Cronaca
"Il Ministero dell’Ambiente ha emesso sei decreti di compatibilità ambientale"

Calvo: “fermiamo Renzi e la lobby dei petrolieri in Adriatico’

"Tutto ciò in contrasto con i protocolli di riduzione delle emissioni di gas serra e continuando ad ostacolare lo sviluppo delle energie rinnovabili"

Di:

Foggia – ”Il Ministero dell’Ambiente ha emesso sei decreti di compatibilità ambientale per altrettante richieste presentate da due società, la Spectrum Geo e la Northern Petroleum. Tutta la costa pugliese è interessata da attività di prospezione effettuate con la tecnica dell’air-gun, che ha un impatto sui cetacei e sui pesci. A tal proposito, Renzi ha escluso l’air-gun dal disegno di legge “ecoreati”, favorendo ancora una volta la lobby dei petrolieri. Stando così le cose, l’intero Adriatico, dalla Puglia fino all’Emilia Romagna, sarà interessato da attività ed estrazione di greggio.

Questo avviene senza una la Valutazione Ambientale Strategica complessiva in un mare, l’Adriatico, estremamente fragile per le caratteristiche proprie di mare chiuso, anche in relazione a quanto sta accadendo in Croazia, dove il governo sta autorizzando attività estrattive al confine con le acque territoriali italiane. La Strategia Energetica Nazionale, attraverso il decreto Sblocca Italia facilita e incoraggia le attività di estrazione di petrolio e gas, inoltre semplifica gli iter autorizzativi, toglie potere alle regioni e prolunga i tempi delle concessioni.

Tutto ciò in contrasto con i protocolli di riduzione delle emissioni di gas serra e continuando ad ostacolare lo sviluppo delle energie rinnovabili. Di fronte a questa ennesima aggressione del Governo centrale alle Isole Tremiti e alle coste del Gargano, stigmatizziamo la latitanza della Provincia di Foggia in persona del Presidente Miglio e dell’Assessore all’Ambiente Tutolo. Auspichiamo, pertanto, una mobilitazione dei sindaci accanto alle associazioni ambientaliste e al comitato No Triv, per creare un fronte comune di opposizione a un disegno scellerato del Governo centrale e per difendere il diritto delle comunità locali a determinare un modello di sviluppo basato su turismo e valorizzazione di ambiente e beni culturali.

(Primiano Calvo – coordinatore provinciale NOI CON SALVINI)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi