Politica
"L'esercizio provvisorio durerà un mese, il tempo necessario per consentire agli uffici di riorganizzarsi dopo il decreto 'spalma debiti' del 13 novembre e la successiva manovra di assestamento"

Mazzarano: “Con l’esercizio provvisorio niente nuove tasse”

Oggi in commissione ho chiesto il ritiro degli emendamenti di tutti i consiglieri di maggioranza e di opposizione per evitare di ingolfare un provvedimento snello e succinto


Di:

Bari. La prima commissione bilancio presieduta da Fabiano Amati, ha approvato a maggioranza con 6 voti a favore e 4 contrari (M5S e CoR) il disegno di legge relativo alla “Autorizzazione all’esercizio provvisorio del bilancio di previsione della Regione Puglia per l’anno finanziario 2016”. Determinante per l’approvazione del provvedimento il voto del consigliere Pino Lonigro, presente alla seduta nonostante la recente sentenza che ne ha sancito la decadenza dalla carica, e a cui la commissione ha espresso il suo ringraziamento per il lavoro e l’impegno profuso. Il voto è stato preceduto da un’accesa discussione sull’ammissibilità dei 5 emendamenti presentati: di questi, tre sono stati ritirati dagli stessi proponenti e due (del Movimento 5 stelle) respinti a maggioranza. Le proposte dei pentastellati miravano a fissare termini più stringenti per l’approvazione del Bilancio 2016 (anticipando la data al 31 gennaio), così come richiesto anche dall’emendamento presentato da CoR e poi ritirato dallo stesso presidente Ignazio Zullo.

Ritirati per essere invece riproposti in conferenza di capigruppo, quello relativo alla proroga del Commissario straordinario regionale dei Consorzi di bonifica (presentato dall’assessore Leonardo Di Gioia) e quello riguardante i diritti di reimpianto dei vigneti di uva da vino a firma di Donato Pentassuglia, quale presidente della commissione Agricoltura. La commissione ha approvato inoltre il disegno di legge per il riconoscimento dei debiti fuori bilancio che ammonta ad oltre un milione e 100mila euro.

Mazzarano. “L’esercizio provvisorio durerà un mese, il tempo necessario per consentire agli uffici di riorganizzarsi dopo il decreto ‘spalma debiti’ del 13 novembre e la successiva manovra di assestamento”. Lo dichiara il Capogruppo del Pd Michele Mazzarano a margine della riunione della I Commissione che ha varato il ddl che autorizza l’esercizio provvisorio. “Nel frattempo non aumenteranno le tasse dei cittadini. Stiamo lavorando ad evitare che il provvedimento diventi un piccolo ‘ominibus’. Oggi in commissione ho chiesto il ritiro degli emendamenti di tutti i consiglieri di maggioranza e di opposizione per evitare di ingolfare un provvedimento snello e succinto. Continueremo a discutere nella conferenza dei capigruppo e nel Consiglio regionale del 28 per consentire di varare un provvedimento che sia coerente con gli intendimenti iniziali per aprire, entro massimo un mese, una discussione importante sulla programmazione finanziaria del 2016.
Chi spera che si punti a perder tempo – conclude Mazzarano – si ricrederà”.
Redazione Stato Quotidiano.it

Mazzarano: “Con l’esercizio provvisorio niente nuove tasse” ultima modifica: 2015-12-22T17:39:42+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi