Stato prima
Depositata memoria difensiva

Mose, Galan sconfessa Procura: “balle”; Pm: soldi all’estero

Di:

Roma – INDAGINI sul Mose: è duello tra Procura e Galan: come riporta l’Ansa, nella richiesta d’arresto inviata della procura di Venezia al Gip lo scorso 4 giugno si sarebbe parlato di “cospicue operazioni commerciali nel Sud Est asiatico” per 50 milioni di dollari per le quali emergerebbe “la riconducibilità alla famiglia Galan”. “A queste operazioni, soprattutto compravendite societarie, la Gdf è arrivata analizzando i documenti sequestrati a Paolo Venuti, commercialista ritenuto dagli inquirenti il prestanome dell’ex governatore del Veneto, il 19 luglio del 2013 all’aeroporto di Venezia, da dove l’uomo era in partenza proprio per l’Indonesia”.

“Tutte balle”. L’ex governatore del Veneto e deputato di Forza Italia Giancarlo Galan, ha convocato stamani una conferenza stampa nel giorno nel deposito della sua memoria difensiva in Giunta alla Camera. “Io – scandisce il presidente della commissione Cultura di Montecitorio, che i Pm di Venezia vorrebbero agli arresti – non ho le colpe che mi vengono attribuite”.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi