Teatro

Salva la stagione Teatrale del Mercadante

Di:

Teatro Mercadante, Cerignola (ST)

Cerignola – ANCHE se in versione ridotta, ci sarà anche quest’anno la Stagione di Prosa del Teatro Mercadante di Cerignola. la cui direzione artistica è affidata al Maestro Francesco Marchese. La Giunta comunale ha dato infatti il via libera alla 33esima edizione della stessa e, contestualmente, alla rassegna “La Scena dei Ragazzi”, rivolta agli alunni delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie. Anche questa manifestazione, come la prima, è organizzata dall’Amministrazione Comunale insieme al Teatro Pubblico Pugliese. Gli spettacoli di prosa saranno cinque, programmati tra il 9 febbraio ed il 6 aprile.

“Rimane sempre pesante la situazione delle finanze comunali – afferma il Sindaco Antonio Giannatempo-. Per questo è stato ancora più difficile dello scorso anno riuscire a non privare i cittadini cerignolani di un importante opportunità ricreativa e di crescita culturale come la stagione teatrale. Con grandi sforzi, però, siamo riusciti a scongiurare questo rischio, grazie anche alla collaborazione del nostro partner, il Teatro Pubblico Pugliese”. La stagione di prosa può essere uno strumento di attrazione per le nuove generazioni: “non tagliare gli investimenti nella cultura permette a chi non è mai entrato in un teatro di conoscere la magia di una rappresentazione scenica. Mi auguro che quella per il teatro diventi sempre più una passione contagiosa, specialmente tra i giovani della nostra città, visto che negli ultimi tempi si registra a Cerignola un fermento culturale molto positivo tra i ragazzi”.

Tutti gli spettacoli inizieranno alle ore 21, fatta eccezione per l’ultimo, “Spose”, in programma sabato 6 aprile alle 21.30. Sono invece sette gli appuntamenti de “La Scena dei Ragazzi”, che l’Amministrazione ha deciso di mantenere in vita visto l’ interesse che questa ha riscontrato negli anni precedenti tra gli alunni delle diverse scuole cittadine. Saranno rappresentati tra febbraio ed aprile, sempre di mattina con il prezzo unico del biglietto fissato in € 3.50: “Le note ristrette economiche del Comune hanno reso oltremodo complicato l’allestimento del cartellone – dice il presidente della Commissione Cultura Gianvito Casarella -. Ciò nonostante abbiamo scavato nei meandri delle proposte del Teatro Pubblico Pugliese cercando di trovare una soluzione che potesse garantire lo svolgimento della stagione teatrale senza che questa comportasse per il Comune un impegno finanziario insostenibile. Siamo riusciti a centrare l’obiettivo, evitando che venisse staccata la spina ad un appuntamento che si ripete da 33 anni, e la spesa per l’Ente è stata davvero esigua”.

Sulla stessa lunghezza d’onda Franco Conte, presidente della Consulta comunale per la Cultura, che si sofferma “sullo sforzo coordinato dell’Amministrazione Comunale e del Teatro Pubblico Pugliese, che ha permesso di scongiurare la cancellazione della rassegna, con la conseguenza di un impoverimento del panorama culturale cittadino. E a breve proporremo anche un programma di concerti al fine di onorare le gloriose tradizioni musicali del nostro territorio insieme ai nuovi talenti espressi nel campo della musica e del canto”.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi