Foggia
La collettiva d’arte ha presentato 11 artisti con relativi lavori

L’arte a Foggia ha un nuovo volto. APS CREO è la sua immagine

A cura di Nico Baratta


Di:

Foggia. Ormai è realtà consolidata nel tessuto sociale foggiano. Stiamo parlando dell’Associazione di Promozione Sociale “Creo”, che da alcuni mesi, in via Lustro al civico 3, ha aperto i battenti. E lo ha fatto col cosiddetto “botto”, conferendo ai cittadini un luogo ricco di cultura e formazione e soprattutto ricco d’arte. Proprio così, un luogo di formazione e di arte poiché all’APS CREO vanno in scena mostre di artisti locali e stage formativi. Curato da Angelo Pantaleo, la Creo si avvale della collaborazione di artisti e docenti locali, Anna Altamura, Francesca Roberto, Pio Siliberti ed altri man mano che si organizzano mostre, stage, incontri culturali. Collaborazioni importanti che aggiungono appeal culturale ai lavori offerti a chi fa visita e si iscrive all’APS CREO.

Ultimo lavoro organizzato dall’associazione è stata la collettiva d’arte “Cuore d’Artista”, un ensemble di opere dove l’amore è il fulcro della vita e del pensiero della persona. Una mostra voluta fortemente per celebrare la Festa degli Innamorati, di quel San Valentino tanto atteso e sedotto da ogni evento che vuol, nel caso, enfatizzare in tutte le sue declinazioni il genuino significato interiore dell’amore.

La collettiva d’arte ha presentato 11 artisti con relativi lavori, ponendo al centro dell’occhio attento del fruitore opere che rappresentavano tecniche artistiche e poetiche differenti, dalla pittura fino a giungere alle sperimentazioni e agli assemblaggi per restituire un’immagine non convenzionale, né tantomeno solo sentimentale, dell’emozione più celebrata al mondo. Undici artisti che “si son messi in gioco” con la forma del cuore, con il solo vincolo della dimensione di un a tela da 40×40 cm.. Ed il tutto per cercare una visione nuova o incredibilmente retorica dello stesso. «Dall’immagine “pop” – quella convenzionalmente più nota – alle sedimentazioni della materia- dichiara Angelo Pantaleo-, tutto diviene strumento per creare un grande “love” collettivo da cui partire per promuovere nuove istanze». Alla collettiva ha preso parte come contributo critico la dott.ssa Gloria Fazia, Direttore del Museo Civico di Foggia, conferendo prestigio e quel tocco di unicità di chi da anni cerca di promuovere arte e cultura locale. Contestualmente, ed è un fiore all’occhiello di questa giovanissima realtà, l’APS CREO organizza incontri formativi e creativi con gli studenti delle scuole primarie. Difatti con i laboratori “CREO-LAB” si cerca di informare, educare e formare all’arte, che è cultura, i più piccoli, ma anche giovani, studenti, facendoli diventare protagonisti con lavori just in time in campo artistico. Il tutto supportato dagli organizzatori dell’associazione che, ricordo, sono laureati nel campo delle Belle Arti.

Non vi resta che far visita all’APS CREO. È gratuito e fruibile per tutti.

Per maggiori informazioni contattate Angelo Pantaleo, alla e-mail fineart.creo@gmail.com

L’arte a Foggia ha un nuovo volto. APS CREO è la sua immagine ultima modifica: 2017-02-23T10:15:45+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi