Economia

UE: via libera alla Tobin tax

Di:

Ecofin (Ph: gustavopiga@)

Roma – I 27 ministri finanziari dell’Ecofin hanno dato il via libera ufficiale alla “cooperazione rafforzata” che consente a 11 Paesi membri di partire con l’introduzione della tassa sulle transazioni finanziarie senza attendere l’adesione degli altri. Gli 11 paesi interessati sono Germania, Francia, Italia, Spagna, Austria, Belgio, Grecia, Portogallo, Estonia, Slovacchia e Slovenia. Il ministro delle Finanze olandese Jeroen Dijsselbloem, neopresidente dell’Eurogruppo, ha detto che il suo paese in futuro potrebbe unirsi. E altri stati potrebbero seguire. L’opposizione più netta è del Regno Unito, sostenuto soprattutto dal governo liberista svedese.

Pietra miliare per le politiche di tassazione comunitaria, la Tobin tax in versione europea, – negli 11 paesi della cooperazione rafforzata, probabilmente, in vigore dall’inizio del 2014 – verrebbe applicata a banche, società di investimento,assicurazioni e fondi speculativi, quando almeno una delle parti della transazione risiede all’interno di uno degli 11 Paesi. Le imprese produttive e i privati sarebbero esentati. Azioni e obbligazioni subirebbero un prelievo dello 0,1%, che verrebbe ridotto allo’ 0,01% per i contratti su prodotti derivati.


Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi