FoggiaManfredonia
"Lo scopo della chiusura degli ospedali non è quello di risparmiare soldi"

Piano riordino, Emiliano: “Chiudo gli ospedali pericolosi”

"Stiamo chiudendo ospedali pericolosi, con poco personale, e con statistiche basse, per mettere il personale in quegli ospedali dove i cittadini vanno più volentieri "

Di:

(ANSA) – BARI, 23 FEB – “Lo scopo della chiusura degli ospedali non è quello di risparmiare soldi. Stiamo chiudendo ospedali pericolosi, con poco personale, e con statistiche basse, per mettere il personale in quegli ospedali dove i cittadini vanno più volentieri e che hanno bisogno di turnazioni rese oggi più difficili dalla applicazione di nuove norme che, giustamente, mettono dei limiti all’orario di lavoro quotidiano dei medici”. Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, stasera al termine del vertice di maggioranza sul piano di riordino ospedaliero che prevede la chiusura di nove nosocomi. “I soldi da spendere sono prefissati – ha ribadito il governatore – e la chiusura degli ospedali serve a prendere il personale dagli ospedali chiusi e a metterlo negli ospedali che devono rimanere aperti e che devono essere efficienti”.



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • Pasquale

    Caro Emiliano, per far si che un Ospedale diventi sfollato di pazienti, e successivamente personale nullafacente, b8sogna eliminare le RACCOMANDAZIONI politiche di assunzione, favorendo la vera MERITOCRAZIA, vedra’ che anche il piu’ piccolo Ospedale del piu’ piccolo Paese diventera’ affollato di pazienti.
    Inoltre iniziamo ad arrestare e tafliar. le mani a chi ruba con tangenti e interessi privati, vedra’ che assisteremo ad un sistema sanitario tra i primi a livello europeo, evitando la fuga di molti bravi medici dal nostro caro Sub.

  • Grande presidente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi