Cronaca

Gruppo Cicolella, avviati licenziamenti, solidarietà Comune Candela

Di:

Lavoratori Gruppo Ciccolella (st@ - archivio)

Candela “DOPO il mancato accordo sindacale, è stata avviata la procedura di licenziamento di alcuni lavoratori operanti negli impianti di Molfetta Terlizzi e Candela da parte del Gruppo Ciccolella, in numero inferiore a quanto letto e dichiarato in questi giorni”. Lo dice in una nota il sindaco di Candela N.Gatta.

“L’amministrazione comunale prendendo atto della nuova situazione verificatasi, e schierandosi da sempre al fianco dei propri cittadini e lavoratori, è intervenuta più volte con azioni miranti a definire il futuro dei lavoratori candelesi. Nell’impianto florovivaistico di Candela lavorano attualmente circa 40 cittadini candelesi tra effettivi e stagionali, oltre agli impiegati amministrativi non interessati dal ridimensionamento in atto”.

“Tra gli assunti sono solo 7 gli operai di Candela al quale è stato proposto di riconvertire il proprio contratto a tempo determinato, garantendo un monte ore minimo lavorativo pari a 102 giornate agricole con la possibilità di usufruire dell’indennità di disoccupazione, fermo restando, l’impegno da parte del Gruppo Ciccolella al pieno reintegro dei lavoratori appena le contingenze economiche e le dinamiche industriali lo permetteranno”.

Inoltre il sindaco Nicola Gatta precisa che:”solo grazie al teleriscaldamento l’impianto di Candela è ancora attivo e diventerà il core business del Gruppo Ciccolella nel mezzogiorno, mentre gli altri stabilimenti saranno ridimensionati o al peggio chiusi. L’azienda ci ha assicurato un numero elevato di assunzioni nel periodo stagionale del trapianto, della lavorazione e confezionamento del prodotto. Anche se prima venivano garantite condizioni formali migliori, possiamo affermare che in tempi bui siamo riusciti a conservare il lavoro oltre ad aver sostenuto le casse comunali con l’accordo stipulato per l’utilizzo del teleriscaldamento derivante dalla centrale Edison, che permetterà lo sfruttamento del 20% di calore residuo prodotto dall’impianto con maggiori introiti per il Comune di Candela pari a 800.000,00 Euro in tre anni, con ulteriori 100.000,00 Euro l’anno indicizzati per il periodo successivo,assicurando così la permanenza su nostro territorio del Gruppo Ciccolella per almeno un ventennio e garantendo la riconversione dell’impianto e nuovi investimenti occupazionali”.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi