GarganoManfredonia
Forse qualcuno a Roma non comprende che non si possono calare dall’alto decisioni che rischiano di deturpare l’ecosistema di un territorio

A.Cera: “Referendum contro trivellazioni, con sì dimissioni Galletti?”

"L’Udc è a favore del referendum. Siamo stati tra i primi partiti che sul territorio ha avviato una campagna di sensibilizzazione al quesito referendario"

Di:

Roma, 23 marzo – Forse qualcuno a Roma non comprende che non si possono calare dall’alto decisioni che rischiano di deturpare l’ecosistema di un territorio e un Ministro all’Ambiente che solo a titolo del tutto personale si preoccupa di difendere le lobbies del petrolio piuttosto che difendere le bellezze del nostro Paese come, le coste, il mare, le isole, farebbe bene a rassegnare le dimissioni. Da Roma ci saremmo aspettati un serio piano energetico nazionale non le posizioni assunte dal governo Renzi né le esternazioni del ministro dell’Ambiente che pure alcuni territori ha imparato a conoscerli, verificando quanto sia precario il loro equilibrio paesaggistico-territoriale che rischia di essere messo a dura prova dalle trivellazioni nel mare. L’ambigua posizione governativa sulle trivelle è figlia di una contrattazione frenetica per mettere in piedi il governo Renzi, dove la casella dell’Ambiente è stata riempita all’ultimo minuto, tenendo conto del manuale Cencelli e promuovendo personaggi di sicura professionalità ma estranei al mondo ambientalista, con i guasti e le inerzie che sono sotto gli occhi di tutti. A Roma ci si limita ad amministrare l’Ambiente non a governarlo attraverso processi condivisi di sviluppo sostenibile. Per questo mi chiedo se dovessero vincere i SI al referendum del 17 aprile, Galletti rassegnerebbe le dimissioni dall’incarico ministeriale? L’Udc è a favore del referendum. Siamo stati tra i primi partiti che sul territorio ha avviato una campagna di sensibilizzazione al quesito referendario, lo ricordo al Ministro, al quale sono sfuggite le dichiarazioni e le posizioni espresse dai rappresentanti dell’UDC nei vari consigli regionali promotori del referendum.

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • Dino Leader

    E’ lodevole che un onorevole ci metta la faccia. Tanti politici la pensano come Cera ma stanno a guardare dal balcone.


  • Bravo on. Cera !!!

    Bravo on Cera, lei sta dimostrando, mettendosi contro il suo stesso ministro, come ha fatto Emiliano mettendosi contro Renzi, che ci sono ancora politici che non lasciano che logiche di partito o superiori interessi economici finanziari di chissà chi finiscano per prevalere sull’interesse a tutelare e difendere i territori e le loro popolazioni.

    Mi verrebbe da chiedere invece come la pensa l’on. Bordo che pure era presente quando Emiliano venne a Manfredonia a discutere di queste problematiche e si disse d’accordo con lui e con l’on Cera.
    Bordo è rimasto dello stesso avviso o ha deciso di piegarsi anche lui alle ragioni del partito nazionale e di quel pierino di Renzi???
    Ce lo faccia sapere.


  • quante chiacchiere

    On.Cera, IN questo ultimo anno la sto conoscendo meglio e apprezzando molto perche’ si sta esponendo e mettendo la faccia come dovrebbero fare altri e non lo fanno, magari presi da interessi vari mettendo a rischio migliaia di persone e l’equilibrio di un delicato ecosistema.L’apprezzo come politico e prego che , altri come lei, prendano sul serio i problemi del nostro territorio e facciano cose concrete.un saluto e vada cosi’.lei si’ che ci rappresenta.grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi questo articolo!