Eventi

Pillole di filatelia, il foglietto Vaticano per il restauro del colonnato berniano

Di:

Restauro Colonnato (st@)

Lucera – L’AMMINISTRAZIONE dello Stato del Vaticano ha voluto far finanziare a collezionisti e pellegrini il restauro del colonnato di San Pietro, con l’emissione di un foglietto (costo 20 euro) contenente due francobolli dal valore facciale di 10 euro cadauno.

L’emissione avvenuta il 20 novembre 2012, riporta su ogni francobollo da 10 euro, lo stemma della Città del Vaticano. Il francobollo policromo ha una dentellatura da 13 ¾ , stampato in offset presso la Cartor, ha una dimensione di 29 x 35 mm. La tiratura è stata di 300.000 pezzi. I due francobolli sul foglietto pro-restauro riportano entrambi lo stemma papale, il primo del Papa Alessandro VII° (fecit) quando fu realizzato il colonnato e l’altro di Papa Benedetto XVI°(restauravit) , quando viene restaurato. Fabio Chigi nasceva a Siena il 13/02/1599,rampollo di una potente famiglia di banchieri, bisnipote di un altro pontefice (Paolo V). Laureato in filosofia,teologia e diritto canonico aveva tutti i numeri per scalare facilmente la gerarchia ecclesiastica.

Per le sue capacità divenne in breve tempo Cardinale il 19 febbraio 1652 e Segretario di Stato, alla morte di papa Innocenzo X° diveniva il nuovo pontefice (28 Aprile 1655) con il nome di Alessandro VII. Il foglietto della dimensione di 210 x 148 mm, ha una tiratura ufficiale di 150.000 esemplari. Si tratta di un’emissione di beneficenza; il ricavato sarà appunto indirizzato al restauro del colonnato berniano. Il foglietto è denominato ‘certificato filatelico’, firmato dal cardinale presidente Giuseppe Bertello,dal segretario Giuseppe Sciacca e dall’ideatore Mauro Olivieri.Il certificato è proposto in due versioni, la prima “Officium philatelicum et nomismaticum (56.250 pezzi) e la seconda versione da personalizzare con i dati dell’acquirente (93.720 pezzi). In quest’ultimo caso, al momento dell’acquisto viene stampato nome e cognome in carattere gotico, con una stampante laser presso gli sportelli dell’Ufficio postale all’Arco delle Campane.

Il colonnato di San Pietro è il più celebre colonnato al mondo, realizzato da Gian Lorenzo Bernini nel 1656-67, simboleggia l’abbraccio che la chiesa rivolge ai suoi fedeli: composto da 284 colonne e 140 statue, il colonnato, ha quattro file di colonne, ed è stato concepito in modo che, visto dai fuochi dell’ellisse (indicati, sul selciato, da una pietra circolare circondata da un anello di marmo)appaia composto da una sola fila di colonne. Se saranno venduti tutti i certificati filatelici, l’importo raccolto sarà di 3.000.000 di euro. Chi volesse partecipare a questo nuovo mecenatismo di tipo postale può richiedere il foglietto.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi