ManfredoniaStato news
Sinistro determinato da uno scontro tra una Nissan Micra e un'ambulanza in transito in codice rosso

Manfredonia, scontro auto – ambulanza in via Antiche Mura, colpita bancarella frutta

Manfredonia, scontro auto - ambulanza in via Antiche Mura, colpita bancarella frutta

Di:

Manfredonia. INCIDENTE stradale prima delle ore 18 in via Antiche Mura, angolo via Capitano Ettore Valente. Da raccolta dati, il sinistro sarebbe stato determinato da uno scontro tra una Nissan Micra e un’ambulanza in transito in codice rosso in via Antiche Mura, in direzione Casa di riposo Stella Maris. In seguito alla collisione, l’autista dell’ambulanza – data anche la presenza di pedoni nell’area – ha prontamente svoltato, urtando contro una bancarella di frutta, un palo di fermata bus e un palo della luce luce (entrambi abbattuti). Fortunatamente non ci sono
stati feriti. Sul posto gli operatori della polizia municipale di Manfredonia.

Da raccolta dati – fonte Sezione antinfortunistica della Polizia locale di Manfredonia – l’ambulanza del 118 – in codice rosso e quindi con i segnalatori visivi e sonori azionati – percorreva via Antiche Mura con direzione di marcia Foggia, giungendo all’intersezione in Via Ospedale Orsini. Dalla sua sinistra giungeva la Nissan Micra che non si avvedeva dell’arrivo dell’ambulanza e attraversava l’incrocio senza fermarsi. Da qui, il conducente dell’ambulanza – per evitare un impatto più violento – sterzava a destra salendo poi sul marciapiede dove c’era un’esposizione di frutta di un fruttivendolo, abbattendo anche il palo della pubblica illuminazione. Per fortuna solo lievi danni fisici per i due occupanti della Nissan e dell’equipaggio del 118. Si precisa che la merce del fruttivendolo interessato ai fatti era esposta sul marciapiede e non sulla sede stradale, lo stesso aveva richiesto protocollandola per ottenere l’occupazione di suolo pubblico.

Gli operatori della Polizia locale, come riferisce a Stato Quotidiano il Luogotenente Michele Ionata, sono stati impegnati circa un’ora per il ripristino della circolazione stradale.

FOTOGALLERY

FOTOGALLERY (si ringrazia Antonio Beverelli per la gentile collaborazione)

Redazione Stato Quotidiano.it – riproduzione riservata



Vota questo articolo:
35

Commenti


  • Giuseppe Garibaldi

    ci vuole disciplina.
    chi autorizza l’occupazione della strada? ??’ è uno schifo tutto ciò e i vigli cosa fanno? camminano ,salutano e controllano cosa???
    via della croce nel tratto stazione campagna è squallida la circolazione con macchine i tripla fila da destra e sinistra ,bancarelle che arrivano al centro strada ,muletti camion di latte di frutta di pesce di pane ecc.ecc. si vede insomma di tutto . nessuno fa niente fino a quando non ci scappa il 118.
    assessore intervenga ,prevenire è meglio che curare.


  • Giuliano

    tutte quelle bancarelle..non ci si può passare con la macchina !!!!


  • az

    Da burdell…a manfredonia tutti fast and furious ….


  • Alchimista

    Uno schifo, corpo dei vigili urbani praticamente assente. Una città dove tutti fanno ciò che pare!!!! Bancarelle, tutti al cellulare. A tutti questi auguro che un giorno servi a loro il soccorso e l ambulanze sia bloccata per uno che ha il loro stesso senso civico.


  • Pino

    I negozi devono lasciare il marciapiede libero. A volte si ha difficolta’ a transitare. Poi tutte quelle piante per non fare parcheggiare.Controllate tutta la citta’. Quanti soldi incamerera’ il Comune.Ripeto, tutti i marciapiedi antistanti attivita’ commerciali della Citta’.


  • DACUMBA

    -i controlli dove stanno ?????


  • carlo

    è una questione di civiltà!quando SOPRAGGIUNGE UN MEZZO DI SOCCORSO come in questo caso ci si dovrebbe mettere ai lati della strada (dati non pubblicabili, bisognerebbe riferirli nelle sedi opportune,ndr) – marciapiedi che in un paese civile devono essere riservati ai soli pedoni!!!!


  • Antonio Beverelli Ardò

    Io c’ero, sono arrivato poco dopo. Perchè date colpe a chi non ne ha? La bancarella era al suo posto e non ha certo determinato l’incidente.
    Purtroppo c’era un anziano alla guida della Micra che, vuoi perchè non ha sentito la sirena, o vuoi perchè l’auto si è fermata (i motivi saranno da determinare), era quasi al centro dell’incrocio, mentre l’ambulanza sopravveniva dalla sua destra in codice rosso e, quindi, naturalmente, ad alta velocità.
    L’autista della stessa non è riuscito ad evitare l’impatto, ma ha limitato i danni, spostandosi a destra sul marciapiede, dove ha preferito abbattere un palo della luce piuttosto che prendere in pieno l’auto.
    Tutto il resto è materiale per avvocati ed assicurazioni.
    Io darei un encomio all’autista dell’ambulanza, e ritirerei la patente all’anziano autista della Micra. (diritto di critica,ndr)


  • maria Salerno

    Aggiornati Garibaldi prima di parlare anzi hai ancora bisogno di studiare ..la differenza tra sede stradale e marciapiede


  • nina

    oh ma quanto siete deficienti? C*** c’entra la bancarella con il tizio che non ha dato la precedenza all’ambulanza in codice rosso?? siete proprio assurdi…


  • maria Salerno


  • Libero.

    Cosa c’entra la bancarella,ora tutti vi accanite contro quella bancarella che li Nn da fastidio a nessuno, purtroppo è un incidente stradale e causato sicuramente Nn dalla bancarella!!!!!!
    Anzi spero che recupera i danni subiti!!!!


  • w la cultura

    E no, se Il marciapiede era libero , l’ambulanza non beccava Il Palo.disciplina come al nord del mondo


  • Alchimista

    Maria io ero dietro bloccato non andavo ne avanti ne dietro. Vuoi dire che in quella strada soprattutto all altezza del rivenditore pezzi di ricambio auto fino a via Palatella, non ci sono auto in doppia fila fisse? Che vicino al fruttivendolo c è sempre una macchina sul marciapiede?


  • Franco

    l’esposizione della frutta ai gas di scarico costituisce reato. lo sanno i nostri vigilanti?


  • Paese allo sbando totale

    Tutto questo è assurdo, ma vi sembra logico, che i marciapiedi siano completamente occupati dalle bancarelle della frotta, vedi via della croce, via antiche mure, via scaloria….costringendo, i pedoni, e chi ha i carozzini a scendere dal marciapiede….ma dico….chi ha il negozio…non può occupare l’ intero marciapiede…ma i vigili dovrebbero intervenire…ma è possibile che il paese sia caduto così in basso..??. e sia allo sbando più totale..??? ma sono cose evidenti.. anche un bmbino capirebbe….so che con questo incidente non può centrare nulla..ma una svolta dobbiamo pur darla, un segnale…per far si che il paese torni un tantino alla normalità…OPPURE DOBBIAMO RIVOLGERCI A STRISCIA LA NOTIZIA????????


  • Pino

    Attenderei gli atti ufficiali, prima di condannare l’anziano, perché a detta di molti, molto spesso le ambulanze delle associazioni di qui, attivano la sirena senza necessità d’intervento. (naturalmente, nell’articolo – unico riferimento alla testata giornalistica – non vi sono versioni dei fatti, come sempre; il tutto se non attraverso fonti ufficiali, ndr)


  • cccill

    sì ok ma adesso le pricoche morte a terra chi le paga?!? ci vuole più serietà controllo e soprattutto più pricoche per tutti


  • Mariaelena

    Qui non e’ assurdo la bancarella …… Siete assurdi voi ….quattro deficienti con l’anello al naso …. Andate via da questo paese che ci fate vergognare … La vostra ignoranza fa paura .


  • Nicol

    E dello slalom x il corso. Passiamo tra i tavoli con gente che consuma tranquillamente. Sono autorizzati tutti quei tavoli?


  • Michele

    Oggi si è verificato un incidente stradale che poteva riportare conseguenze ancora più tragiche se ci fossero stati astanti sul marciapiede intenti a fare acquisti sulle bancarelle poste sul marciapiede, le foto sono la dimostrazione di quanto è accaduto. Sono d’accordo con tutti quelli che hanno scritto che non è possibile allestire bancarelle per la vendita di prodotti vari, su un marciapiede per il quale è posto per la libera circolazione dei pedoni, e questo è noto a tutti lo vediamo quando siamo in giro per le varie faccende. Bisogna andare oltre all’incidente, un ostacolo presente sulla strada a volte può fare più danni dell’incidente stesso e credo che bisogna pensarci un po’ a questo no.
    Io non so, se sono stati autorizzati ad occupare il suolo pubblico penso ci sarà un accertamento da parte della Polizia Locale. Ma ci sono norme di legge in proposito che al di là dell’incidente, mi allaccio al discorso se ci possono o non ci possono essere le bancarelle su un marciapiede che vanno rispettate vediamo insieme quali sono.
    Art. 20 del Codice della Strada, Ai sensi dell’art. 3 c. 16 della legge nr. 94/2009, nei casi di indebita occupazione di suolo pubblico il sindaco per le strade urbane e il prefetto per quelle extraurbane (o per ogni luogo se ricorrono motivi di sicurezza pubblica) possono ordinare il ripristino immediato dei luoghi e, se trattasi di occupazione ai fini di commercio, la chiusura condizionata dell’esercizio.
    A tal fine copia del verbale di accertamento va inviato immediatamente al sindaco o al prefetto e, se trattasi di occupazione ai fini di commercio, anche al comando della Guardia di Finanza.
    Per occupazione temporanea del suolo pubblico si intende qualsiasi occupazione, limitata nel tempo, tendente a sottrarre all’uso della collettività spazi adibiti all’uso pubblico.

  • Marciapiedi,,,,, liberi,,,, x pedoni,, sindaco,,,,,ci sei?


  • matteo

    salve a tutti. per me la cosa da fare in via delle antiche mura e via tribuna e via della croce è togliere le auto in sosta e creare una corsia per le emegenze e per gli autobus. due mettere l’avere precedenza almeno nelle strade principali. tre dobbiamo cercare tutti di stare più attenti ed educare i nostri figli o genitori a rispettare il codice stradale


  • jojo


  • jojo

    Va bene tutto, ma se invece di un automobilista li cera un anziano a piedi o un bambino o chi altri, l’ambulanza ha il diritto di investirlo ? Io farei una distinzione tra codice rosso e guida spericolata, per buttare a terra due pali di certo l’ambulanza non andava a 10 km/H ma nemmeno a 90 km/h pertanto mi chiederei se è corretto proseguire per quelle strade mettendo a rischio la vita di altri cittadini, un minimo di codice della strada anche i mezzi di soccorso dovrebbero rispettarlo, la sirena serve per indicare l’arrivo di un mezzo di soccorso , non è un lasciapassare per spianare tutto al suolo, e su questo le autorità competenti ne faranno causa.


  • U scupastred

    Una scena Terrificante! Ho camminato su i corpi delle ciliege e delle pricoche!!
    I vegani pensano solo a difendere gli animali e la frutta chi la difende?!
    Quanta ignoranza nel 2016!!!
    Condoglianze alla famiglia Pricoca e Cirasa!
    R.I.P.


  • Antonio

    Forse non avete capito bene cosa e successo!tutt brava a criticare!cera un codice rosso e l’anziano alla guida si e fermato a centro strada,l’ambulanza per evitare il peggio e salita sul marciapiede!altro che frutta e chiacchiere cera una fermata autobus che non esiste più avete capito!se cera qualcuno ad aspettarlo sarebbe già morto altro che frutta!


  • michele bavaro

    Io abito proprio a 20 metri dall’accaduto per lo scorrimento . Su questa arteria che si rivela fondamentale in casi come questo per l’ambulanza che parte dal PS, bisognerebbe aumentare la visibilità, nel senso che molte volte nell’affacciarsi su di essa, qualsiasi automobilista deve sporgersi davvero tanto per riuscire a superare il/i cassone/i dell’immondizia. Bisognerebbe rendere più sicure queste strade e combattere, con l’occasione, ance tante bancarelle abusive e non che occupano suolo pubblico: il Comune non dovrebbe dare così facilmente queste concessioni e poi rendere scomoda la vita di migliaia di pedoni che ono cotretti a scendere dai marciapiedi e di automobilisti costretti a schivarli all’improvviso. Oltre poi a una dose massive di senso civico ed educazione stradale.


  • linus

    sono testimone che la colpa è solo dell’ambulanza……..,.,..mi spiego…..vero che l’anziano e che tra l’altro trasportava un disabile non è stato attento alla precedenza….ma…..cosa vera è che anche i mezzi di soccorso in azione e qualsiasi forza di polizia, non devono anzi non possono correre come in pista da formula uno. e che fai????? —e poi…..altro che personale di soccorso è uscito dallìambulanza…..(si rivolga presso gli organi competenti,ndr). ma per favore! –


  • Piemontese Mattia

    la bancarella è autorizzata e munita di suolo pubblico pagato profumatamente.. Mi meraviglio sempre più dell ignoranza della gente perché se siete informati sulla dinamica dei fatti saprete che l ambulanza è salita sul marciapiede ed è stato un miracolo che sull asfalto c erano frutti e non persone! Quando esprimere un vostro pensiero non fatelo solo per dire – ma collegate quei 4 neuroni!


  • Antonello Scarlatella

    Ora la colpa l responsabilita’ e’ di chi lavora.
    Sempre contro chi lavora. Anche se rispetta la regole.
    Mi sorprende che addirittura qualcuno non abbia dato la colpa all’ autista dell’ambulanza!!!
    A Manfredonia con le auto, motorini ognuno fa come gli pare.
    I DIVIETI DI SOSTA SONO OPTIONAL.
    Stamattina venivo quasi insultato da un ragazzo in auto perché mi ero fermato ad un incrocio per far passare un’anziana.
    ………. e poi! Io non conosco l’anziano e non posso giudicare. Sicuramente sara’ stato un incidente. ( come tanti)
    Ma provate ad andare a rinnovare la patente. Ad oggi la visita per il rinnovo e’ una pura BUFFONATA!


  • Alchimista

    Ma è ovvio che la bancarella non centra nulla, ma la macchina grigia 156 parcheggiata sempre sul marciapiede che non permette di vedere chi ti arriva da destra e non permette ai pedoni di camminare sul marciapiede? le macchine ferme in doppia fila? il camioncino che non permette di far girare? il signore con il negozietto alla traversa prima che mette le casse del latte per non far parcheggiare e noi giriamo ore intere per trovare un posto? gli incidenti possono capitare, si deve permettere alla gente di lavorare ma ci devono essere anche i controlli per evitare l’anarchia, visto che noi siamo incivili.

  • In questo Comune pensano solo ed esclusivamente ai loro interessi. Pensano solo a riscuotere tasse ma servizi zero. Non parlando poi della mafia che si è creata nel comune. Quelle poche volte che vado mi viene lo schifo. Come al solito i cittadini brontolano ma non fanno mai una rivoluzione. Sveglia


  • silvia

    mah, dal video che ho visto sembrerebbe che la colpa sia tutta della micra che non ha perlomeno rallentato all’incrocio. L ambulanza quando corre corre, non è che sta a guardare chi viene da sinistra, oltretutto si sa che a priori con il suono dell ambulanza ci si ferma di lato per farla passare in velocità, quindi quelli sull ambulanza vanno tranquilli perchè sanno di avere la strada libera. La bancarella non c’entra nulla, se il marciapiede fosse stato libero ci sarebbero stati danni a persone, muri, marciapiedi etc.


  • Telecamera umana

    La verità: a Manfredonia guidano le auto (cani e porci) oltre a qualcuno dagli atteggiamenti “normali” la guida con il cellulare è obbligatoria x tutti specialmente con le donne (saranno i tanti amanti con i quali comunicare) anche gli uomini mica scherzano, tutti sempre e comunque impegnati con il cellulare mentre si guida, incuranti anche della presenza delle forze dell’ordine.
    Il top, donna al volante, cellulare appicciato all’orecchio con il bimbetto sulle gambe e cagnolino affacciato sul sedile passegero anteriore. L’uso degli indicatori di direzione è raro usarlo, nessuno rispetto il limite max concesso nei pressi degli incroci, ragionamenti da automobilisti e amici che durano anche minuti se non fosse che qualche automobilista strombazza durerebbero ore bloccando il traffico, auto parcheggiate a uccel di cane ovunque, vecchietti, esauriti/E e imbranati vari alla guida di auto vetuste, questa è Manfredonia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This