FoggiaSpettacoliTeatro
Presentato il programma in commissione cultura

Foggia. L’estate in città con Ron (forse) in piazza a Ferragosto

Ritornano le stelle del jazz, Toquinho al concerto di luglio

Di:

Foggia, 23 giugno 2017. E’ in allestimento il cartellone estivo della città di Foggia che seguirà lo schema e le date già riproposte negli anni scorsi. Sarà probabilmente Ron il cantante del 15 agosto in piazza Cavour, dopo Arbore ed Edoardo Bennato. Il nome non è ancora ufficiale, si attende la conferma nella conferenza di stampa di presentazione la cui data è da fissare. Il programma è stato presentato nelle linee generali in commissione cultura dall’assessore alla cultura Anna Paola Giuliani dopo una riunione in Prefettura. In base ad una circolare ministeriale, le misure di sicurezza per le manifestazioni di piazza, dai fatti di Torino in poi, sono più stringenti, oltre al rischio terrorismo: “Potremmo dover cambiare alcune piazze, stiamo cercando alcune convenzioni con il servizio ambulanza, per questo la data di inizio delle manifestazioni potrebbe slittare di qualche giorno- dice Antonio Vigiano, presidente della commissione cultura- molti foggiani non si possono permettere le vacanze, l’amministrazione ha il dovere di caratterizzare un’estate anche per chi resta in città oltre le polemiche di questi giorni”. Polemiche che riguardano l’opportunità o meno di organizzare l’estate e mosse dal consigliere Giuseppe Mainiero di Fratelli d’Italia con un post su faebook dopo l’invito a partecipare alla commissione cultura. Il periodo di manifestazioni comprende luglio, agosto e la prima decade di settembre.

I costi per evento
Circa la spesa per gli eventi è complessivamente di 100mila euro così ripartita: 30mila per il cantante di Ferragosto, 15 mila per la “Giornata della pace” (il concerto del 22 luglio che ricorda le 20mila vittime dei bombardamenti americani nell’estate del ’43), 25 mila euro per il jazz (7/8mila euro pagati dagli sponsor cui vanno aggiunti i soldi dei biglietti) per una spesa dell’amministrazione di circa 15mila euro. L’anno scorso in piazza Battisti +davanti al teatro Giordano la musica di Nicola Piovani celebrava il 22 luglio, quest’anno sarebbe previsto Toquinho con una sua cantante e 50 elementi del Petruzzelli. Per quanto riguarda il jazz, un appuntamento consolidato negli anni e riproposto con buon riscontro di pubblico e di appassionati anche in inverno, gli ospiti di piazza Battisti saranno il contrabbassista di Sting e il bassista di Prince. Gli sponsor sono le Tre fiammelle e il Gruppo Telesforo. Torna “Musica nelle corti di Capitanata’ con l’orchestra del conservatorio Umberto Giordano, il cinema all’aperto, gli spettacoli per i bambini. Nel complesso 70 eventi fissati e almeno una ventina di associazioni coinvolte.

Il consigliere Mainiero (st)

Il consigliere Mainiero (st)

La convenzione con lo stadio e le polemiche
Si era anche detto che probabilmente il cantante del Ferragosto avrebbe richiesto lo stadio, da qui la convenzione fra il comune e la società del Foggia calcio. Il dirigente alla cultura e responsabile finanziario del Comune Carlo Dicesare spiega che si tratta di una convenzione nella cui bozza l’amministrazione “si riserva di usare lo stadio anche per eventi estivi, ma non quest’anno. Avevamo dei crediti con la società, la convezione è di 250 mila euro l’anno in cui loro si accollano le utenze e la manutenzione ordinaria”. Circa le polemiche sull’opportunità o meno di organizzare gli eventi, Dicesare risponde: “Non mi sembra scandaloso che, su un bilancio di 140milioni l’anno, 100mila euro vengano spesi per il cartellone estivo, in altre città pugliesi, da Lecce a Brindisi, si spende molto di più”.

Dopo aver annunciato su facebook che non avrebbe partecipato alla commissione cultura, sebbene invitato, e a proposito di convenzione con lo stadio, Mainiero (Fdi) scrive: “Chiederò i verbali delle riunioni e i ‘numeri’ attraverso i quali si giunti alla definizione delle convenzione per l’utilizzo dello stadio. Per il cartellone estivo non mi ripeto, una città che chiude le scuole, che ha strade paragonabili a Beirut, servizi fatiscenti dovrebbe per lo meno provare imbarazzo ad impiegare i soldi dei contribuenti in quel modo”. Lucio Ventura, consigliere comunale di maggioranza (Puglia prima di tutto) chiede: “Ma con 100mila euro quanti metri di strada si fanno? E’ demagogia voler ricondurre tutte le iniziative dell’amministrazione a strade fatiscenti, che un po’ alla volta stiamo riparando, alberi da potare, illuminazione, bitume, la cultura è un settore della società che, con le risorse finanziarie a disposizione, va seguito”.

(A cura di Paola Lucino, Foggia 23.06.2017)

redazione stato quotidiano.it – riproduzione riservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi