SportStato news

Pole dance, è di Apricena vicecampionessa nazionale

Di:

Apricena – Si chiama Annagrazia Lauriola, ha 12 anni, è di Apricena ed è la vicecampionessa italiana di Pole Dance. La giovane atleta, tesserata per l’A.s.d. Vertical Studio di Apricena e allenata dalla coach Giovanna Nargiso, ha ottenuto la medaglia d’argento nella categoria “Novice”. Nella stessa gara si è esibita anche un’altra atleta di Apricena e della Vertical Studio, Anna Saraceno, che si è classificata quarta.

I campionati, organizzati dalla Fisac (Federazione Italiana Sport Acrobatici e Coreografici), si sono svolti nei giorni scorsi a Roma. “E’ una grande soddisfazione – commenta coach Giovanna Nargiso – aver ottenuto un ottimo risultato in un contesto tanto prestigioso. Ringrazio Anna e Annagrazia che in questi tre anni di allenamento hanno messo in campo voglia, dedizione, passione. E oggi vedono ripagati tutti i loro sacrifici”.

La Vertical Studio A.s.d., spiega Nargiso, “è una realtà che si sta sempre più consolidando a livello provinciale, regionale e non solo. Siamo tra le poche associazioni sportive in Italia a praticare in maniera agonistica le discipline aeree come la Pole Dance. Ma la nostra associazione, che ha sede ad Apricena, in questi anni ha sempre cercato di affrontare nuove sfide sperimentando tecniche nuove. Ad oggi siamo specializzati in quattro diverse tipologie: la Pole Dance, lo Yoga in Volo attraverso l’utilizzo di amache, il Cerchio Aereo e i Tessuti Aerei. E siamo già al lavoro per un nuovo progetto che prevede la realizzazione di coreografie utilizzando dei tubolari a forma di spirale”.

Proprio su questa nova tecnica coreografica punta molto Giovanna Nargiso. “Si tratta di un disegno aereo nuovo, del quale la Vertical Studio è pioniere. In sostanza l’atleta si esibisce “arrampicandosi” su una spirale in metallo, appesa ad una gru. Una struttura dove si eseguono coreografie molto sceniche salendo dal basso verso l’altro. Uno sforzo fisico, che oltre a grande capacità di forza muscolare e coordinamento, richiede anche maggiore concentrazione, visto il movimento ondulato e rotatorio della struttura. Ma sono convinta – conclude Nargiso – con la collaborazione di atlete come Annagrazia e Anna riusciremo a portare queste nuove figure ad altissimi livelli”.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi