Manfredonia

Camera a Sud, Pino Aprile a Manfredonia (VIDEO)


Di:

Nota stampa 3: Camera A Sud è su Puglia Events!
Camera A Sud·Venerdì 23 giugno 2017
Camera A Sud Festival della Letteratura Meridionalista è stato incluso nella programmazione del portale regionale Puglia Events (ViaggiareinPuglia.it) ed è consultabile al seguente link: http://www.viaggiareinpuglia.it/evento/50295/it [http://www.viaggiareinpuglia.it/evento/50295/it&h=aton0_psdlozebmoltajez4eymmw_cm92wx_2hknegdplg2ad5-fkcu-waxzytezygykkignqif7fulpc7mk1o4yumk4t8-izxauijipdlzflgqiulr1bn3buf2-cwovcmbboedkuotu&s=1_green]

Si informa anche dell’esistenza della mappa interattiva e aggiornata attraverso la quale sono stati geo localizzati i sette eventi del Festival: http://cameraasudfestival.blogspot.it/2017/06/camera-sud-mappa-interattiva.html [http://cameraasudfestival.blogspot.it/2017/06/camera-sud-mappa-interattiva.html/&h=atotn1gqwmiojwjv2pdicv__t-vq29ypm4hkh0afdb9fxljaegqfl-kxfu_106qfy4vk3mcs4fd-drxl2pbvbluas6gnfdw1zvdqph6dcr1nrd0iibyvmrj11oimyss8ra4wxbl9alyj&s=1_green]

Infine i canali social attraverso cui rivedere gli eventi e seguire le news sono:
per facebook – @PrimaCameraASud (https://www.facebook.com/PrimaCameraASud )
per twitter – @PrimaCameraASud ( https://twitter.com/PrimaCameraASud [https://twitter.com/primacameraasud&h=atndv3pgg1jvu8hmaiw2txz8-fdvj7hn94ikf7vpspr9qserrfzw-axcbvfstb_opzluymdrqtnxobdde526p8xydshufvaub6b6hdlyvch3bqwuiezyiq0dgfhcrywslyxsibbso1b1&s=1_hackersafe]

per Youtube – https://www.youtube.com/channel/UCKbN_-i1_O-tHIa0o9KX7iQ [https://www.youtube.com/channel/uckbn_-i1_o-thia0o9kx7iq&h=atnd_o8amfzrdpikvypax0r2krxrssqbalvslx91lc-esco-g-oabxgk1umkhlrhi8tfsnhhl8_geryeq-2hi7errad6nxui3z6riws-xnb4j5flm705fuk8zwufxexxseyimwdxvkw7&s=1_green]
A breve un report sul primo evento in programmazione che ha visto coinvolti lo storico Raffaele Vescera e l’editore Carlo Capezzuto
Vi ricordiamo che oggi 23 giugno avremo il piacere di ospitare Pino Aprile e la presentazione del suo ultimo libro Carnefici. Vi aspettiamo.

23 GIUGNO, ORE 19, INGRESSO DEL CASTELLO SVEVO-ANGIOINO (LATO VILLA COMUNALE).

Pino Aprile presenta: “CARNEFICI”

“Io so. So tutti i nomi e so tutti i fatti di cui si sono resi colpevoli. Io so. Ma non ho le prove”. È il cuore di un celeberrimo atto d’accusa di Pier Paolo Pasolini pubblicato sul “Corriere della Sera”. Anche Pino Aprile sa. Sa tutto quello che è stato fatto perché gli italiani del Sud diventassero “meridionali”. Lo ha appreso con stupore e sgomento, e lo ha raccontato in un libro spartiacque, “Terroni”, che ha aperto una breccia irreparabile sulla facciata del trionfalismo nazionalistico. Se mancavano ancora prove, ora le ha trovate tutte, al termine di un’incalzante e drammatica ricerca durata cinque anni. E sono le prove di un genocidio. Perché è questo l’ordine di grandezza che emerge dall’incrocio dei risultati dei censimenti disposti dai Savoia (nel 1861 e nel 1871) e dei dati delle anagrafi borboniche: un genocidio. Centinaia di migliaia di persone scomparse è la cifra della strage di italiani del Sud compiuta per unificare l’Italia. Si scopre, così, di come venivano rasi al suolo paesi interi, saccheggiate le case, bruciati vivi i superstiti.

Si apprende come avvenivano i rastrellamenti degli abitanti di interi villaggi, e li si sottoponeva a marce forzate di decine di chilometri, e a torture. Ci si imbatte in fucilazioni a tappeto di centinaia di persone. L’Italia “liberata” è stata nella realtà dei fatti un immenso Arcipelago Gulag, di cui ora si può ricostruire la mappa e l’organizzazione: deportazioni, campi di concentramento, epidemie.

#CameraASud #SeguiLaStoria #Manfredonia2017

Camera a Sud, Pino Aprile a Manfredonia (VIDEO) ultima modifica: 2017-06-23T12:02:18+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • Redazione

    23 GIUGNO, ORE 19, INGRESSO DEL CASTELLO SVEVO-ANGIOINO (LATO VILLA COMUNALE):

    Pino Aprile presenta:

    “CARNEFICI”

    “Io so. So tutti i nomi e so tutti i fatti di cui si sono resi colpevoli. Io so. Ma non ho le prove”. È il cuore di un celeberrimo atto d’accusa di Pier Paolo Pasolini pubblicato sul “Corriere della Sera”. Anche Pino Aprile sa. Sa tutto quello che è stato fatto perché gli italiani del Sud diventassero “meridionali”. Lo ha appreso con stupore e sgomento, e lo ha raccontato in un libro spartiacque, “Terroni”, che ha aperto una breccia irreparabile sulla facciata del trionfalismo nazionalistico. Se mancavano ancora prove, ora le ha trovate tutte, al termine di un’incalzante e drammatica ricerca durata cinque anni. E sono le prove di un genocidio. Perché è questo l’ordine di grandezza che emerge dall’incrocio dei risultati dei censimenti disposti dai Savoia (nel 1861 e nel 1871) e dei dati delle anagrafi borboniche: un genocidio. Centinaia di migliaia di persone scomparse è la cifra della strage di italiani del Sud compiuta per unificare l’Italia. Si scopre, così, di come venivano rasi al suolo paesi interi, saccheggiate le case, bruciati vivi i superstiti. Si apprende come avvenivano i rastrellamenti degli abitanti di interi villaggi, e li si sottoponeva a marce forzate di decine di chilometri, e a torture. Ci si imbatte in fucilazioni a tappeto di centinaia di persone. L’Italia “liberata” è stata nella realtà dei fatti un immenso Arcipelago Gulag, di cui ora si può ricostruire la mappa e l’organizzazione: deportazioni, campi di concentramento, epidemie.

    #CameraASud #SeguiLaStoria #Manfredonia2017

  • è stato molto interessante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi