Regione-TerritorioStato news

Rubano quintali di nocciole a Livorno, ritrovate a Ruvo di Puglia

Di:

DUE arresti e quattro denunce è il bilancio di un’operazione dei carabinieri della Compagnia di Trani che ha permesso il recupero presso un capannone di Ruvo di Puglia, adibito al commercio di prodotti ortofrutticoli, un intero container con un carico di 240 quintali di nocciole, trafugato da una ditta di trasporti di Collesalvetti in provincia di Livorno.

Durante la notte, ignoti erano penetrati all’interno dell’azienda toscana, dove avevano asportato, agganciandolo ad una propria motrice, un rimorchio in sosta pronto per trasportare il prezioso carico di frutta secca proveniente dal Cile, del valore di 50mila euro, presso gli stabilimenti della Ferrero di Viterbo.

I malviventi, tuttavia, non hanno fatto i conti con il sistema antifurto satellitare montato sul mezzo, che ha permesso ai carabinieri di Livorno di seguirne i movimenti fino in Puglia. Le ricerche del tir si sono concluse a Ruvo di Puglia, dove i militari della Compagnia di Trani l’hanno individuato e bloccato nei pressi di un capannone sulla SP151, fermando due soggetti a bordo, di 57 e 38 anni, originari di Adelfia, e recuperando interamente la merce, suddivisa in 24 bancali da 10 quintali ciascuno, appena scaricati e stivati all’interno del capannone.

Si è scoperto inoltre che la motrice, di proprietà del 38enne, aveva le targhe alterate, proprio per impedire l’identificazione. I due, noti alle Forze dell’Ordine, sono stati sottoposti a fermo con l’accusa di ricettazione. Su disposizione della Procura della Repubblica di Trani, sono stati associati presso la locale casa circondariale. Sono stati denunciati in stato di libertà invece con le accuse di ricettazione e favoreggiamento quattro commercianti, tra cui il proprietario del capannone, identificati sul posto dai Carabinieri, che avrebbero aiutato i due a bordo del mezzo a nascondere il prezioso carico.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi