio a parlare della riforma senza nominare Renzi. Fosse anche una persona di cui non ci si può fidare, qui Renzi non c’entra nulla. Non ti piace la riforma, allora ok vota no, ma rimanendo nel merito della stessa. Non ti fidi di Renzi? L’oggetto in questione è la riforma.

    Molti Manfredoniani non si fidano del nostro sindaco per via dei reati di cui è accusato, tu hai detto che bisogna rimanere nel merito di quello che fa a palazzo San Domenico.

    Mai perdere di vista l’obiettivo a causa della rabbia e odio.


  • Dunet a cioccje

    Un No a Renzi e un NO al Sindaco e i suoi compagni di partito e principalmente un NO ai cialtroni che osano violare la carta costituzionale.


  • Antonello Scarlatella

    Roberto io non provo ne rabbia ne odio nei confronti di Renzi
    Credevo veramente che con Renzi potesse cambiare qualcosa. Poteva dare una spinta al paese.
    Tre riforme servivano al paese.
    Giustizia
    Corruzione
    Fiscale
    Bastavano queste tre riforme per far ripartire l Italia.
    Chi investe oggi in Italia con una pressione fiscale al 60% con un sistema giudiziario imballato, ed in preda alla più delle becere delle corruzioni?
    Verresti tu Roberto dall’estero ad aprire un opificio industriale nel bel paese? Li investiresti i tuoi soldi?
    Sia ben chiaro. Io non odio nessuno ed evitò chi odia. Ma dobbiamo essere un po obiettivi.
    Ti faccio un esempio. Ora per avere consensi Renzi cambia il nome ad equitalia perché ormai è un brand impopolare. Ma gli cambia il nome non la strategia. Inoltre non è equitalia ad essere il drago degli Italiani ma un sistema fiscale assurdo, quindi è a monte che fa riformato il sistema non a valle.
    Non ti sembra che con questi mezzi beceri Renzi offende l intelligenza degli Italiani?
    Quali frutti hanno dato all’Italia i suoi continui slogan e le sue riforme. Dimmi tu Roberto. Renzi continua a recitare un copione dettato da chissà quale regia. La stessa regia che non si è capito cosa voglia far diventare l Italia.
    Per quanto concerne Manfredonia la cosa è alquanto diversa.
    Il Sindaco comunque ha dato a Manfredonia una nuova veste specie in opere pubbliche. Oggi veramente vi è da essere orgogliosi della propria città.
    Certo vi è molto da fare ancora ma sono estremamente fiducioso.
    Per i suoi problemi personali, tutti i lettori sanno come la penso e mi auguro al più presto che Riccardi esca fuori dalla vicenda e ne esca vincente. Questo per lui, per la sua famiglia e per la città.
    Piaccia al popolo o no Riccardi è il sindaco di Manfredonia ed è il punto di riferimento politico della città.
    Certo in città c’è ancora molto da fare.
    Non può però farlo un uomo solo…purtroppo chi fa politica a Manfredonia vive solo con la rabbia di buttarlo giù dalla torre ma senza un progetto alternativo solo per odio e invidia sulla persona.

    Credimi Roberto, sono fiducioso che Riccardi dopo il referendum ci stupisca con nuove iniziative per la città.
    Il sindaco, so che è a favore del referendum ma assolutamente non lo giudico.
    Ovvio che è partito un dictat dall alto che esige un risultato politico per il referendum e se non lo ottieni dalla città che amministri perdi di credibilità…..e non solo.


  • Schifato dalla schiforma e dalle modalità di voto.


  • Roberto

    Antonello,
    permettimi una battuta,
    se tutti “apprezzassero” Renzi come tu appezzi Riccardi, al referendum ci sarebbe un plebiscito di SI.

    Detto questo, purtroppo non so più come ripeterlo, si continua a perdere di vista quello per cui stiamo votando.

    L’italia può essere ricoperta di merda fino al collo, ma qui si votano delle modifiche costituzionali,
    non si vota sulla giustizia, sul lavoro, sulla corruzione ecc ecc, ma sui tre punti oggetto di modifica.

    Il problema dell’Italia non il CNEL, ma se in 70 anni ci è costato un miliardo di euro e non ha prodotto nulla, ti fa schifo se lo eliminiamo?

    Il bicameralismo perfetto non esiste un nessun paese al mondo.
    Chi conosce la storia sa che il bicameralismo perfetto fu creato nel dopoguerra per avere uno strumento che potesse bloccare i comunisti qualora fossero andati al governo, non per poter governare al meglio il paese.
    Ti fa schifo che ci sia un iter di approvazione delle leggi più veloce?
    Dirai che alcune leggi sono state comunque approvate in poco tempo, ma quelli erano casi urgenti su cui si è utilizzato lo strumento del decreto.
    Per approvare l’omicidio stradale o il licenziamento per gli impiegati assenteisti, a causa del ping pong tra le camere ci sono voluti anni ed anni.
    Per approvare i Ddl di iniziativa parlamentare sono necessari in media 392 giorni alla Camera e 226 giorni al Senato (dati del 2016).

    Cosa ci frega di Renzi se possiamo migliorare qualcosa che rimarrà per i prossimi 50 anni. Quando è stata scritta la costituzione, a nessuno fregava niente dell’allora presidente del consiglio (De Gasperi).

    Possibile che dobbiamo sempre guardare il dito e non la luna?


  • vittoria gentile

    Signor Giovanni, io voto No nel merito, e non voto No contro Renzi.
    Anzi invito caldamente tutti a non fare il solito voto col “mal di pancia” (emotivo e con emozioni negative) ma a fare un voto di testa e ragionato sul tema. Che poi, come effetto secondario, pensi che sia ben utile al premier confrontarsi con qualche sonoro “No” pubblico dato che intorno a lui è tutto un dirgli Sì, “prego avanti così!” è altro discorso. Sì voti nel merito il che impone, peraltro, di addentrarsi nelle cose. Benissimo.


  • Antonello Scarlatella

    Roberto debbo ammettere che il tuo discorso ha una logica.
    Ti chiedo però.
    Visto che dobbiamo uniformarci quindi ai paesi europei a questo punto dopo una eventuale vittoria del si ci uniformiamo anche alle altre regole europee?
    Tipo. Riduzione dei costi della pubblica amministrazione o meglio redistribuzione della ricchezza.
    Esempio se un dirigente pubblico non raggiunge gli obiettivi lo potremmo mandare a casa a calci nel culo?
    Vedi il Quirinale che ha il doppio dei dipendenti di Buckingham Palace..cosi come i ricchi dipendenti della camera e senato.
    A questo punto dobbiamo attenderci in caso di vittoria del SI gli stipendi dei parlamentari verranno uniformati a quelli dei paesi dell unione europea.
    Che i corrotti vengano trattati come in Germania? 60 miliardi di
    Che la giustizia inizi finalmente a funzionare? , poi lavoro, fiscalità, banche, ecc ecc….
    Perché se qualcuno si prendesse la responsabilità che l Italia inizi ad uniformarsi in toto agli altri paesi europei io sarei il primo a votare si.
    Ma chi ci da questa garanzia?
    Ormai caro Roberto il popolo Italiano è stanco degli slogan..vedi i Ragazzi che ormai se ne vanno all estero e neanche si pongono più il problema di cercare una sistemazione in Italia o gli anziani che si trasferiscono in Portogallo.
    Gli Italiani vogliono garanzie.
    Puoi darle tu?
    Perché vedi che in Italia basterebbe copiare ai paesi che funzionano, non dobbiamo neanche scervellarci a pensare. Basta copiare….


  • Roberto

    Antonello, ma magari si prendesse il meglio (si copiassero) le cose che funzionano dagli altri paesi.

    Purtroppo sai bene la garanzia che questo succeda non te la darà mai nessuna persona, nessun politico e nessun partito.

    Comunque vedo che siamo capiti,
    siamo nella merda,
    ma questo referendum (votando con il cervello e non con la pancia SI oppure NO) non complicherà nulla e non risolverà nulla.

    Alla prossima, buona serata.


  • UOMO ARRABBIATO

    x Roberto, mi dici il nome di qualche politico italiano che viene invidiato all’Estero. Sono convinto che non sei mai stato all’estero..i nostri politici sono gli zimbelli d’Europa, ci deridono tutti , i nostri rappresentanti di governo sono i più -del mondo e sono i più tutelati dall’IMMUNITA’ PARLAMENTARE. Se vince il SI daremo modo a questi lestofanti -ancora di più senza poterci difendere..voterò NO e farò votare NO.


  • Italiano stufo

    I migliori politici italiani attualmente sono Crozza, Cettino La qualuquemente..ha ragione UOMO ARRABBIATO, siamo lo zimbello d’europa e ci deridono tutti e inoltre grazie ai nostri politici tutti vogliono venire in Italia perchè sanno che possono stuprare rubare delinquere perchè sono protetti dai politici. Ormai siamo una nazione dove i politici fanno fuggire non sono i giovani ma anche i pensionati che preferiscono sistemarsi in altri paese persino in Tunisia prima che Portogallo e Spagna. Un paese incancrenito dalla corruzione e dalla totale inefficienza e pretendono di rafforzare il loro potere questi cialtroni che si arricchiscono alle nostre spalle senza fare nulla di concreto per il paese.

    NO anche io!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati