Cultura
Incontro organizzato dal Rotary Club Foggia in collaborazione con Ubik

Gianrico Carofiglio, “Con parole precise”

Chiacchierata informale con i lettori e firma-copie dei suoi libri

Di:

“Occuparsi del linguaggio pubblico e della sua qualità non è un lusso da intellettuali o una questione accademica. È un dovere cruciale dell’etica civile”. Un’incursione nella scrittura, una pausa per una riflessione importante, come già in passato nel corso della brillante carriera di uno degli autori più amati in Italia, Gianrico Carofiglio. A distanza di diversi anni dai precedenti L’arte del dubbio (Sellerio) e La manomissione delle parole (Rizzoli), l’autore barese torna di slancio sull’argomento con il libro Con parole precise (Laterza, 2015): giovedì 25 febbraio, alle ore 19, passa e si ferma alla libreria Ubik di Foggia, per una breve chiacchierata informale con i lettori. Un firma-copie del suo ultimo lavoro, prima di incontrare i soci del Rotary Club Foggia, ente organizzatore dell’evento in collaborazione con la libreria di Piazza U. Giordano.

Con parole precise. Breviario di scrittura civile (Laterza, 2015). Occuparsi del linguaggio pubblico e della sua qualità non è un lusso da intellettuali o una questione accademica. È un dovere cruciale dell’etica civile. Non è possibile pensare con chiarezza se non si è capaci di parlare e scrivere con chiarezza. Sono parole del filosofo John Searle, teorico del rapporto fra linguaggio e realtà istituzionali. Le società vengono costruite e si reggono essenzialmente su una premessa linguistica: sul fatto cioè che dire qualcosa comporti un impegno di verità e di correttezza nei confronti dei destinatari. Non osservare questo impegno mette in pericolo il primario contratto sociale di una comunità, cioè la fiducia in un linguaggio condiviso. L’antidoto è la scrittura civile, cioè quella limpida e democratica, rispettosa delle parole e delle idee. Scrivere bene, in ogni campo, ha un’attinenza diretta con la qualità del ragionamento e del pensiero. Implica chiarezza di idee da parte di chi scrive e produce in chi legge una percezione di onestà.

Gianrico Carofiglio. Nato a Bari, ha lavorato a lungo come magistrato ed è stato senatore della Repubblica. I suoi libri – racconti, romanzi, saggi – sono tradotti in tutto il mondo. Ha pubblicato con Sellerio i romanzi dell’avvocato Guido Guerrieri, Testimone inconsapevole, Ad occhi chiusi, Ragionevoli dubbi e Le perfezioni provvisorie, tradotti in tutto il mondo, e il saggio L’arte del dubbio, mentre il più recente è La regola dell’equilibrio (Einaudi). Tra le sue opere, due riflessioni sulla forza e il potere del linguaggio: L’arte del dubbio (Sellerio) e La manomissione delle parole (Rizzoli). Con Rizzoli ha, inoltre, pubblicato i romanzi Il passato è una terra straniera e Il silenzio dell’onda, il graphic novel Cacciatori nelle tenebre con il fratello Francesco e la raccolta di racconti Non esiste saggezza.

Gianrico Carofiglio, “Con parole precise” ultima modifica: 2016-02-23T15:46:51+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi