CapitanataCronaca

San Severo,controlli GdF: 13 denunce, furto energia elettrica

Di:

Furti Energia Elettrica (st@)

San Severo – I baschi verdi della compagnia della Guardia di Finanza di San Severo, nell’ambito dei servizi di controllo economico del territorio hanno eseguito due interventi nei quartieri Luisa Fantasia e palazzine di via Mario Carli di San Severo, denunziando all’autorità giudiziaria 13 soggetti di cui 2 per detenzione di denaro contante sproporzionato al reddito dichiarato e 11 per furto aggravato di energia elettrica.

In particolare, e’ stata perquisita l’abitazione di un noto pregiudicato per reati di associazione a delinquere di stampo mafioso e spaccio di stupefacenti rinvenendo 13.500 € in contanti ed un quantitativo di stupefacenti per uso personale. Poiché, dai riscontri effettuati, è emerso che il nucleo familiare del pregiudicato non disponeva di alcuna fonte di reddito, i militari hanno proceduto al sequestro dell’intera somma di denaro ed alla denuncia di due soggetti per lo specifico reato di detenzione, da parte di condannati per reati associativi, di denaro sproporzionato al reddito dichiarato.

Inoltre, sono stati accertati ben 11 casi di furto di energia elettrica, attraverso l’inserimento di cavi di deviazione del flusso elettrico, in modo da sottrarre i consumi alla registrazione del contatore. In un altro caso l’allaccio abusivo era stato realizzato direttamente su una centrale elettrica che alimentava l’ascensore di una palazzina condominiale, mettendo in grave pericolo la sicurezza dell’impianto. Al riguardo, occorre tener presente che il corrispettivo dell’energia elettrica rubata dai soliti “furbetti” – oltre a generare una evasione di accise – viene pagato da tutti gli utenti onesti in quanto inglobato, come perdita di rete nel prezzo dell’energia indicato nelle bollette. I soggetti denunciati per furto aggravato, rischiano una pena detentiva da tre a dieci anni.


Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi