Lavoro

Esodati: CGIL, numero noto da tempo, Fornero finge stupore

Di:

Esodati (st)

Roma – “LA vera notizia è che non c’è notizia: il numero degli esodati è oramai noto da tempo”. E’ quanto afferma il Segretario Confederale della CGIL, Vera Lamonica, a proposito dell’articolo pubblicato oggi dal Messaggero nel quale si afferma che sarebbero ancora 150mila gli esodati senza tutele. In merito alle affermazioni della titolare del dicastero del Lavoro, Elsa Fornero, la dirigente sindacale aggiunge: “il ministro dimostra, ancora una volta, di non aver ben compreso l’entità del disastro compiuto dal governo di cui fa parte, e continua a far finta di stupirsi dei numeri”.


Secondo la dirigente sindacale, “si omette di ricordare che, a fronte della soluzione legislativa per la questione esodati, costruita negli scorsi mesi in Parlamento, fu proprio il governo ad opporre l’argomento del costo insostenibile, che ci pare venne calcolato più o meno su quei numeri”, pubblicati oggi da ‘Il Messaggero’.


Inoltre, prosegue Lamonica, “quando si è trattato di persone, i numeri sono stati tenuti ‘bassi’, proprio perché questo governo è stato molto distante dalla tragedia che ha investito i lavoratori e le lavoratrici interessate. Quando invece si è trattato di riparare agli errori ‘tecnici’ i numeri sono stati fatti lievitare oltremisura. Ora sarà bene che il tema non divenga oggetto di pura demagogia nella campagna elettorale: il nuovo governo dovrà raccogliere questa brutta eredità e trovare una soluzione per tutti, come abbiamo sempre sostenuto”, conclude.


Annunci di lavoro

Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi