Regione-TerritorioStato prima
La maggioranza presenta, con l’On. Fiorio (PD), un parere favorevole alla legge delega sulla P.A. con semplici “osservazioni”

Smantellamento Forestale, M5S boccia parere positivo PD

L’Abbate (M5S): “non può la Commissione Agricoltura non far sentire la propria voce dinanzi allo smantellamento del Cfs”

Di:

Roma – Il “disegno di legge recante deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche” del ministro Madia, già approvato al Senato, inizia il suo iter di discussione a Montecitorio. E il testo, che prevede l’accorpamento del Corpo Forestale dello Stato in altra Forza di polizia, raccoglie il parere positivo redatto dall’On. Fiorio (PD) all’esame della Commissione Agricoltura della Camera. Una posizione che non trova d’accordo il Movimento 5 Stelle.

“Se il parere al disegno di legge sulla Pubblica Amministrazione resterà di questo tenore – dichiara il deputato pugliese Giuseppe L’Abbate, capogruppo M5S in Commissione Agricoltura a Montecitorio – noi non lo voteremo. Il Corpo Forestale dello Stato è fondamentale per il nostro Paese, trattandosi dell’unica forza di polizia ambientale. La Commissione Agricoltura deve dunque avere il coraggio e la forza di difendere il Cfs e trasformare le semplici osservazioni in più convincenti e determinanti condizioni. Continuiamo a constatare – continua L’Abbate (M5S) – che il Governo Renzi soffre di bipolarismo: se da una parte affida la gestione di importantiemergenze quali la Terra dei Fuochi e il Codiro – Xylella fastidiosa al Corpo forestale, dall’altro tenta di smantellarlo in questa legge delega. Il ministro Maurizio Martina eviti la cancellazione del Cfs o si dimetta dal dicastero dell’Agricoltura”.

Nel parere redatto da Fiorio (PD) sono molto timide, infatti, le richieste fatte attraverso semplici “osservazioni”, che non saranno mai tenute in debito conto dalla Commissione Affari Costituzionali. Si va dalla necessità di garantire una continuità nel presidio del territorio ed un efficiente coordinamento a livello nazionale, all’opportunità di individuare un percorso di stabilizzazione del personale operaio assunto, riducendo sostanzialmente la carenza organica del Corpo Forestale dello Stato.

Diversi, invece, i compiti dell’attuale Cfs: sorveglianza dei parchi e delle aree naturali, il monitoraggio delle discariche incontrollate e degli sversamenti illegali, le funzioni di polizia venatoria ma, soprattutto, di sicurezza alimentare con la repressione delle frodi in danno degli imprenditori onesti. Ma anche missioni ad hoc per le emergenze “Terra dei Fuochi” in Campania e “Complesso del disseccamento rapido dell’olivo – Xylella fastidiosa” in Puglia.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi