FoggiaSport
"Le società sportive di Foggia sono finalmente tutte figlie di uno stesso dio per l’utilizzo degli impianti sportivi comunali"

Utilizzo Zaccheria, tutti i dubbi di Alternativa Libera

"Quanto ammontano i costi complessivamente sostenuti dal comune? "

Di:

Foggia. Con un comunicato stampa il 16 novembre il Sindaco Landella porta ha conoscenza che ha dato mandato al servizio di Avvocatura dell’amministrazione comunale affinché attivi tutte le procedure, amministrative e giuridiche, utili ad ottenere il versamento delle somme, provenienti dagli incassi, dovute dalla società Foggia Calcio Srl, sin dal momento della costituzione, al Comune per l’utilizzo dello stadio “Pino Zaccheria”, come previsto dal tariffario inerente l’utilizzo degli impianti sportivi di proprietà comunale.

Ci sono volute due interrogazioni scritte da Alternativa Libera Foggia, presentate in settembre attraverso il Consigliere Comunale Vincenzo Rizzi come primo firmatario, per far notare a chi di competenza che lo stadio comunale di Foggia veniva utilizzato, avendone la disponibilità esclusiva dell’impianto, senza aver stipulato nessuna convenzione?

Siamo ovviamente sodisfatti che finalmente a Foggia non c’è più sperequazione tra sport diversi e che oggi, si spera, tutte le società paghino secondo tabella l’utilizzo degli impianti sportivi comunali, ma ci sono ancora diverse domande alle quali questa amministrazione dovrà dare risposta, come ad esempio:
– chi finora ha pagato le utenze dello stadio?
Quanto ammontano i costi complessivamente sostenuti dal comune?
– Per quali ragione i costi delle cancellate esterne allo stadio sono stati sostenuti dall’amministrazione comunale?

– Perché si è permesso che venissero ridipinte senza autorizzazione le cancellate dello stadio su viale Ofanto, con simboli inneggianti alla violenza?

Gli attivisti di Alternativa Libera Foggia continueranno a vigilare affinché il comune non faccia sconti e richieda quanto dovuto a chi di dovere.

A tal proposito sugli organi di stampa sono emerse cifre discordanti circa quanto dovuto all’amministrazione da parte della/delle società in esame, esigiamo che i dati relativi ai costi sostenuti negli anni dal comune vengano resi pubblici, così come, con le dovute accortezze legate alla legge sulla privacy, siano resi noti gli incassi effettuati negli anni in oggetto dalle società, tenendo conto che i biglietti dati, per libera scelta della società, in maniera gratuita dovranno essere conteggiati come venduti per non diventare
questi un omaggio non voluto anche da parte del Comune di Foggia.

Alternativa Libera Foggia



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati