FoggiaSport
"condivisa la condanna per gli intollerabili e ingiustificabili atti di violenza "

Violenza allo Zaccheria, condanna sindaci Foggia e Barletta

Nel confermare la piena solidarietà ai funzionari e agli agenti di polizia vittime della brutale aggressione e, in particolare, la vicinanza a quanti sono rimasti feriti nell’adempimento del proprio dovere

Di:

Foggia – I sindaci di Foggia, Franco Landella, e di Barletta, Pasquale Cascella, nel corso di una cordiale telefonata hanno condiviso la condanna per gli intollerabili e ingiustificabili atti di violenza con cui sabato scorso gruppi di facinorosi, estranei alla cultura del rispetto che sempre e ovunque deve caratterizzare la passione per il gioco del calcio, hanno rovinato un momento di competizione e di socialità tra le comunità sportive delle rispettive città.

Nel confermare la piena solidarietà ai funzionari e agli agenti di polizia vittime della brutale aggressione e, in particolare, la vicinanza a quanti sono rimasti feriti nell’adempimento del proprio dovere, i sindaci hanno auspicato che la giustizia faccia pienamente il proprio corso e che le stesse autorità sportive assumano ogni misura atta ad individuare, isolare e colpire quanti hanno causato i disordini sin dall’interno dello stadio.

I sindaci di Foggia e di Barletta hanno concordato di rinsaldare i legami tra le due città anche sul piano sportivo, attraverso il coinvolgimento e la collaborazione diretta delle tifoserie più responsabili rimaste estranee alla degenerazione e alla violenza, affinché si contrastino in ogni occasione quei gruppi teppistici che con veri e propri atti delinquenziali offendono la tradizione civile di entrambe le città, per costruire nuovi rapporti di cooperazione che consentano già dal prossimo incontro tra le due squadre di calcio di realizzare una vera e propria festa dello sport.

Redazione Stato

Violenza allo Zaccheria, condanna sindaci Foggia e Barletta ultima modifica: 2014-12-22T23:25:49+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi